Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
19:2917-08-2018
L'agenda della prossima settimana
19:2917-08-2018
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della prossima settimana
19:1717-08-2018
Wall Street: indici provano recupero, Nasdaq resta in rosso
17:4617-08-2018
BORSA: commento di chiusura
16:5817-08-2018
WALL STREET: indici contrastati, mercato resta prudente su Turchia
15:5817-08-2018
Wall Street: partenza sotto parità, mercato ancora diffidente su Turchia
10:5917-08-2018
STORIE DI BORSA: Atlantia rimbalza, revoca concessione resta poco probabile
09:0217-08-2018
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid
09:0017-08-2018
Mercati: i consensi dei prossimi dati macro italiani ed esteri di oggi
08:2617-08-2018
BORSE UE: prevista partenza piatta
08:2417-08-2018
BORSE USA: seduta positiva con prospettiva negoziati Usa-Cina
08:2217-08-2018
BORSA: commento di preapertura
08:0117-08-2018
Borse Usa: chiusure di ieri di Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq
08:0017-08-2018
BORSE SUD AMERICA: le chiusure di ieri degli indici (DJ)
07:5917-08-2018
L'agenda di oggi
07:5917-08-2018
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di oggi
19:3016-08-2018
L'agenda di domani
19:3016-08-2018
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
19:2917-08-2018
L'agenda della prossima settimana

MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici più rilevanti della prossima settimana:

Sabato 18 agosto

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

--

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

Domenica 19 agosto

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

Rimini 10h30 Si apre l'edizione 2018 del Meeting

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

Lunedì 20 agosto

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

Rimini 11h30 Seconda giornata del Meeting. Tra gli ospiti

previsti, Giancarlo Giorgetti,

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio

dei Ministri; Graziano Delrio, Presidente dei

Deputati del Pd; Mariastella Gelmini,

Presidente dei Deputati di Fi; Maurizio Lupi,

Presidente dell’Intergruppo parlamentare per

la Sussidiarietà; Massimiliano Romeo,

Presidente dei Senatori della Lega; Carlo

Cottarelli, Direttore dell’Osservatorio sui

Conti Pubblici Italiani dell’Università

Cattolica di Milano; Stefano Barrese,

Responsabile della Divisione Banca dei

Territori di Intesa Sanpaolo; Luciano

Violante, Presidente Emerito della Camera dei

Deputati. Via Emilia, 155

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

Martedì 21 agosto

FINANZA

--

CDA

Autostrade per l'Italia fa il punto della

situazione dopo il crollo del viadotto

Morandi a Genova

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

Rimini 11h30 Terza giornata del Meeting. Tra gli ospiti

previsti, Luigi Marattin, Deputato al

Parlamento Italiano, Pd; Giorgio Mulè,

Portavoce di Fi; Fabio Rampelli, Vice

Presidente della Camera dei Deputati; Barbara

Saltamartini, Presidente della X Commissione

della Camera dei Deputati; Roberto Speranza,

Coordinatore Nazionale di LeU; abino Cassese,

Giudice Emerito della Corte Costituzionale;

Roberto Battiston, Presidente dell'Agenzia

Spaziale Italiana (Asi); Stefano Lucchini,

Chief Institutional Affairs and External

Communication Officer Intesa Sanpaolo;

Domenico Lombardi, Presidente

dell’Associazione Bancaria Sammarinese, a.d.

e d.g. Banca di San Marino; Anna Ascani,

Deputata al Parlamento Italiano, Pd; Augusta

Montaruli, Deputata al Parlamento Italiano,

Fratelli d’Italia. Via Emilia, 155

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

Mercoledì 22 agosto

FINANZA

--

CDA

Atlantia fa il punto della situazione dopo il

crollo del viadotto Morandi a Genova

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

Rimini 11h30 Quarta giornata del Meeting. Partecipano ta

gli altri Massimiliano Fedriga, Presidente

della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia;

Attilio Fontana, Presidente della Regione

Lombardia; Ugo Rossi, Presidente della

Provincia Autonoma di Trento; Giovanni Toti,

Presidente della Regione Liguria; Brunello

Cucinelli, Presidente e a.d. Brunello

Cucinelli; Mario Calabresi, Direttore de la

Repubblica; Marco Bardazzi, Direttore

Comunicazione Esterna Eni; Tiziano Onesti,

Presidente di Aeroporti di Puglia; Alessio

Quaranta, Direttore Generale Enac. Via

Emilia, 155

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

Giovedì 23 agosto

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

Rimini 11h30 Quinta giornata del Meeting. Partecipano tra

gli altri Andrea Gibelli, Presidente di

F.N.Mi; Stefano Bonaccini, Presidente della

Regione Emilia-Romagna. Via Emilia, 155

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

Venerdì 24 agosto

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

Rimini 11h30 Sesta giornata del Meeting. Tra i

partecipanti previsti, Vincenzo Boccia,

Presidente di Confindustria; Annamaria

Furlan, Segretaria Generale Cisl; Romano

Prodi, già Presidente della Commissione

Europea ed ex Premier; Walter Ricciardi,

Presidente Istituto Superiore di Sanità; Enzo

Moavero Milanesi, Ministro degli Affari

Esteri e della Cooperazione Internazionale;

Antonio Tajani, Presidente del Parlamento

Europeo; Fausto Bertinotti, Presidente

Emerito della Camera dei Deputati; Marco

Bucci, Sindaco di Genova; Dario Nardella,

Sindaco di Firenze; Sergio Solero, Presidente

Bmw Italia; Roberto Battiston, Presidente

Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Via Emilia,

155

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

red/ofb

(fine)

MF-DJ NEWS

1719:29 ago 2018

19:2917-08-2018
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della prossima settimana

MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per la prossima

settimana:

LUNEDI' 20 AGOSTO

*GERMANIA

08h00 - prezzi produzione luglio

(precedente: +0,3% m/m, +3,9% a/a)

*Ha ufficialmente termine il terzo programma di salvataggio della Grecia

*Alle 15h30 la Bce comunica l'ammontare di acquisti settimanali di

covered bond, Abs e titoli del settore pubblico e privato

*Alle 17h00 è atteso il discorso di Bostic (Fed)

MARTEDI' 21 AGOSTO

*USA

14h55 - indice settimanale Redbook

(precedente: +0,1% m/m, +4,5% a/a)

*E' previsto un incontro bilaterale tra il capo negoziatore per la Brexit Barnier e il ministro britannico Raab

*Alle 11h30 la Bce comunica l'ammontare di acquisti di Mro

*Alle 15h00 è prevista la pubblicazione del bilancio consolidato della

Bce

MERCOLEDI' 22 AGOSTO

*USA

13h00 - indice settimanale richieste mutui

(precedente: -2,0% a 335,7 punti)

16h00 - vendite case esistenti luglio

(precedente: -0,6% m/m a 5,38 mln unitá)

16h30 - scorte settimanali di petrolio

(precedente: +6,805 mln a 414,194 mln)

*E' prevista l'arrivo a Washington della delegazione cinese per le trattative commerciali con gli Stati Uniti

*Alle 20h00 è prevista la pubblicazione delle minute della riunione del Fomc del 1* agosto

GIOVEDI' 23 AGOSTO

*GIAPPONE

02h30 - Pmi manifatturiero agosto preliminare

(precedente: 52,3 punti)

*FRANCIA

08h45 - indice fiducia imprese manifatturiere agosto

(precedente: 106 punti)

09h00 - Pmi manifatturiero agosto preliminare

(precedente: 53,3 punti)

- Pmi servizi agosto preliminare

(precedente: 54,9 punti)

*GERMANIA

09h30 - Pmi servizi agosto preliminare

(precedente: 54,1 punti)

- Pmi manifatturiero agosto preliminare

(precedente: 56,9 puntiì)

*EUROZONA

10h00 - Pmi composito agosto preliminare

(precedente: 54,3 punti)

- Pmi manifatturiero agosto preliminare

(precedente: 55,1 punti)

- Pmi servizi agosto preliminare

(precedente: 54,2 punti)

*USA

14h30 - richieste settimanali sussidi disoccupazione

(precedente: -2.000 a 212.000 unitá)

15h45 - Pmi manifatturiero agosto preliminare

(precedente: 55,3 punti)

- Pmi servizi agosto preliminare

(precedente: 56,0 punti)

*EUROZONA

16h00 - indice fiducia consumatori agosto preliminare

(precedente: -0,6 punti)

*USA

16h00 - vendite nuove case luglio

(precedente: -5,3% m/m a 666.000 unitá)

16h30 - scorte settimanali gas naturale

(precedente: +33 mld piedi cubi a 2.387 mld)

*E' prevista l'entrata in vigore dei dazi americani e cinesi su un totale di 32 mld usd di merci

*Alle 13h30 è prevista la pubblicazione delle minute della riunione del board della Bce del 25 luglio

*Si svolge a Jackson Hole il Simposio economico annuale della Fed

VENERDI' 24 AGOSTO

*GIAPPONE

01h30 - inflazione luglio

(precedente: +0,1% m/m, +0,7% a/a)

- inflazione core luglio

(precedente: +0,8% a/a)

*GERMANIA

08h00 - Pil 2* trimestre dettagliato

(precedente: +0,4% t/t, +2,3% a/a;

preliminare: +0,5 t/t, +2,0% a/a)

*USA

14h30 - ordini beni durevoli luglio preliminari

(precedente: +0,8% m/m)

- ordini beni durevoli ex trasporti luglio preliminari

(precedente: +0,2% m/m)

*Si svolge a Jackson Hole il Simposio economico annuale della Fed

*Alle 16h00 è atteso il discorso di Powell (Fed)

lus

MF-DJ NEWS

1719:29 ago 2018

19:1717-08-2018
Wall Street: indici provano recupero, Nasdaq resta in rosso

MILANO (MF-DJ)--Seduta contrastata per Wall Street, al termine di una turbolenta settimana in cui hanno pesato come un macigno i timori sulla crisi valutaria in Turchia e soprattutto la paura che il contagio possa estendersi agli altri mercati emergenti. Avvicinandosi a metà seduta, tuttavia, alcuni indici hanno invertito la rotta, e il mercato sembra provare a chiudere la settimana con un segno più.

Il Dow Jones è in progresso dello 0,21%, mentre l'S&P 500 sale dello 0,03%. Il Nasdaq Composite è in ribasso dello 0,2%.

Nonostante la lira abbia recuperato buona parte del terreno perso, gli investitori restano molto prudenti di fronte alla situazione finanziaria ed economica di Ankara e oggi la valuta è tornata a perdere terreno.

"Con l'inflazione quasi fuori controllo, la Banca Centrale non si decide ad alzare i tassi per strangolare la crescita dei prezzi, e così la lira continua a scendere", spiega Tom Essaye, fondatore di The Sevens Report, secondo cui questo comportamento è causato dal fatto che "l'autoritá monetaria è diventata un braccio del presidente, come molti rami del governo e delle istituzioni turche. Il nocciolo della crisi è questo", conclude Essaye, "il timore che Erdogan sia ormai un dittatore che impone la sua volontá politica a istituzioni che sarebbe meglio lasciare indipendenti".

"Le forze ribassiste scatenate dalla crisi turca faranno ancora strada prima di esaurirsi del tutto", aggiunge Simon Derrick, chief currency strategist di Bny Mellon.

Nonostante le numerose rassicurazioni in tal senso, il governo turco potrebbe non riuscire a fare a meno di imporre controlli sui capitali per supportare l'economia del Paese. Lo sostiene Mark Dowding, co-head of developed markets di BlueBay Asset Management, secondo cui si può ipotizzare che "le banche straniere e gli investitori si ritireranno dalla Turchia e lo Stato dovrá prendere il loro posto come prestatore di ultima istanza". Questo significa che il Paese "sará costretto a trasformare in surplus il suo attuale deficit delle partite correnti, con un drastico effetto sui consumi interni e un brusco rallentamento economico", prosegue l'esperto. Tra le conseguenze ci sará anche "un'impennata dei non performing loan", conclude Dowding, affermando però come BlueBay non si aspetti "che la crisi turca contagi il sistema bancario europeo".

Anche il commercio internazionale continua a essere fonte d'incertezza, soprattutto per i mercati azionari. "Dobbiamo essere particolarmente prudenti, perchè non mancano le premesse per una escalation graduale che avrebbe pesanti effetti anche sugli utili societari", commenta David Vickers, senior portfolio Manager di Russell Investments.

Il superindice degli Stati Uniti è aumentato dello 0,6% a livello mensile a luglio, al di sopra del consenso degli economisti (+0,3% m/m).

La componente coincident è cresciuta dello 0,2% e quella lagging è scesa dello 0,2%.

L'indice di fiducia dei consumatori statunitensi elaborato dall'Universitá del Michigan, secondo la lettura preliminare di agosto, si è attestato a 95,3 punti, al di sotto del consenso a quota 98 punti.

Il sotto-indice relativo alle aspettative si è attestato a 87,3 punti, mentre quello relativo alla situazione corrente è risultato pari a 107,8 punti.

Sul fronte valutario, il cross euro/usd tratta a 1,1410.

Sull'obbligazionario, i Treasury biennali hanno un rendimento del 2,62%, mentre il decennale è al 2,854%.

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

1719:17 ago 2018

17:4617-08-2018
BORSA: commento di chiusura

MILANO (MF-DJ)--Un'altra giornata di debolezza per piazza Affari e le altre borse europee che hanno di nuovo risentito dalla crisi della lira turca tornata a scendere dopo che il ministro del Commercio, Ruhsar Pekcan, ha fatto sapere che Ankara continuerá a rispondere ai dazi americani.

Cresce nel frattempo l'attesa l'attesa per l'incontro tra Cina e Stati Uniti sul fronte del commercio previsto per fine mese.

Milano, la peggiore in Europa, ha ceduto lo 0,53% (decisamente sopra i minimi di giornata) risentendo pure dei cali dei bancari in scia ad uno spread che si conferma su valori piuttosto alti: circa 280 punti a fine seduta.

Da segnalare anche un certo nervosismo degli investitori in vista

della prossima legge di bilancio nel nostro Paese.

Sul fronte macro da segnalare che il superindice degli Stati Uniti è

aumentato dello 0,6% a livello mensile a luglio, al di sopra del consenso

degli economisti (+0,3% m/m).

Invece, l'indice di fiducia dei consumatori statunitensi elaborato

dall'Universitá del Michigan, secondo la lettura preliminare di agosto,

si è attestato a 95,3 punti, al di sotto del consenso a quota 98 punti.

Rimbalzo per Atlantia (+5,68%) dopo il pesante tonfo di ieri. Il vice premier, Matteo Salvini, ha sottolineato che in consiglio dei ministri è stato approvato l'avvio dell'iter per la revoca della concessione.

Segno più anche per gli altri titoli autostradali quotati: Sias +2,54%, Astm +0,11% e Autostrade Meridionali +3,44%.

Lettera sui bancari: Banco Bpm -2,95%, Bper -2,18%, Intesa Sanpaolo

-0,77%, Mediobanca -1,11%, Ubi B. -3,53%, Unicredit -0,48%, B.Mps -4,72%.

Tra le altre blue chip in discesa Saipem (-3,33%), Leonardo (-2,4%), Stm (-2,28%) e Recordati (-2,24%). Giù pure B.Unicem (-0,78%) dopo i rialzi di ieri. Bene invece Mediaset (+0,95%), Cnh I. (+1,15%) e Finecobank (+0,34%).

Nel resto del listino in ascesa Ki Group (+7,14%) e La Doria (+6,78%).

fus

(fine)

MF-DJ NEWS

1717:46 ago 2018

16:5817-08-2018
WALL STREET: indici contrastati, mercato resta prudente su Turchia

MILANO (MF-DJ)--Seduta contrastata per Wall Street, al termine di una turbolenta settimana in cui hanno pesato come un macigno i timori sulla crisi valutaria in Turchia e soprattutto la paura che il contagio possa estendersi agli altri mercati emergenti.

Il Dow Jones è in progresso frazionale dello 0,06%, mentre l'S&P 500 scende dello 0,08%. Il Nasdaq Composite è in ribasso dello 0,55%.

Nonostante la lira abbia recuperato buona parte del terreno perso, gli

investitori restano molto prudenti di fronte alla situazione finanziaria

ed economica di Ankara e oggi la valuta è tornata a perdere terreno.

"Con l'inflazione quasi fuori controllo, la Banca Centrale non si decide ad alzare i tassi per strangolare la crescita dei prezzi, e così la lira continua a scendere", spiega Tom Essaye, fondatore di The Sevens Report, secondo cui questo comportamento è causato dal fatto che "l'autoritá monetaria è diventata un braccio del presidente, come molti rami del governo e delle istituzioni turche. Il nocciolo della crisi è questo", conclude Essaye, "il timore che Erdogan sia ormai un dittatore che impone la sua volontá politica a istituzioni che sarebbe meglio lasciare indipendenti".

"Le forze ribassiste scatenate dalla crisi turca faranno ancora strada prima di esaurirsi del tutto", aggiunge Simon Derrick, chief currency strategist di BNY Mellon.

Nonostante le numerose rassicurazioni in tal senso, il governo turco potrebbe non riuscire a fare a meno di imporre controlli sui capitali per supportare l'economia del Paese. Lo sostiene Mark Dowding, co-head of developed markets di BlueBay Asset Management, secondo cui si può ipotizzare che "le banche straniere e gli investitori si ritireranno dalla Turchia e lo Stato dovrá prendere il loro posto come prestatore di ultima istanza". Questo significa che il Paese "sará costretto a trasformare in surplus il suo attuale deficit delle partite correnti, con un drastico effetto sui consumi interni e un brusco rallentamento economico", prosegue l'esperto. Tra le conseguenze ci sará anche "un'impennata dei non performing loan", conclude Dowding, affermando però come BlueBay non si aspetti "che la crisi turca contagi il sistema bancario europeo".

Anche il commercio internazionale continua a essere fonte d'incertezza, soprattutto per i mercati azionari. "Dobbiamo essere particolarmente prudenti, perchè non mancano le premesse per una escalation graduale che avrebbe pesanti effetti anche sugli utili societari", commenta David Vickers, senior portfolio Manager di Russell Investments.

Il superindice degli Stati Uniti è aumentato dello 0,6% a livello mensile a luglio, al di sopra del consenso degli economisti (+0,3% m/m). La componente coincident è cresciuta dello 0,2% e quella lagging è scesa dello 0,2%.

L'indice di fiducia dei consumatori statunitensi elaborato dall'Universitá del Michigan, secondo la lettura preliminare di agosto, si è attestato a 95,3 punti, al di sotto del consenso a quota 98 punti. Il sotto-indice relativo alle aspettative si è attestato a 87,3 punti, mentre quello relativo alla situazione corrente è risultato pari a 107,8 punti.

Sul fronte valutario, il cross euro/usd tratta a 1,1409.

Sull'obbligazionario, i Treasury biennali hanno un rendimento del 2,62%, mentre il decennale è al 2,854%.

lus

antonio.lusardi@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1716:58 ago 2018

15:5817-08-2018
Wall Street: partenza sotto parità, mercato ancora diffidente su Turchia

MILANO (MF-DJ)--Apertura in lieve calo per Wall Street, al termine di una turbolenta settimana in cui hanno pesato come un macigno i timori sulla crisi valutaria in Turchia e soprattutto la paura che il contagio possa estendersi agli altri mercati emergenti.

Il Dow Jones è in arretramento frazionale dello 0,02%, mentre l'S&P 500 scende dello 0,04%. Il Nasdaq Composite è in ribasso dello 0,44%.

Nonostante la lira abbia recuperato buona parte del terreno perso, gli investitori restano molto prudenti di fronte alla situazione finanziaria ed economica di Ankara e oggi la valuta è tornata a perdere terreno.

"Con l'inflazione quasi fuori controllo, la Banca Centrale non si decide ad alzare i tassi per strangolare la crescita dei prezzi, e così la lira continua a scendere", spiega Tom Essaye, fondatore di The Sevens Report, secondo cui questo comportamento è causato dal fatto che "l'autorità monetaria è diventata un braccio del presidente, come molti rami del governo e delle istituzioni turche. Il nocciolo della crisi è questo", conclude Essaye, "il timore che Erdogan sia ormai un dittatore che impone la sua volontà politica a istituzioni che sarebbe meglio lasciare indipendenti".

"Le forze ribassiste scatenate dalla crisi turca faranno ancora strada prima di esaurirsi del tutto", aggiunge Simon Derrick, chief currency strategist di BNY Mellon.

Nonostante le numerose rassicurazioni in tal senso, il governo turco potrebbe non riuscire a fare a meno di imporre controlli sui capitali per supportare l'economia del Paese. Lo sostiene Mark Dowding, co-head of developed markets di BlueBay Asset Management, secondo cui si può ipotizzare che "le banche straniere e gli investitori si ritireranno dalla Turchia e lo Stato dovrá prendere il loro posto come prestatore di ultima istanza". Questo significa che il Paese "sará costretto a trasformare in surplus il suo attuale deficit delle partite correnti, con un drastico effetto sui consumi interni e un brusco rallentamento economico", prosegue l'esperto. Tra le conseguenze ci sará anche "un'impennata dei non performing loan", conclude Dowding, affermando però come BlueBay non si aspetti "che la crisi turca contagi il sistema bancario europeo".

Anche il commercio internazionale continua ad essere fonte di incertezza, soprattutto per i mercati azionari. "Dobbiamo essere particolarmente prudenti, perchè non mancano le premesse per una escalation graduale che avrebbe pesanti effetti anche sugli utili societari", commenta David Vickers, senior portfolio Manager di Russell Investments.

Sul fronte valutario, il cross euro/usd tratta a 1,1410. Sull'obbligazionario, i Treasury biennali hanno un rendiemnto del 2,604%, mentre il decennale è al 2,85%.

lus

MF-DJ NEWS

1715:58 ago 2018

10:5917-08-2018
STORIE DI BORSA: Atlantia rimbalza, revoca concessione resta poco probabile

MILANO (MF-DJ)--Rimbalza a piazza Affari Atlantia dopo il tonfo di ieri. Ora le azioni, finite anche in asta di volatilità, salgono del 5,6% a 19,325 euro.

Il Governo, secondo quanto appare sui quotidiani, sembra diviso sul tema della revoca della concessione. Mentre il leader dei 5 stelle Di Maio conferma la necessità di revoca ad Autostrade per l'Italia, il numero uno della Lega Salvini assume una posizione più cauta.

"Stiamo lavorando con gli avvocati e di sicuro va rivisto

tutto il sistema delle concessioni, c'è chi ha fatto soldi a palate e

mentre registra a bilancio miliardi di utile rivede al ribasso le cifre

per la sicurezza. Ma non è questo il momento di parlare di rescissione di

convenzioni o di contratti, faremo il punto nel Governo la settimana

prossima, prima vediamo cosa succede", dice il vice premier Matteo Salvini in un colloquio con il Corriere della Sera, aggiungendo di aspettarsi "almeno alcune decine di milioni di euro ch emi auguro nelle prossime ore vengano messe a disposizione della societá per le vittime, per la ricostruzione, per la messa in sicurezza. Questo è il punto di partenza".

"Prima facciamo una verifica su quanti miliardi sono disposti a

investire non nei prossimi anni, come da programmi che a questo punto

appaiono obsoleti, ma nei prossimi mesi", aggiunge Salvini.

Nel frattempo nelle sale operative proseguono le valutazioni degli analisti che comunque continuano a ritenere improbabile una revoca.

Gli esperti di Equita Sim (hold e Tp di 24,2 euro) in questa fase credono che il tema centrale sia la forza del contratto di concessione ed in particolare dell'indennitá di rimborso che dovrá essere assicurata ad Aspi (Npv dei cash flow del contratto originario al netto di penale del 10% ed eventuali danni).

In Equita, inoltre, ribadiscono di continuare a ritenere poco probabile una revoca della concessione, mentre si aspettano una fase di negoziazione che porti a maggiori investimenti/Opex per Aspi. Permane l'incertezza regolatoria con il rischio di avviare una fase di lungo scontro legale.

Secondo Saravana Bala, analista di Berenberg, il piú probabile risultato per Atlantia dopo il crollo di una parte del viadotto Morandi è una multa e una parziale revoca di alcune sue licenze autostradali piuttosto che una revoca completa. Mentre c'è una certa pressione per fare di Atlantia un esempio, spiega l'analista, il governo non ha alcun vantaggio dal mettere in crisi un'azienda e mettere in pericolo migliaia di posti di lavoro.

Inoltre, un termine anticipato dei contratti di concessione, che scadono nel 2038, darebbe ad Atlantia il diritto a compensazioni per miliardi di euro.

Banca Imi infine ha posto in revisione rating e target price di Atlantia. Gli esperti segnalano che il valore perso ieri dall'azione, pari a oltre 4 miliardi di euro, rappresenta circa il 30% della valutazione di Aspi di 15 miliardi di euro, l'equity value a cui i fondi infrastrutturali sono entrati nel capitale azionario di Aspi nel 2017.

In Imi evidenziano anche che se piuttosto di un ritiro della concessione, il Governo dovesse imporre una multa ad Atlantia, il sell-off di ieri rappresenterebbe un'opportunità di acquisto. In ogni caso visto che l'incertezza sulla decisione finale del Governo appare molto alta e lo scenario futuro incorpora un'ampia gamma di possibilità gli analisti pongono prezzo obiettivo e raccomandazione in revisione.

fus

(fine)

MF-DJ NEWS

1710:59 ago 2018

09:0217-08-2018
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid

MILANO (MF-DJ)--Questi i valori degli indici principali delle Borse di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid dopo i primi scambi:

  - Francoforte   Dax          12.240,15   punti  (+0,02%)
  - Londra        Ftse 100      7.558,00   punti  (+0,02%)
  - Parigi        Cac 40        5.357,20   punti  (+0,16%)
  - Madrid        Ibex-35       9.455,50   punti  (+0,30%) 

 

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

1709:02 ago 2018

09:0017-08-2018
Mercati: i consensi dei prossimi dati macro italiani ed esteri di oggi

MILANO (MF-DJ)--Questi i consensi dei prossimi dati macro-economici

della giornata forniti in mattinata dalla Direzione Centrale Studi e

Ricerche di Intesa Sanpaolo:

*EUROZONA

10h00 - surplus partite correnti giugno

(precedente: 22 mld euro)

11h00 - inflazione luglio finale

(precedente: +0,1% m/m, +2,0% a/a;

preliminare: +2,1% a/a;

consenso: -0,3% m/m, +2,1% a/a)

- inflazione core luglio finale

(precedente: inv. m/m, +0,9% a/a

preliminare: +1,1% a/a)

*USA

16h00 - superindice luglio

(precedente: +0,5% m/m;

consenso: +0,3% m/m)

- indice fiducia consumatori U.Michigan agosto preliminare

(precedente: 97,9 punti;

consenso: 98 punti)

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

1709:00 ago 2018

08:2617-08-2018
BORSE UE: prevista partenza piatta

MILANO (MF-DJ)--E' prevista un'apertura poco mossa per i listini azionari europei, con il future sul Dax in discesa di 10 punti e quello sul Ftse 100 in calo di 4.

Bene gli indici asiatici in scia ai rialzi di Wall Street sostenuta dalla prospettiva di una ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sul commercio.

Il Dow Jones ha chiuso a +1,58%, l'S&P 500 a +0,79% e il Nasdaq Composite a +0,42%.

red/est/fus

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:26 ago 2018

08:2417-08-2018
BORSE USA: seduta positiva con prospettiva negoziati Usa-Cina

MILANO (MF-DJ)--Seduta di rialzi per Wall Street, grazie alla maggiore

propensione al rischio, spinta dalla momentanea stabilizzazione della

situazione turca e dalla prospettiva di una ripresa delle trattative

Usa-Cina sul commercio.

"Credo che le tariffe doganali siano state una tattica per costringere gli altri Paesi a negoziare e ora risolvere la questione prima delle elezioni di midterm è diventato un imperativo per rimuovere la cappa di incertezza che blocca il mercato", commenta Maris Ogg, presidente di Tower Bridge Advisors.

Alcuni investitori sono convinti che anche la flessione di mercoledì non sia stata interamente dovuta alle preoccupazioni legate alla Turchia e agli altri emergenti. "Penso che molti investitori abbiano colto l'occasione per realizzare i guadagni", commenta Jerry Braakman, chief investment officer di First American Trust, ricordando come "è stata una sessione di trimestrali molto forte e la crescita dei profitti ha addirittura superato quella dei corsi dei titoli".

Il Dow Jones ha chiuso a +1,58%, l'S&P 500 a +0,79% e il Nasdaq

Composite a +0,42%.

Questi i titoli del Nasdaq piú attivi:

usd var

  Cisco Systems, Inc.                              45,16      +2,96
  JD.com, Inc.                                     31,97      -1,21
  Symantec Corporation                             19,41      +4,64
  Micron Technology, Inc.                          47,10      -0,82
  Facebook, Inc.                                  174,70      -2,69
  Apple Inc.                                      213,32      +1,46
  Invesco QQQ Trust, Series 1                     179,82      +0,33
  Intel Corporation                                47,17      -0,61
  Microsoft Corporation                           107,64      -0,02
  NVIDIA Corporation                              257,44      -0,63

Questi i titoli del Nyse piú attivi:

usd var

  General Electric Company                         12,30      +0,65
  Bank of America Corporation                      30,72      +1,19
  Walmart Inc.                                     98,64      +9,33
  AT&T Inc.                                        33,09      +1,91
  Ambev S.A.                                        4,86      -2,41
  Ford Motor Company                                9,51      +0,63
  Alibaba Group Holding Limited                   171,99      +1,27
  Teva Pharmaceutical Industries Limited           24,11      +7,30
  VALE S.A.                                        12,75      -1,47
  Chesapeake Energy Corporation                     4,25      -3,41

 

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:24 ago 2018

08:2217-08-2018
BORSA: commento di preapertura

MILANO (MF-DJ)--Si preannuncia un avvio debole per le borse europee dopo i rialzi di ieri; unica eccezione nell'ultima seduta Milano appesantita dal calo di alcuni bancari e dal tonfo di Atlantia.

L'Eurostoxx 50, secondo quanto segnalano dalle sale operative, è previsto in calo dello 0,1% in apertura.

Bene questa mattina gli indici asiatici in scia ai rialzi di Wall Street di ieri sostenuta dalla prospettiva di una ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sul commercio.

Il Dow Jones ha chiuso in progresso dell'1,58%, l'S&P 500 dello 0,79% e il Nasdaq Composite dello 0,42%.

Sul fronte macro da monitorare l'inflazione di luglio nell'Eurozona e il superindice di luglio negli Usa.

A Milano ancora attenzione ad Atlantia dopo il -22,26% di ieri. Standard & Poor's ha posto in negative watch il rating della stessa Atlantia e delle controllate Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma.

Focus anche su Unipol/UnipolSai che hanno proseguito anche ieri la salita post conti e nel resto del listino Prismi, ieri la migliore dell'Aim con un +4,72%.

fus

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:22 ago 2018

08:0117-08-2018
Borse Usa: chiusure di ieri di Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq

MILANO (MF-DJ)--Questi i valori delle chiusure di ieri degli indici

Dow Jones, Nasdaq Composite e S&P 500:

  - Dow Jones                25.558,73    (+1,58%)
  - Nasdaq Composite          7.806,52    (+0,42%)
  - S&P 500                   2.840,68    (+0,79%) 

 

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:01 ago 2018

08:0017-08-2018
BORSE SUD AMERICA: le chiusure di ieri degli indici (DJ)

MILANO (MF-DJ)--Le chiusure di ieri degli indici azionari del Sud

America:

_BEGIN_TABLE_ Indice Chiusura Var. punti Var.% Var. da 1/1

Buenos A MERVAL 26938.75 -69.45 -0.26 -10.40

Mexico C S&P/BMV IPC 48059.06 -497.63 -1.02 -2.62

Santiago IPSA 3891.13 -11.71 -0.30 -7.59

Sao Paulo BOVESPA 76818.72 -259.27 -0.34 +0.55 _END_TABLE_

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:00 ago 2018

07:5917-08-2018
L'agenda di oggi

MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piú rilevanti di oggi:

Venerdì 17 agosto

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

--

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

red/ofb

(fine)

MF-DJ NEWS

1707:59 ago 2018

07:5917-08-2018
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di oggi

MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per oggi:

VENERDI' 17 AGOSTO

*EUROZONA

10h00 - surplus partite correnti giugno

(precedente: 22 mld euro)

11h00 - inflazione luglio finale

(precedente: +0,1% m/m, +2,0% a/a;

preliminare: +2,1% a/a)

- inflazione core luglio finale

(precedente: inv. m/m, +0,9% a/a

preliminare: +1,1% a/a)

*USA

16h00 - superindice luglio

(precedente: +0,5% m/m)

- indice fiducia consumatori U.Michigan agosto preliminare

(precedente: 97,9 punti)

*E' atteso il giudizio di S&P sul rating sovrano della Turchia

lus

antonio.lusardi@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1707:59 ago 2018

19:3016-08-2018
L'agenda di domani

MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici più rilevanti della settimana:

Venerdì 17 agosto

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA POLITICA

--

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

red/ofb

(fine)

MF-DJ NEWS

1619:30 ago 2018

19:3016-08-2018
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani

MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per domani:

VENERDI' 17 AGOSTO

*EUROZONA

10h00 - surplus partite correnti giugno

(precedente: 22 mld euro)

11h00 - inflazione luglio finale

(precedente: +0,1% m/m, +2,0% a/a;

preliminare: +2,1% a/a)

- inflazione core luglio finale

(precedente: inv. m/m, +0,9% a/a

preliminare: +1,1% a/a)

*USA

16h00 - superindice luglio

(precedente: +0,5% m/m)

- indice fiducia consumatori U.Michigan agosto preliminare

(precedente: 97,9 punti)

*E' atteso il giudizio di S&P sul rating sovrano della Turchia

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

1619:30 ago 2018

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<agosto 2018>
lmmgvsd
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
  • no_eventi
Stiamo aggiornando il calendario.
A breve sarà disponibile la programmazione
delle prossime iniziative.
Storie. Il design italiano
18 luglio 2018

Per l’esposizione sono state
selezionate 180 opere...

Storie. Il design italiano
10 luglio 2018

Per l’esposizione sono state
selezionate 180 opere...

Credem: Fitch conferma i rating
13 giugno 2018

Nella giornata del 13 giugno Fitch Ratings (Fitch) ha confermato...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

schermata 2018 07 02 alle 17.21.31
Carta Nexi Black
schermata 2018 06 20 alle 11.12.45
Il “Fattore Trump”
schermata 2018 05 17 alle 10.37.01
Mercato e volatilità

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Consulenza Finanziaria Evoluta

Attività di ricerca, education finanziaria ed un servizio accurato offerto
dai migliori gestori della relazione
ed asset manager internazionali.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Chiusura d'ottava in flessione a Piazza Affari
Bene il titolo Atlantia

Banca Euromobiliare è una
boutique finanziaria specializzata
nella gestione degli investimenti
e nell'advisory.

"Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa."