Home
Breaking news
19:3003-09-2015
L'agenda di domani
19:3003-09-2015
L'agenda della settimana
19:2903-09-2015
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
19:2103-09-2015
Wall Street: rallenta con petrolio dopo rialzi post Draghi, attesa per payroll
18:0303-09-2015
STORIE DI BORSA: Draghi apre porte a espansione QE, equity vola
17:5303-09-2015
BORSA: commento di chiusura
16:5503-09-2015
WALL STREET: in netto rialzo dopo Draghi, petrolio sale
16:1103-09-2015
STORIE DI BORSA: Draghi mette a segno un altro colpo, equity in volata
15:5803-09-2015
BORSA: Milano, resta tonica dopo parole Draghi e WS
15:1703-09-2015
BORSA: Piazza Affari, sale in scia alle parole di Draghi
14:5703-09-2015
STORIE DI BORSA: Milano +2%, Draghi super accomodante
13:3203-09-2015
STORIE DI BORSA: Plt E., Dasa Register certifica una controllata
13:1103-09-2015
SOTTO LA LENTE: Brasile, i Suv dribblano il Carmageddon
12:4703-09-2015
BORSA: Milano positiva, in luce Yoox
11:2403-09-2015
BORSA: Ftse Mib +1,42%, brilla Autogrill
10:5903-09-2015
STORIE DI BORSA: Trevi, nuovi contratti positivi (analisti)
10:4703-09-2015
STORIE DI BORSA: mercato scommette ancora su Draghi
10:0003-09-2015
STORIE DI BORSA: Italia Independent, +10% dopo intesa con Adidas
19:3003-09-2015
L'agenda di domani
   MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piu' rilevanti di domani: 


  VENERDI' 4 SETTEMBRE

  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA

  Cernobbio      8h45  Al via la tre giorni del forum Ambrosetti "Lo
                       scenario di oggi e di domani per le strategie
                       competitive". Presso Villa d'Este. Termina
                       Domenica 6 settembre alle 14h00.

  Milano        11h00  Presentazione della Relazione Finanziaria 
                       semestrale 2015 di Trevi alla Comunita'
                       Finanziaria. Presso il Centro Congressi di Borsa 
                       Italiana.

  Rho           17h30  Conferenza stampa del Vicepresidente della 
                       Commissione europea per l'Unione dell'energia e 
                       clima, Maroš Šefcovic. Tra gli altri partecipanti
                       Diana Bracco, Presidente di Expo. Auditirium di 
                       Palazzo Italia, Expo Milano 2015.

  Roma                 Conferenza e presentazione del DemoTeam Italia che
                       rappresentera' l'Italia al Congresso Interski
                       2015. Presso Direzione Alitalia, Sala Congressi
                       Alfa Building, via A. Nassetti Fiumicino



  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --

red/abb

(fine)


MF-DJ NEWS
0319:30 set 2015
 
19:3003-09-2015
L'agenda della settimana
    MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piu' rilevanti della settimana:


  SABATO 5 SETTEMBRE

  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA

  Rho          15h00 Convegno "Alimentazione e sicurezza per l'infanzia
                     nei continenti". Interverrá tra gli altri Gianpiero
                     Calzolari, Presidente Granarolo. Presso l'Auditorium
                     di Palazzo Italia, Expo Milano 2015

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --


  DOMENICA 6 SETTEMBRE

  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  --

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --

red/abb

(fine)


MF-DJ NEWS
0319:30 set 2015
 
19:2903-09-2015
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
   MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per domani sulla base delle indicazioni della
Direzione Centrale Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo: 

  VENERDI' 4 settembre

  @I mercati cinesi sono chiusi per festivita'

  *GERMANIA
   08h00 - ordini settore manifatturiero luglio
           (precedente: +2% m/m;
            previsione: +0,5% m/m; consenso: -0,6% m/m)

  *FRANCIA
   08h45 - indice fiducia consumatori agosto
           (precedente: 93 punti;
            previsione: 94 punti; consenso: 94 punti)

  *USA
   14h30 - nuovi posti lavori settori non agricoli agosto
           (precedente: 215.000 unita';
            previsione: 245.000 unita'; consenso: 218.000 unitá)
         - nuovi posti lavoro settore privato agosto
           (precedente: 210.000 unitá)

  *Nel corso della giornata e' attesa la riunione del G-20 dei Ministri
delle Finanze e dei Banchieri centrali ad Ankara (Turchia)
  *Alle 14h10 e' atteso il discorso di Lacker (Fed) su "Il caso contro
ulteriori rinvii"
  *Alle 16h00 Nowotny (Bce) partecipa a una tavola rotonda

rug

(fine)


MF-DJ NEWS
0319:29 set 2015
 
19:2103-09-2015
Wall Street: rallenta con petrolio dopo rialzi post Draghi, attesa per payroll
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street ha ridotto i guadagni registrati in scia alla conferenza stampa da colomba del
presidente della Bce, Mario Draghi.

Il numero uno dell'Istituto ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita, cambiato i parametri di esposizione della Banca
ai titoli di Stato nell'ambito degli acquisti di QE e lasciato la porta aperta a ulteriori stimoli.

Il Dow Jones avanza ora dello 0,21% e l'S&P 500 dello 0,23% mentre il Nasdaq Composite ha virato in negativo e cede lo
0,14%. Andamento analogo per il petrolio che ha perso tutto il terreno guadagnato nella prima fase di contrattazioni: il
Brent cede lo 0,12% a 50,44 dollari al barile e il Wti avanza solo dello 0,54% a 46,5 usd. 

Il cambio euro/usd e' crollato di oltre una figura da 1,1230 circa fino al minimo intraday a 1,1107 ed e' ora a 1,1132 e il
rendimento del Treasury decennale e' sceso fino al 2,15% (ora 2,16%) e quello del biennale fino allo 0,68% (ora 0,69%).

Sul fronte macro le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) si sono
attestate a 282.000 unita'. Il numero e' in rialzo di 12.000 rispetto a quello rivisto della settimana precedente a 270.000
ed e' superiore al consenso degli economisti a 275.000. La media mobile nelle ultime quattro settimane, considerata piu'
attendibile dal mercato perche' meno volatile, e' a 275,500 unita', in rialzo di 3.250.

Infine il deficit commericiale Usa e' sceso dai 45,21 mld di giugno, dato rivisto al rialzo da 43,84, ai 41,86 mld di
luglio. Bene infine l'Ism servizi che ad agosto e' si sceso a 59 punti dai 60,3 di luglio, ma che si e' attestato al di
sopra del consenso degli economisti fermo a quota 58,3.

Ora il mercato resta in attesa dell pubblicazione dei non farm payroll di domani pomeriggio. "Il risultato potrebbe essere
decisivo ai fini di un rialzo dei tassi della Fed gia' a settembre, stando a quanto e' emerso nel Beige Book di ieri sera",
sottolinea Vincenzo Longo, strategist di IG. L'esperto crede che "i mercati rimarranno sostenuti sino al report di domani,
ma nel pomeriggio le vendite potrebbero riaffiorare in vista del weekend lungo di Wall Street (lunedi' chiusa per il Labor
Day) e della riapertura delle Borse cinesi".

La Federal Reserve potrebbe iniziare a rialzare i tassi di interesse prima della fine dell'anno, sostiene Hans Bevers,
economista senior di Petercam, puntualizzando pero' che i membri del Fomc "non hanno fretta. Le recenti oscillazioni dei
mercati e l'inflazione ancora al di sotto del target della Fed indicano che la Banca centrale statunitense adottera' un
approccio cauto. Stando cosi' le cose, potrebbe verificarsi un irrigidimento della politica monetaria nei prossimi anni, ma
la Federal Reserve probabilmente procedera' in maniera graduale e solo se le dinamiche economiche di fondo resteranno
abbastanza solide".

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0319:21 set 2015
 
18:0303-09-2015
STORIE DI BORSA: Draghi apre porte a espansione QE, equity vola
   MILANO (MF-DJ)--Draghi spalanca la porta a un'espansione del QE e mette
le ali ai listini europei. Il Ftse Mib termina la seduta con un rialzo del 2,62% a 22.177 punti, il Dax con un +2,68%, il
Cac-40 con un +2,17%, il Ftse 100 con un +1,82% e l'Ibex con un +1,05%.

  Il numero uno della Banca centrale europea ha subito rassicurato gli
investitori affermando che il QE andra' avanti fino a settembre 2016 e se
necessario anche oltre.

"La Bce non ha preso ancora grandi decisioni, ma il primo passo verso l'espansione del QE e' stato fatto. Pensiamo che le
probabilita' di un'estensione del QE siano aumentate" dal momento che Draghi ha annunciato di aver alzato il limite di
acquisto per ciascuna emissione di titoli di debito pubblico dal 25% al 33%, affermano gli analisti di Nordea.

"Le Borse brindano alle parole di Draghi", sintetizza Andrea De Gaetano, Portfolio Manager di MC Capital interpellato da
MF-Dowjones, che ricorda come "gia' la scorsa settimana Peter Praet, Membro Esecutivo della Bce", avesse "anticipato la
possibilita' di un'espansione o estensione del programma di QE. Oggi arriva la conferma. La Bce rivede al ribasso le
proiezioni dell'inflazione dell'Eurozona per i prossimi anni" e, nota l'esperto, "contestualmente amplia al 33% dal 25%
precedente la quota di singole emissioni di debito sovrano europeo acquistabili all'interno del QE".

  "Draghi, commentando le decisioni, esprime la massima flessibilita' ad
adattare il programma qualora necessario. Complice la chiusura delle borse cinesi per la celebrazione del settantesimo
anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale, le Borse tirano un respiro di sollievo. Piu' robusto il rimbalzo
delle Borse europee" grazie al contestuale movimento dell'euro, conclude l'esperto.

  Concorda uno strategist, secondo cui "Draghi sorprende il mercato con
toni piu' accomodanti di quello che ci si aspettasse. Il presidente della
Bce suona l'allarme sulla crescita e rivede le stime sul Pil ma allo
stesso tempo coglie l'occasione per essere ancora piu' accomodante e per
ribadire che se necessario il QE proseguira' oltre settembre 2016. Al
mercato piace".

  Le previsioni sul Pil 2015 sono state portate all'1,4% contro 1,5%
precedente, quelle sul 2016 all'1,7% contro 1,9% precedente e quelle sul
2017 all'1,8% contro 2% precedente.

  Inoltre la Bce ha ridotto le stime sull'inflazione per tener conto del
calo dei prezzi del petrolio. In dettaglio, l'inflazione per il 2015 e'
stata rivista a 0,1% contro lo 0,3% precedente, quella attesa per il 2016
all'1,1% contro l'1,5% precedente e quella prevista per il 2017 all'1,7%
contro l'1,8% precedente. Inoltre, Draghi ha precisato che nei prossimi
mesi potremmo vedere un'inflazione negativa.

James Athey, Investment Manager Aberdeen AM, nota proprio che "la Bce ha abbassato le previsioni sull'inflazione ed e'
pronta a fare di piu' se necessario". Quindi, prosegue l'esperto, "la Bce probabilmente estendera' l'attuale programma di
QE", anche se non immediatamente. C'e' voluto "un grande sforzo per ottenere il sostegno al QE, in primo luogo, ed
estenderlo richiedera' tempo e un Draghi ulteriore rallentamento dell'outlook, prima di vedere azioni", conclude l'operatore.

Sul fronte valutario, evidenziano da Fxcm, "il tono da colomba del banchiere centrale ha portato ad ampi deprezzamenti
dell'euro, arrivato contro il dollaro americano sugli importanti supporti a 1,1115 e con possibilita' di estensioni multiday
verso area 1,10".

sda/pl/fus
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0318:03 set 2015
 
17:5303-09-2015
BORSA: commento di chiusura
   MILANO (MF-DJ)--Draghi spalanca la porta a un'espansione del QE e mette le ali ai listini europei. Il Ftse
Mib termina la seduta con un rialzo del 2,62% a 22.177 punti, il Dax con un +2,68%, il Cac-40 con un +2,17%, il Ftse 100 con
un +1,82% e l'Ibex con un +1,05%.  

Nel dettaglio, il presidente della Bce, Mario Draghi, ha affermato che il QE andra' avanti fino a settembre 2016 o anche
oltre se necessario. Inoltre, Draghi ha annunciato di aver alzato il limite di acquisto per ciascuna emissione di titoli di
debito pubblico dal 25% al 33%. 

  Le previsioni sul Pil 2015 sono state portate all'1,4% contro 1,5%
precedente, quelle sul 2016 all'1,7% contro 1,9% precedente e quelle sul
2017 all'1,8% contro 2% precedente. Inoltre, come atteso dagli analisti, la Bce ha ridotto le stime sull'inflazione per
tener conto del calo dei prezzi del petrolio. In dettaglio, l'inflazione per il 2015 e' stata rivista a 0,1% contro lo 0,3%
precedente, quella attesa per il 2016 all'1,1% contro l'1,5% precedente e quella prevista per il 2017 all'1,7% contro l'1,8%
precedente. 

I dati americani sono passati in secondo piano: le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione si sono attestate a
282.000 unita', l'indice Ism manifatturiero degli Usa e' sceso ad agosto
a 59 punti dai 60,3 punti di luglio, a fronte di un consenso a 58,3 punti mentre la bilancia commerciale ha registrato a
luglio un deficit di 41,86 mld usd, in rialzo rispetto al dato del mese precedente rivisto a 43,84 mld usd a 45,21 mld usd.

Domani sara' un'altra giornata impegnativa per i mercati sul fronte macroeconomico in quanto saranno pubblicati i nuovi
posti lavori Usa nei settori non agricoli agosto (14h30), ultimo dato importante prima del Fomc del 16-17 settembre, evento
che dara' finalmente una risposta sul primo rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve. 

Le Borse americane scambiano in territorio positivo (Dow Jones +0,82%, S&P 500 +0,9%) sostenute anche dai rialzi del
prezzo del petrolio: il Brent segna un +1,94% a 51,49 usd mentre il Wti un +2,88% a 47,58 usd. 

Il greggio ha sostenuto pure il comparto dell'Oil&Gas a piazza Affari: Tenaris +5,64%, Eni +2,42% e Saipem +1,56%.
Quest'ultima attraverso la sua controllata Petrex Chilean Branch, si e' aggiudicata un nuovo contratto di Ingegneria e
Costruzione dalla societa' di Stato cilena Corporacion Nacional del Cobre de Chile (Codelco), uno dei maggiori produttori di
rame al mondo, per lo sviluppo di una condotta ad acqua e di tutte le strutture ad essa associate, incluse le stazioni di
pompaggio.

In positivo anche le banche: B.Mps +4,76%, B.Popolare +3,65%, Unicredit +3,43%, Mediobanca +3,01%, Ubi B. +2,83%,
B.P.E.Romagna +2,65%, Intesa Sanpaolo +1,79% e B.P.Milano +0,37%. 

Forti acquisti su Autogrill (+7,06% a 8,04 euro). Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione da hold a buy, con prezzo
obiettivo che passa da 8,5 a 8,8 euro. 

Molto bene Azimut H. (+5,52%). AZ International Holdings, societa' lussemburghese del gruppo Azimut H., insieme ai partner
di minoranza di Azimut Bosphorus Capital Portfoy Yonetimi A.S. (Azb), hanno firmato un accordo di fusione per incorporazione
di Azb in Azimut Portfoy Yonetimi A.S. (Azp), l'altra societa' prodotto del Gruppo Azimut in Turchia.

  Denaro su Telecom I. (+3,72%) che e' entrata nella 'European Large Caps Selected List' di Kepler Cheuvreux. 

Sul resto del listino si segnala Trevi Fin. (+2,59% a 1,226 euro) dopo che l'azienda si e' aggiudicata nuove commesse nel
settore Oil&Gas per un importo complessivo di 100 mln usd. Gli analisti hanno apprezzato molto i nuovi contratti. 

In forte rialzo Italia Independent (+9,83% a 30,6 euro) dopo la firma di un accordo internazionale della durata di quattro
anni con Adidas. Nel dettaglio, l'intesa prevede che Italia Independent sviluppera', produrra' e distribuira' i prodotti
eyewear Originals.

In rosso invece Saras (-5,42%) che a detta di un esperto ha visto prese di profitto in scia al rallentamento evidenziato dai
margini di raffinazione.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0317:53 set 2015
 
16:5503-09-2015
WALL STREET: in netto rialzo dopo Draghi, petrolio sale
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street continua a trattare in netto rialzo insieme
ai listini europei dopo la conferenza stampa del presidente della Bce,
Mario Draghi.

  Il numero uno dell'Istituto ha rivisto al ribasso le previsioni di
crescita, cambiato i parametri di esposizione della Banca ai titoli di
Stato nell'ambito degli acquisti di QE e lasciato la porta aperta a
ulteriori stimoli.

  Dopo le parole da colomba di Draghi il Dow Jones avanza dello 0,88%,
l'S&P 500 dello 0,98% e il Nasdaq Composite dello 0,66%. Il cambio
euro/usd e' crollato di oltre una figura da 1,1230 circa fino al minimo
intraday a 1,1107 ed e' ora a 1,1113 e il rendimento del Treasury
decennale e' sceso fino al 2,15% (ora 2,19% ) e quello del biennale fino
allo 0,68% (ora 0,69%).

  Un altro fattore dietro ai rialzi di Wall Street e l'accelerazione dei
prezzi del petrolio. Il Brent avanza del 3,19% a 52,11 dollari al barile e
il Wti del 4,24% a 48,21 usd. 

  Sul fronte macro le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione
negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) si sono attestate a 282.000
unita'. Il numero e' in rialzo di 12.000 rispetto a quello rivisto della
settimana precedente a 270.000 ed e' superiore al consenso degli
economisti a 275.000. La media mobile nelle ultime quattro settimane,
considerata piu' attendibile dal mercato perche' meno volatile, e' a
275,500 unita', in rialzo di 3.250.

  Infine il deficit commericiale Usa e' sceso dai 45,21 mld di giugno,
dato rivisto al rialzo da 43,84, ai 41,86 mld di luglio. Ora il mercato
resta in attesa dell pubblicazione dei non farm payroll di domani
pomeriggio.

  Bene infine l'Ism servizi che ad agosto e' si sceso a 59 punti dai 60,3
di luglio, ma che si e' attestato al di sopra del consenso degli
economisti fermo a quota 58,3. 

  La Federal Reserve potrebbe iniziare a rialzare i tassi di interesse
prima della fine dell'anno, sostiene Hans Bevers, economista senior di
Petercam, puntualizzando pero' che i membri del Fomc "non hanno fretta. Le
recenti oscillazioni dei mercati e l'inflazione ancora al di sotto del
target della Fed indicano che la Banca centrale statunitense adottera' un
approccio cauto. Stando cosi' le cose, potrebbe verificarsi un
irrigidimento della politica monetaria nei prossimi anni, ma la Federal
Reserve probabilmente procedera' in maniera graduale e solo se le
dinamiche economiche di fondo resteranno abbastanza solide".


alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0316:55 set 2015
 
16:1103-09-2015
STORIE DI BORSA: Draghi mette a segno un altro colpo, equity in volata
   MILANO (MF-DJ)--Draghi mette a segno un altro colpo: dice ai mercati tutto quello che si volevano sentir
dire e anzi usa anche un tono piu' accomodante delle attese. Il Ftse Mib reagisce a un Draghi particolarmente colomba con un
+2,12% a 22.069 punti. 

  Il numero uno della Banca centrale europea ha subito rassicurato gli
investitori affermando che il QE andra' avanti fino a settembre 2016 e se
necessario anche oltre.

"Le Borse brindano alle parole di Draghi", sintetizza Andrea De Gaetano, Portfolio Manager di MC Capital interpellato da
MF-Dowjones, che ricorda come "gia' la scorsa settimana Peter Praet, Membro Esecutivo della Bce", avesse "anticipato la
possibilita' di un'espansione o estensione del programma di QE. Oggi arriva la conferma. La Bce rivede al ribasso le
proiezioni dell'inflazione dell'Eurozona per i prossimi anni" e, nota l'esperto, "contestualmente amplia al 33% dal 25%
precedente la quota di singole emissioni di debito sovrano europeo acquistabili all'interno del QE". 

"Draghi, commentando le decisioni, esprime la massima flessibilita' ad adattare il programma qualora necessario. Complice la
chiusura delle Borse cinesi per la celebrazione del settantesimo anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale, le
Borse tirano un respiro di sollievo. Piu' robusto il rimbalzo delle Borse europee" grazie al contestuale movimento
dell'euro, conclude l'esperto. 

Concorda uno strategist, secondo cui "Draghi sorprende il mercato con toni piu' accomodanti di quello che ci si aspettasse.
Il presidente della Bce suona l'allarme sulla crescita e rivede le stime sul Pil ma allo stesso tempo coglie l'occasione per
essere ancora piu' accomodante e per ribadire che se necessario il QE proseguira' oltre settembre 2016. Al mercato piace".

  Le previsioni sul Pil 2015 sono state portate all'1,4% contro 1,5%
precedente, quelle sul 2016 all'1,7% contro 1,9% precedente e quelle sul
2017 all'1,8% contro 2% precedente.

Inoltre la Bce ha ridotto le stime sull'inflazione per tener conto del calo dei prezzi del petrolio. In dettaglio,
l'inflazione per il 2015 è stata rivista a 0,1% contro lo 0,3% precedente, quella attesa per il 2016 all'1,1% contro l'1,5%
precedente e quella prevista per il 2017 all'1,7% contro l'1,8% precedente. Inoltre, Draghi ha precisato che nei prossimi
mesi potremmo vedere un'inflazione negativa.

James Athey, Investment Manager Aberdeen AM, nota proprio che "la Bce ha abbassato le previsioni sull'inflazione ed e'
pronta a fare di piu' se necessario". Quindi, prosegue l'esperto, "la Bce probabilmente estendera' l'attuale programma di
QE", anche se non immediatamente. C'e' voluto "un grande sforzo per ottenere il sostegno al QE, in primo luogo, ed
estenderlo richiedera' tempo e un ulteriore rallentamento dell'outlook, prima di vedere azioni", conclude l'operatore.

In generale, Alastair George, Chief Strategist di Edison Investment Research, afferma che l'outlook sulla crescita e
sull'inflazione dato dalla Bce e' stato peggiore del previsto. Comunque, prosegue l'esperto, "la Bce si e' mostrata piu'
flessibile sul QE". I commenti di Draghi hanno "spinto al rialzo le azioni", conclude Alastair George.

sda/pl

(fine)


MF-DJ NEWS
0316:11 set 2015
 
15:5803-09-2015
BORSA: Milano, resta tonica dopo parole Draghi e WS
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib segna un +2,04% a 22.053 punti. 

"Siamo ancora in deciso rialzo, dopo le parole di Draghi con un tono decisamente piu' accomodante e dopo l'apertura positiva
di Wall Street. Giornata molto tranquilla per il mercato, che effettua un rimbalzo in queste ultime due sedute dopo le
perdite dei giorni scorsi", commenta un gestore contattato da MF-Dowjones.

Bene Autogrill che resta sempre in cima al listino con un +6,52%,  Kepler Cheuvreux ha alzato il giudizio sull'azione, che
passa da hold a
buy.

  Segno piu' per Azimut H. (+4,69%), Mediaset (+4,3%), Campari (+3,86%) e Fca (+2,88%).

Scambia in territorio positivo anche A2A (+1,93%). La Corte Europea ha stabilito che l'anatocismo sugli aiuti di Stato e'
legittimo e pertanto A2A dovra' rimborsare allo Stato italiano non solo 170 mln a titolo di capitale, ma anche 120 mln a
titolo di interessi composti per le esenzioni fiscali e prestiti agevolati concessi dall'Italia in favore di imprese di
servizi pubblici a prevalente capitale pubblico. Comunque la decisione della Corte Ue su A2A non ha alcun impatto negativo
sulla societa'.

Acquisti su Atlantia (+2,2%). Gli esperti di Equita segnalano che era gia' nota l'acquisizione della Societa' Autostrada
Tirrenica, chiusa ieri, e apprezzano il deal siglato da Adr con China Southern Roma. 

Denaro su Finmeccanica (+2,96%). Lo scorso 27 agosto Norges Bank ha ridotto la sua partecipazione nel capitale di
Finmeccanica all'1,837%, dal precedente 2,553% del 7 agosto.

  In rosso invece solo S.Ferragamo che cede lo 0,38%.

Sul resto del listino si segnala Eurotech (-0,47%) gli analisti di B. Imi sottolineano che nel primo semestre 2015 il debito
netto e' stato di 1,9 mln (rispetto ai 5,9 mln di cassa nel 2014), principalmente a causa dell'incremento del capitale
circolante, che il management si aspetta essere temporaneo.

gio

(fine)


MF-DJ NEWS
0315:58 set 2015
 
15:1703-09-2015
BORSA: Piazza Affari, sale in scia alle parole di Draghi
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib accelera al rialzo dopo le parole di Mario Draghi e segna un +1,78% a 22.996
punti.  

Il presidente della Bce suona l'allarme sulla crescita e rivede le stime sul Pil ma allo stesso tempo coglie l'occasione per
essere ancora piu' accomodante e per ribadire che se necessario il QE proseguira' oltre settembre 2016. 

"L'atteggiamento del presidente della Bce, molto propenso ad effettuare ulteriori manovre espansive e' piaciuto molto alle
piazze europee. Milano e' rimbalzata guadagnando e superando la soglia dei 22.000 punti. Inoltre, la Bce si e' impegnata a
sostenere la zona euro da eventuali rischi esterni, quali appunto il crollo dei prezzi del petrolio e l'economia cinese, che
sono appunto delle minacce per i mercati", commenta un gestore contattato da MF-Dowjones.

Denaro su Yoox (+5,58%). Secondo gli analisti di MB le dimissioni di Natalie Massenet, creatrice di Net-a-porter, prima
della fusione con Yoox non hanno impatti sui fondamentali e le prospettive del gruppo e rafforzano piuttosto la posizione
del patron di Yoox, Federico Marchetti all'interno dell'entita' combinata. Bene anche Moncler (+3,19%) e Luxottica (+1,59%).

Mediaset brilla a piazza Affari con un rialzo del 4,16% a 4,454 euro. Mediobanca Securities ha confermato sul titolo la
raccomandazione outperform e il prezzo obiettivo a 4,96 euro dopo la conference call di Vivendi sui risultati del secondo
trimestre. Il management ha ribadito la sua intenzione di rendere Vivendi un player mondiale di contenuti media, confermando
che la societa' e' pronta a fare acquisizioni e ribadendo il focus sull'Europa.

Segno piu' anche per il comparto bancario: B.Mps segna il 2,93%, Unicredit il 2,72%, Mediobanca il 2,5%, Ubi B. il 2,61%,
B.P.E.Romagna l'1,81%, Intesa Sanpaolo l'1,61%, e B.P.Milano lo 0,52%.

Bene anche Fca (+2,8%). Gli analisti di MB vedono un takeover ostile su General Motors improbabile mentre credono che il
management di Fca abbia consistenti possibilita' di raggiungere un significativo consenso tra gli azionisti di GM al fine di
finalizzare un'aggregazione.

Acquisti su Eni che guadagna l'1,38% e Tenaris l'1,94%. In negativo solo Saipem che cede lo 0,62%. Il Brent tratta a 50,34
dollari al barile (+0,68%) e il Wti a 46,18 usd al barile (+0,85%).

Sul resto del listino si segnala Unipol (+4,64% a 4,236 euro) che dal prossimo 21 settembre il titolo entrera' nel Ftse Mib.

In rosso invece Engineering (-0,19% a 52,35 euro). Banca Imi ha ridotto il prezzo obiettivo sul titolo da 65 a 62 euro,
confermando la raccomandazione add. Dopo i conti trimestrali gli esperti hanno abbassato le stime di utile netto 2015-2016
in media del 7%. Tagliata anche la previsione sulla posizione di cassa netta 2015 a 124 mln euro (133 mln l'attesa
precedente).

gio

(fine)


MF-DJ NEWS
0315:17 set 2015
 
14:5703-09-2015
STORIE DI BORSA: Milano +2%, Draghi super accomodante
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib (+2,06% a 22.056 punti) accelera al rialzo con le parole del presidente della
Bce, Mario Draghi, che sta dicendo esattamente quello che il mercato voleva sentire, con un atteggiamento anche piu'
accomodante del previsto.   

Il numero uno della Banca centrale europea ha subito rassicurato gli investitori affermando che il QE andra' avanti fino a
settembre 2016 e se necessario anche oltre.  

"Draghi sorprende il mercato con toni piu' accomodanti di quello che ci si aspettasse. Il presidente della Bce suona
l'allarme sulla crescita e
rivede le stime sul Pil ma allo stesso tempo coglie l'occasione per essere ancora piu' accomodante e per ribadire che se
necessario il QE proseguira' oltre settembre 2016. Al mercato piace", commenta uno strategist contattato da MF-Dowjones.

Le previsioni sul Pil 2015 sono state portate all'1,4% contro 1,5% precedente, quelle sul 2016 all'1,7% contro 1,9%
precedente e quelle sul 2017 all'1,8% contro 2% precedente. 

Inoltre, come atteso dagli analisti, la Bce ha ridotto le stime sull'inflazione per tener conto del calo dei prezzi del
petrolio. In dettaglio, l'inflazione per il 2015 e' stata rivista a 0,1% contro lo 0,3% precedente, quella attesa per il
2016 all'1,1% contro l'1,5% precedente e quella prevista per il 2017 all'1,7% contro l'1,8% precedente. Inoltre, Draghi ha
precisato che nei prossimi mesi potremmo vedere un'inflazione negativa.

sda/pl

(fine)


MF-DJ NEWS
0314:57 set 2015
 
13:3203-09-2015
STORIE DI BORSA: Plt E., Dasa Register certifica una controllata
   MILANO (MF-DJ)--Quotazioni in rialzo su Aim Italia per Plt Energia,
holding di partecipazioni industriali operante nel mercato delle energie
rinnovabili con una produzione annua di energia elettrica di oltre 230
GWh. 

  Le azioni, con scambi pari solo a 500 pezzi, registrano un progresso del 3,11% a 1,959 euro. 

Di oggi la notizia che l'istituto certificatore Dasa Ragister ha concluso positivamente l'iter di certificazione combinata
BS OHSAS 18001:2007, EN ISO 14001:2004, EN ISO 9001:2008 della controllata Plt engineering. 

La societa', in particolare, ha ottenuto il rinnovo della certificazione "En Iso 9001;2008" che definisce i requisiti per la
realizzazione di un sistema di gestione della qualita' e il rinnovo della norma "Bs Ohsas 18001:2007", che certifica il
sistema di gestione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Inoltre, l'azienda ha ricevuto la certificazione
della norma "En Iso 14001:2004" che definisce il quadro di riferimento su cui impostare le attivita' e definire gli
obiettivi ambientali.

Da segnalare anche che lo scorso 5 agosto l'Autorita' Garante della Concorrenza e del Mercato ha deliberato di attribuire
alla stessa Plt Energia il Rating di legalita' con il punteggio di due stellette. 

Il rating e' un nuovo strumento introdotto dall'Agcm volto alla promozione e all'introduzione di principi di comportamento
etico nelle aziende, tramite l'ssegnazione di un "riconoscimento" che rappresenti il rispetto della legalita' da parte delle
imprese.

All'attribuzione del rating, l'ordinamento ricollega vantaggi in sede di concessione di finanziamenti pubblici e
agevolazioni per l'accesso al credito bancario e rappresenta un requisito essenziale per la partecipazione delle imprese ai
bandi pubblici.

Sempre ad agosto, ed esattamente il 7, Integrae Sim - che agisce in qualita' di Nomad - ha alzato il target price del titolo
a 4,2 euro da 3,5 euro (buy confermato).

fus
marco.fusi@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0313:32 set 2015
 
13:1103-09-2015
SOTTO LA LENTE: Brasile, i Suv dribblano il Carmageddon
   MILANO (MF-DJ)--Il mercato automobilistico brasiliano e' nel pieno di un
Carmageddon gia' visto prima negli Usa e poi in Europa ma intanto un
segmento riesce a dribblare il tonfo della domanda e, anzi, a lanciare
segnali di crescita.

  In un mercato che ad agosto ha mostrato un crollo delle immatricolazioni
di auto passeggeri di ben il 20,5%, quasi un punto percentuale in piu'
rispetto alla contrazione del 19,4% del cumulato annuo, i Suv sono in
netta controtendenza e rappresentano l'unico segmento in crescita, un
evento comunque non sorprendente alla luce delle dichiarazioni di diversi
rappresentanti di settore dei mesi scorsi e non dissimile peraltro da
quanto gia' riscontrato in Europa nel pieno della crisi degli anni scorsi.

  Dai dati forniti dalla federazione dei concessionari Fenabrave emerge il
buon stato di salute dei Suv in Brasile sia nel mese di agosto che nei
primi otto mesi dell'anno, periodi entrambi chiuso con un trend in
crescita, al contrario di altri segmenti che hanno invece mostrato
andamenti contrastanti. Ad agosto sono stati immatricolati 27.951 Suv, in
calo rispetto ai 29.323 di luglio ma in decisa crescita (+18,75%) rispetto
ai 23.538 dell'analogo mese del 2014, mentre nel cumulato annuo sono
190.605, lo 0,5% in piu' sui primi 8 mesi del 2014. La crescita e' pero'
ancor piu' visibile considerando il loro peso sul totale della domanda. I
Suv hanno rappresentato lo scorso mese il 16,54% del mercato, contro il
16,03% di luglio e soprattutto a fronte dell'11,05% di agosto 2014, mentre
il loro peso da inizio anno e' passato dal 10,85% al 13,65%.

  La crescita degli Sport Utility Vehicles in Brasile non e' dissimile da
quanto avvenuto negli anni scorsi in Europa pur con le ovvie differenze
tra un mercato comunque ancora emergente e uno ormai piu' che maturo. Da
una parte le case automobilistiche stanno investendo da anni
sull'allargamento della gamma dei Suv, dall'altra gli automobilisti sono
sempre piu' favorevoli ad acquistare tale tipologia di veicoli. Vale in
Europa e altri mercati come la Cina, vale evidentemente anche in Brasile,
dove peraltro da mesi le case hanno giustificato i loro continui
investimenti sulla struttura produttiva nonostante il calo della domanda
proprio con la crescita attesa per il segmento. E a investire in nuove
strutture per produrre Suv, grandi o piccoli, compatti o di lusso, sono
grandi nomi dell'automobilismo come nel caso di Mercedes, Jaguar Land
Rover, Audi e la Jeep del gruppo Fca. Proprio quest'ultima sta replicando
nel Paese sudamericano il successo conseguito con la Renegade tra Stati
Uniti ed Europa. Il Suv compatto e' prodotto dalla scorsa primavera anche
a Goiana, nello Stato di Pernambuco, e la sua commercializzazione ha
consentito al brand americano di entrare nella top-ten mensile dei brand
automobilistici salendo al nono posto quando negli anni scorsi non
figurava neanche tra i primi venti. 

  Non solo. Il Renegade e' gia' vicino a soddisfare gli auspici dei
vertici di Fca. Lo scorso marzo Sergio Ferreira, direttore generale di
Chrysler Brazil, aveva chiarito l'obiettivo di Fca: replicare il successo
europeo e conquistare la leadership del segmento detronizzando il Ford
EcoSport. "Qualunque siano i volumi dell'EcoSport nel 2015, cercheremo di
vendere qualcosa di piú", aveva affermato il manager. L'obiettivo non e'
lontano. Il Renegade e' stato infatti venduto gia' in 14.837 esemplari nei
pochi mesi di commercializzazione, a fronte dei 23.702 del Suv dell'Ovale
Blu da inizio anno. Nel solo mese di agosto, poi, sono 4.598 i  Renegade
contro i 2.965 EcoSport. 

  I dati del Renegade, anche all'interno di un mercato in caduta libera,
confermano le prospettive di crescita del segmento dei Suv compatti e
rafforzando le scelte di Fca cosi' come di tante altre case. D'altro canto
Ferreira ha scommesso lo scorso marzo su una crescita per il segmento del
40%/50% nel 2015 fino ad arrivare a 328.000 unita' entro il 2018.


mur
rosario.murgida@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0313:11 set 2015
 
12:4703-09-2015
BORSA: Milano positiva, in luce Yoox
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib continua a scambiare in territorio positivo
e guadagna l'1,34% a a 21.900 punti.

  "Piazza Affari oggi sembra abbastanza tranquilla, senza troppa
volatilita'. Il mercato prosegue il rimbalzo innescato nelle ultime due
sedute. Il sentiment degli investirori e' attendista per il prossimo
appuntamento previsto il 16/17 settembre, giorni in cui si riunira' il
Fomc", commenta un gestore contattato da MF-Dowjones.

  Brilla a Piazza Affari Yoox che segna un +6,07% a 28,20 euro. Il
titolo beneficia della notizia che la creatrice di Net-a-Porter (Natalie
Massenet) ha dato le dimissioni prima della fusione con Yoox, data la sua
ostilita' nei confronti dell'operazione. Proprio ieri l'operazione di
aggregazione tra Yoox e The Net-a-Porter ha ottenuto tutti i necessari
nulla osta antitrust.

  Continua il segno piu' per Autogrill (+5,93% a 7,955 euro). Kepler
Cheuvreux ha alzato la raccomandazione sul titolo da hold a buy, con
prezzo obiettivo da 8,5 a 8,8 euro. Gli analisti parlano di appeal
speculativo dalla potenziale separazione delle attivita' Usa, che potrebbe
ridurre lo sconto rispetto ai peer, con un margine di rialzo rispetto
all'attuale valore di Borsa calcolato in oltre il 30%. La valutazione,
concludono gli esperti, potrebbe arrivare a 10 euro.

  Bene anche Campari (+3,94%), gli analisti di Kepler Cheuvreux apprezzano
il posizionamento del gruppo, con il suo focus sui mercati
americano ed europeo e la bassa esposizione all'Asia. I suoi brand
principali stanno vivendo un momentum positivo e vedono un potenziale per
sfruttarli nei nuovi mercati.

  Acquisti su Azimut H. (+2,73%), B.Unicem (+2,24%), Stm (+2,18%) e
Finmeccanica (+1,94%).

  Scambia in territorio positivo Fca (+2,06%). Sace ha garantito un
finanziamento di 200 mln a sostegno di nuove forniture da parte di Fca
Italy a Tofas (Turk Otomobil Fabrikasi), il maggiore gruppo
automobilistico turco partecipato in joint venture da Fiat Chrysler
Automobiles e Koc Holding.

  Sopra la parita' Pirelli (+0,2% a 14,95%). Icbpi ha evidenziato che il
Cda della societa' ha approvato la congruita' del prezzo di 15 euro per
azione, stabilito per l'offerta obbligatoria totalitaria sulle azioni
ordinarie e di risparmio. A detta degli analisti il recente peggioramento
delle condizioni di mercato, specie in America Latina, potrebbe spingere
verso un'elevata adesione all'offerta pubblica di acquisto. 

  In ordine sparso invece il comparto dell'Oil&Gas: in rosso Saipem che
cede l'1,06%, mentre Tenaris segna l'1,41% e Eni lo 0,97% su cui Nomura in
una nota sul comparto Oil resta reduce sul titolo. Gli esperti segnalano
che Eni tratta a sconto in termini di rapporto Ev/Dacf, ma notano che se
il numero uno Claudio Descalzi riuscira' a continuare con i successi sul
fronte delle Esplorazioni (come avvenuto in Egitto) questo gap dovrebbe
chiudersi.

  Tra le altre blue chip segna un +1,83% a 2,78 euro Panariagroup. Banca
Imi ha alzato il prezzo obiettivo a 4,39 euro da 2,77 euro sul titolo,
confermando la raccomandazione buy. La banca ha rivisto al rialzo le
proprie stime 2015-2017 a seguito della crescita raggiunta in tutte le
principali macro aree nel primo semestre dal gruppo.


gio

(fine)


MF-DJ NEWS
0312:47 set 2015
 
11:2403-09-2015
BORSA: Ftse Mib +1,42%, brilla Autogrill
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib sta guadagnando qualche punto in piu' nell'ultima ora (+1,42% a 21.919 punti),
dopo aver avviato la seduta sopra la parita'.

"Il mercato oggi sta cercando di reagire, e sta recuperando le perdite dei giorni scorsi. A favorire tale situazione e' la
chiusura delle borse cinesi per festivita', che attenuano la volatilita' sui mercati di cui erano fondamentalmente
responsabili", commenta un gestore contattato da MF-Dowjones.

Brilla a Piazza Affari Autogrill (+5,53% a 7,925 euro) su cui Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione sul titolo da
hold a buy, con prezzo obiettivo che passa da 8,5 a 8,8 euro. Dopo una debole performance, gli esperti si aspettano un terzo
trimestre probabilmente positivo e buone notizie dal business europeo.

Bene anche il settore del lusso: Yoox segna un +5,88%, Moncler il 3,57%, Luxottica lo 0,59%, Tod's lo 0,62% e S.Ferragamo lo
0,26%.

Acquisti su Telecom I. (+2,98%). Kepler Cheuvreux ha inserito l'azione nella propria 'European Large Caps Selected List'.
Per gli esperti la recente correzione di mercato offre una finestra di opportunita' per investire nella societa'.

Segno piu' sul comparto bancario: Ubi B. guadagna l'1,6%, Mediobanca l'1,82%, B.Popolare l'1,59%, B.P.E.Romagna l'1,55%,
B.Mps l'1,44%, Unicredit l'1,23%, Intesa Sanpaolo lo 0,99% e B.P.Milano lo 0,42%.

In positivo anche il settore delle utility: Enel (+1,08%), Terna (+0,83%) e Snam (+0,83%) la cui competizione  potrebbe
aumentare in vista di un eventuale ingresso in Tap, infatti sarebbe interessata a entrare nel consorzio del Trans Adriatic
Pipeline, progetto che prevede la costruzione di una pipeline che porterebbe, dal 2020, il gas dall'Azerbaigian alla Puglia.

  In controtendenza Saipem che cede lo 0,44%, mentre Tenaris guadagna l'1,85% e Eni l'1,38%.

Sul resto del listino si segnala Italia Independent che segna un +9,93%, il titolo corre dopo la firma di un accordo
internazionale della
durata di quattro anni con Adidas. Nel dettaglio, l'intesa prevede che
Italia Independent sviluppera', produrra' e distribuira' i prodotti
eyewear Originals.

Bene anche Trevi Fin. (+2,58%) dopo che l'azienda si e' aggiudicata nuove commesse nel settore Oil&Gas per un importo
complessivo di 100 mln usd. In particolare, Drillmec ha firmato un contratto del valore di circa 60 mln usd, mentre Petreven
ha siglato un'intesa da 40 mln usd.

gio

(fine)


MF-DJ NEWS
0311:24 set 2015
 
10:5903-09-2015
STORIE DI BORSA: Trevi, nuovi contratti positivi (analisti)
   MILANO (MF-DJ)--Denaro a piazza Affari su Trevi Fin. (+1,84% a 1,217
euro) dopo che l'azienda si e' aggiudicata nuove commesse nel settore
Oil&Gas per un importo complessivo di 100 mln usd. 

  Drillmec, in particolare, ha firmato un contratto del valore di circa 60
mln usd per la fornitura di attrezzatura specializzata per due impianti di
tipo semisommergibili tender assisted di 3,000hp con un drilling
contractor di primario standing, mentre Petreven ha siglato una nuova
intesa con una primaria societa' internazionale italiana specializzata
nella produzione di energia da fonti rinnovabili e nella geotermia in Cile
per la fornitura di servizi di perforazione nel cantiere geotermico di
Cerro Pavellon. Il valore della commessa e' pari a circa 40 mln usd ed ha
una durata di 34 mesi.

  Banca Imi ritiene che il contratto Drillmec sia gia' incluso nei dati
relativi al portafoglio ordini comunicati recentemente in occasione della
pubblicazione dei conti, mentre il deal con Petreven si aggiunge
all'attuale portafoglio. 

  Per gli analisti, comunque, nuovi ordini saranno necessari per
migliorare la visibilita' sui risultati 2016 nelle attivita' Oil&Gas, il
cui outlook resta estremamente incerto. Banca Imi nel complesso giudica
queste commesse come un segnale moderatamente positivo per l'azienda, ma
resta cauta visti l'alto livello di debito e le prospettive incerte
sull'Oil&Gas.

  A detta di Banca Akros, invece, le commesse rafforzano il portafoglio
ordini e aumentano la visibilita' sui risultati 2015 e confermano che, a
parte le dinamiche negative di Drillmec nell'offshore degli ultimi tre
mesi, l'attivita' nel business Oil&Gas sta continua bene. Rating neutral e
Tp di 1,9 euro per azione confermati.

  "Buoni ordini, che danno un po' di sollievo alla raccolta
del gruppo. Il punto cruciale e' sempre rappresentato dalla redditivita'
implicita in questo tipo di contratti, anche considerando il costo del
finanziamento del capitale circolante", commentano gli analisti di
Mediobanca Securities.

   Gli esperti sull'azione hanno una raccomandazione underperform, con
prezzo obiettivo a 1,13 euro: "non vediamo un miglioramento significativo
nella questione cruciale storica del gruppo, vale a dire il debito e la
mancanza di generazione di cassa; potrebbe anche peggiorare. Sulla base
delle nostre stime di Ebitda 2016-2017 (rispettivamente 101 mln e 104 mln
euro), il debito netto/Ebitda si posiziona oltre 4,5 volte, insostenibile,
secondo noi, per una societa' del settore. Dopo aver recentemente
finalizzato un aumento da circa 200 mln euro, serve ancora nuovo equity
per un ammontare simile o maggiore (vale a dire tra 200 e 250 mln)".


fus/pl
marco.fusi@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0310:59 set 2015
 
10:4703-09-2015
STORIE DI BORSA: mercato scommette ancora su Draghi
   MILANO (MF-DJ)--Il mercato scommette ancora una volta su Mario Draghi e il Ftse Mib guadagna l'1,46% a
21.926 punti in vista della conferenza stampa del presidente della Bce in agenda alle 14h30. 

L'azionario, spiega un operatore, prosegue il movimento positivo innescato ieri (+0,75%) in attesa dell'appuntamento con la
Banca centrale europea. I dati sui Pmi servizi e composito ad agosto nell'Eurozona sono stati sostanzialmente in linea con
le attese. 

Gli analisti di Deutsche Bank attendono Draghi e il dato sui nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli Usa di agosto in
agenda per venerdi' alle 14h30: quest'ultimo "sara' il dato macro piu' importante prima della riunione della Fed" del 16-17
settembre. 

Per quanto riguarda Draghi, "la conferenza dovra' essere seguita molto attentamente" dal momento che si dovrebbero almeno
riconoscere i rischi al ribasso per l'economia, "ribadire l'impegno del QE e segnalare che la Bce e' pronta ad agire". 

Tuttavia, proseguono gli esperti, questa volta la retorica potrebbe non essere sufficiente e quindi Draghi potrebbe
"esplicitamente menzionare il fatto che la probabilita' che la Bce dovra' fare di piu' per raggiungere" il suo obiettivo
sull'inflazione "e' aumentata. Questo
potrebbe eventualmente includere un'estensione della durata o un
incremento dell'acquisto mensile di asset".

Saxo Bank evidenzia che oggi la Bce pubblichera' "le nuove previsioni sull'andamento dell'inflazione che, visto il crollo
del prezzo delle materie prime, petrolio in primis, dovrebbero essere riviste al ribasso e allontanare nuovamente il target
del 2%".

Exane Bnp Paribas pensa che "la Bce dovra' ridurre le previsioni sull'inflazione per quest'anno e per il 2016. Comunque, dal
momento che riteniamo che non vi sia ancora il consenso per ulteriori mosse di politica monetaria, sarebbe un po' strano
vedere gia' adesso un taglio delle stime anche sull'inflazione per il 2017 e quindi pensiamo che questo sara' fatto nel mese
di dicembre". Contestualmente, proseguono gli analisti, a fine anno "la Bce dovra' allungare la durata del QE e quindi si
impegnera' a comprare asset almeno fino a marzo 2017 (da settembre 2016)".

  In sintesi, come afferma Danske Bank, "la Banca centrale europea e'
sotto pressione" per il fatto di dover adottare un atteggiamento ancora
piu' accomodante dal momento che l'outlook dato sull'inflazione inizia ad
essere impegnativo da raggiungere.

sda/pl/fus
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0310:47 set 2015
 
10:0003-09-2015
STORIE DI BORSA: Italia Independent, +10% dopo intesa con Adidas
   MILANO (MF-DJ)--Vola Italia Independent, subito miglior titolo dell'Aim
con un progresso del 9,66% a 30,55 euro.

  Le azioni corrono dopo la firma di un accordo internazionale della
durata di quattro anni con Adidas. Nel dettaglio, l'intesa prevede che
Italia Independent sviluppera', produrra' e distribuira' i prodotti
eyewear Originals.

  L'accordo e' stato siglato dopo il successo avuto dalla collezione di
occhiali ispirata all'iconica sneaker, la Superstar, lanciata a marzo
del corrente anno. 

  Gli esperti di Equita (che opera in qualita' di Nomad) ritengono che
Italia Independent con questa intesa possa mirare a rilanciare il segmento
eyewear di Adidas che potrebbe valere alcuni milioni di euro di ricavi
Wholesale. Si tratta, proseguono gli analisti, di un'opportunita' per
sviluppare il brand, soprattutto all'estero, grazie al co-branding con
adidas Originals e alla distribuzione diretta di Adidas nelle proprie
location. 

  E' anche una dimostrazione dell'apprezzamento per quanto fatto in
termini di design e prodotto in questi anni, concludono da Equita. Rating
buy e tp di 40 euro invariati. Banca Imi, invece, conferma il giudizio add
con prezzo obiettivo a 37 euro.

 "Sono estremamente fiero che, a pochi anni dalla sua nascita, Italia
Independent sia stata capace di creare un modello di business vincente in
un settore competitivo come l'eyewear, grazie alle sue qualita' umane e
competenze professionali", commenta Lapo Elkann, Co-fondatore e
Presidente di Italia Independent. "Tutto questo ci ha permesso di dar vita
a un legame sinergico con un brand cosi' forte. La nostra partnership,
iniziata lo scorso anno, e' stata sempre caratterizzata dalla volonta' dei
due team di lavorare fianco a fianco. Oggi la nostra unione e' ancora piu'
forte e questo e' solo l'inizio di
qualcosa di veramente entusiasmante".


fus/pl
marco.fusi@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
0310:00 set 2015
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<settembre 2015>
lmmgvsd
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
  • shutterstock_76986427_hp
    culturale_w
    15
15 settembre 2015 - dalle 18.00
Concerto Beethoven con il maestro Leotta
Evento culturale

Concerto Beethoven con la direzione del maestro Christian Leotta...


> Vai all'evento

Villa Carlotta - Via Regina, 2 - 22019, Tremezzina (CO)
Apre una nuova filiale a Udine
02 settembre 2015

Proseguono gli investimenti
per la crescita...

Le 32 sonate di Beethoven
27 agosto 2015

Da Bangkok a Villa Carlotta,
il pianista comasco...

Consistenze patrimoniali 10 MLD, utile netto 6,8 MLN
07 agosto 2015

Banca Euromobiliare,
situazione patrimoniale...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

impresa_responsabile
L'impatto sociale dell'impresa responsabile
schermata 2015 05 21 alle 14.58.13
BE Mobile
schermata 2015 05 21 alle 14.45.03
Presentazione portale Banca Euromobiliare

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Consulenza Finanziaria Evoluta

Attività di ricerca, education finanziaria ed un servizio accurato offerto
dai migliori gestori della relazione
ed asset manager internazionali.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Chiusura positiva a Piazza Affari
In salita Azimut

Banca Euromobiliare è una
boutique finanziaria specializzata
nella gestione degli investimenti
e nell'advisory.

Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa.