comunicati_02
Comunicati
Indietro Scegli un'altra categoria
Covid 19 - Al fianco delle imprese italiane
> 11 maggio 2020

In questo momento di difficoltà sentiamo la responsabilità di essere vicini agli imprenditori e alle loro famiglie con diverse iniziative di sostegno promosse dal Gruppo Credem per contribuire alla ripresa del tessuto produttivo italiano e fronteggiare la grave situazione creata dalla diffusione del Covid-19.

CREDEM ha stanziato un plafond di 3 miliardi di euro per sostenere liberi professionisti, artigiani, commercianti, PMI ed imprese corporate.


Un plafond di 1 miliardo di euro di finanziamenti per ottenere liquidità aggiuntiva e aiutare le imprese a fronteggiare pagamenti, retribuzioni e altre esigenze del ciclo produttivo.


A chi è rivolto?
Ai clienti, artigiani, professionisti e PMI di tutti i settori e operanti in Italia che si trovano in difficoltà, Credem offre finanziamenti con possibilità di preammortamento e di accesso a condizioni personalizzate (validità fino al 30 giugno 2020).


Un plafond di 2 miliardi di euro per sostenere la richiesta di sospensione di mutui e leasing per 12 mesi, in base a quanto previsto da "Accordo ABI per il Credito aziende".


A chi è rivolto?
A tutte le PMI e Microimprese incluse anche le aziende che superano i parametri dimensionali previsti dalla moratoria ABI, che hanno necessità di sospendere le rate dei finanziamenti in corso a causa della diffusione del COVID-19 (validità fino al 31 dicembre 2020).


Altre misure per le imprese
Ai due plafond attivati le imprese possono richiedere le misure previste dal:

  • Decreto Legge “Cura Italia” del 17 Marzo 2020 che prevede la moratoria straordinaria dei prestiti e delle linee di credito per micro, piccole e medie imprese, previste all’art. 56 fino al 30 settembre 2020. SCOPRI DI PIU'
  • Decreto Legge “Liquidità” del 8 aprile 2020 che ha introdotto misure urgenti per favorire l'accesso al credito di imprese, lavoratori autonomi, professionisti e sostenere la continuità aziendale e ha ampliato le possibilità di utilizzo delle garanzie concesse dallo Stato attraverso due diversi canali: 
    • il Fondo di Garanzia 
    • la Garanzia SACE


Per i Provvedimenti di cui al Decreto Legge “Liquidità” del 8 aprile 2020, che ha introdotto misure urgenti per favorire l'accesso al credito di imprese, lavoratori autonomi, e professionisti, Banca Euromobiliare si avvale del supporto di Credem. SCOPRI DI PIU'


Accesso ai benefici Decreto Legge "Cura Italia"
Le imprese danneggiate dalla diffusione del COVID-19 che hanno esposizione debitorie, possono avvalersi dei seguenti benefici, secondo le modalità previste dal Decreto: 

  • per le aperture di credito a revoca e/o i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se superiori, a quella di pubblicazione del decreto (17 marzo 2020) è possibile richiedere che non siano revocati, in tutto o in parte, gli importi accordati, sia per la parte utilizzata sia per quella non ancora utilizzata, fino al 30 settembre 2020.
  • per i prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020, è possibile richiedere la proroga dei contratti, unitamente ai rispettivi elementi accessori e senza alcuna formalità, fino al 30 settembre 2020 alle medesime condizioni. 
  • per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale è possibile richiedere la sospensione del pagamento delle rate in scadenza prima del 30 settembre 2020 e sino al 30 settembre 2020.


Accesso ai benefici Accordo per il Credito ABI 2019 – Addendum 2020
Le imprese che aderiscono alla Moratoria ABI possono avvalersi dei seguenti benefici secondo le modalità previste dall'Accordo: 


Allungamento fino al massimo del 100% della durata residua Mutui (in ogni caso non superiore a 3 anni per i mutui chirografari).


Scarica la seguente modulistica ed inoltra la richiesta via mail all'indirizzo moratoria@bancaeuro.it rivolgendoti al consulente per eventuale supporto nella compilazione: 


Fondo di solidarietà per le famiglie Italiane
I Decreti Legge n. 9 del 2 marzo 2020, n. 18 del 17 marzo 2020 (cd. “Cura Italia”) e successiva Conversione di quest'ultimo in Legge del 24 Aprile 2020, n. 27 e il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 25 marzo 2020 (di attuazione dell’art. 54 del DL 18/2020) hanno ampliato i requisiti che consentono di accedere ai benefici del Fondo di Solidarietà per i mutui per l’acquisto della abitazione principale.


Si può richiedere la sospensione delle rate per un periodo massimo di 18 mesi. Per i soli eventi di sospensione dal lavoro o riduzione dell'orario di lavoro, la sospensione del pagamento delle rate del mutuo può essere concessa per durata massima complessiva non superiore a 6 – 12 – 18 mesi a seconda della durata di sospensione o riduzione dell'orario di lavoro subita. SCOPRI DI PIU'


Come richiedere informazioni su queste misure?
Per maggiori informazioni puoi contattare il tuo consulente o scrivere direttamente a moratoria@bancaeuro.it per le richieste di sospensione dei finanziamenti, mutui, prestiti previste dal DL Cura Italia o dall'Accordo ABI.

News: Comunicati
Comunicati
shutterstock_553656730_pw
09 febbraio 2017
Credem, risultati preliminari consolidati 2016

Solidità (CET1 13,15%), redditività (ROE 5,4%)...

Comunicati
eqt_220x187
28 marzo 2017
Advisor nella cessione Dentalcoop

Il gruppo olandese Curaeos,
tra i leader europei...

Comunicati
shutterstock_301117766_pw
12 maggio 2017
Credem, risultati consolidati primo trimestre 2017

Utile netto +5,2% a/a,
prestiti +6,2% a/a...

Comunicati
lantech_pw
24 maggio 2017
Advisor di Lantech Solutions

Il Gruppo Zucchetti, tramite
la controllata Longwave...

Comunicati
como_pw
06 giugno 2017
Nuova filiale a Como

Proseguono gli investimenti
per la crescita di Banca Euromobiliare...