Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
17:4925-02-2020
BORSA: commento di chiusura
17:0025-02-2020
WALL STREET: timori coronavirus restano, indici virano in rosso
16:4125-02-2020
MARKET TALK: Ws inverte rotta e passa in rosso, acquisti su Treasury
16:1125-02-2020
BORSA: piazza Affari -0,73%, WS in lieve rialzo
15:4225-02-2020
Wall Street: tenta rimbalzo dopo peggior seduta da 2 anni
15:1825-02-2020
BORSA: equity in calo, WS attesa poco mossa
14:2525-02-2020
SOTTO LA LENTE: con 1* ok bondholder si avvicina creazione Progetto Italia
14:1425-02-2020
STORIE DI BORSA: rimbalzo dura poco, sentiment breve negativo
13:1825-02-2020
MARKET TALK: impatto virus significativo ma temporaneo (sentiment)
12:5225-02-2020
BORSA: Milano -0,56%, in rialzo Cnh I.
12:5225-02-2020
MARKET TALK: selloff non sorprendente, solo in ritardo
11:1925-02-2020
BORSA: equity in calo, bene Nexi
11:1425-02-2020
MARKET TALK: Borsa si interroga su impatto su economia (sentiment)
10:4425-02-2020
STORIE DI BORSA: rimbalzo dura poco, equity di nuovo in rosso
09:2525-02-2020
BORSA: listini in rialzo in avvio di seduta
09:0325-02-2020
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid
08:3025-02-2020
BORSE UE: equity in rimbalzo in avvio di seduta
08:2725-02-2020
BORSA: commento di preapertura
17:4925-02-2020
BORSA: commento di chiusura

MILANO (MF-DJ)--L'azionario milanese ha chiuso in calo la seduta, con una prestazione leggermente migliore delle altre Borse in Europa, dove Parigi ha perso l'1,94%, Francoforte l'1,88% e Londra l'1,94%. Le piazze europee hanno accelerato al ribasso a un'ora dalla chiusura in scia al peggioramento di Wall Street.

Il Ftse Mib ha segnato un ribasso dell'1,44% a 23090 punti. Al momento Wall Street è in calo, con il Dow Jones che registra -1,02%, dopo un tentativo di rimbalzo fallito in apertura.

Permangono i timori tra gli investitori sull'impatto economico dell'epidemia di coronavirus, in particolare dopo l'impennata di casi registrati in Italia e Corea del Sud. Nel nostro Paese al momento il conteggio dei casi ha raggiunto quota 280 con 7 decessi; l'effetto del coronavirus sul Pil italiano del primo trimestre "sará probabilmente elevato", affermano da Citigroup.

Sul fronte dei dati macro, il prodotto interno lordo tedesco è rimasto invariato a livello trimestrale a fine 2019 (+0,4% a/a), con i consumi interni che sono rimasti la fonte principale di crescita dell'economia di Berlino, sebbene in marcato rallentamento rispetto al 3* trimestre dello scorso anno.

La fiducia delle imprese francesi è rimasta invariata a 102 punti a febbraio, stesso livello di gennaio. Il dato ha però battuto il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal, che aveva stimato una lettura a 99 punti.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti, l'indice sulla fiducia dei consumatori si è attestato a febbraio a 130,7 punti, in calo rispetto ai 130,4 di gennaio. Il dato è inferiore al consenso degli economisti, che si aspettavano una lettura a quota 132,4 punti.

A piazza Affari, tra gli industriali, ha brillato Cnh I. (+2,94%), mentre hanno chiuso in negativo B.Unicem (-3,5%), Leonardo Spa (-2,82%), Pirelli (-2,2%), Prysmian (-1,77%), Stm (-0,76%) e Fca (-0,72%).

In rimbalzo il settore del lusso, che ieri ha subito forti cali. In particolare Tod'S (+3,79%) e S.Ferragamo (+0,41%). In rosso, invece, B.Cucinelli (-5,35%).

In rialzo Juventus (+0,65%), dopo le pesanti perdite di ieri, in cui aveva chiuso a -11,83%. Kepler Cheuvreux ha ridotto il prezzo obiettivo da 1,3 a 1,1 euro sul titolo, confermando la accomandazione hold, in scia ai "deboli risultati del primo semestre" 2019-2020.

Contrastati i bancari. In rally B.Mps (+2,7%). Bene Bper (+0,1%), mentre hanno perso terreno Banco Bpm (-4,05%), Intesa Sanpaolo (-1,96%), Unicredit (-1,8%) e Ubi B. (-0,94%). Equita Sim ha stimato un -8% sugli utili se dovesse peggiorare il quadro macroeconomico con una riduzione delle previsioni di crescita del Pil nel 2020.

Contiene i cali A2A (-0,72%), che ha chiuso il 2019 riportando un Ebitda preliminare di 1,23 mld euro, in linea con l'anno precedente, con gli investimenti sono in oltre cresciuti del 25% a/a a 0,63 mld. In rosso Enel (-2,8%).

Male anche Saipem (-1,15%), nonostante il protocollo d'intesa con la societá di costruzioni saudita Abdel Hadi Abdullah Al Qahtani & Sons Company (AHQ). Banca Imi ha ribadito il rating buy e il prezzo obiettivo a 5,9 euro sul titolo in attesa dei risultati 2019, previsti per domani.

In forte flessione Diasorin (-3,89%), Amplifon (-3,68%) e Poste I. (-1,52%). Da segnalare anche i titoli del risparmio gestito, tra cui Finecobank (-2,64%), B.Generali (-2,3%), Anima H. (-2,89%) e Azimut H. (-1,16%).

Tra le mid cap, in evidenza A.Bologna (+4,69%), Astaldi (+4,42%) e Garofalo (+2,11%). In rialzo Salini Impregilo (+4,06%), che ha appreso con soddisfazione il risultato della votazione di oggi dell'assemblea dei portatori delle obbligazioni del prestito obbligazionario emesso da Astaldi da 140 milioni di euro in scadenza 2024, che ha approvato con il voto favorevole dell'80% dei presenti la proposta di concordato preventivo in continuitá aziendale diretta di Astaldi.

In territorio positivo anche Erg (+0,64%), che, tramite la propria controllata Erg Eolienne France, ha acquistato oggi dalla societá lussemburghese Long Wind France SA il 100% del capitale di cinque societá di diritto francese titolari di tre parchi eolici in Francia. Banca Akros ha confermato il rating neutral, con prezzo obiettivo a 20 euro, sul titolo.

In rosso Technogym (-4,79%), su cui Kepler Cheuvreux ha ridotto il prezzo obiettivo da 10,3 a 9,4 euro, confermando la raccomandazione hold, con una revisione delle stime di Eps, che vengono abbassate del 4,4% sul 2019 e dell'8% sul 2020. Seguono Cir (-3,96%) e Astm (-2,43%).

In calo pure Sogefi (-1,42%), in scia ai giudizi degli analisti dopo i conti dello scorso anno. Banca Imi ed Equita Sim hanno confermato la raccomandazione hold, la prima mettendo il prezzo obiettivo in revisione, la seconda abbassandolo da 1,6 a 1,4 euro. Kepler Cheuvreux, da parte sua, ha ridotto il Tp da 1,3 a 1,1 euro, ribadendo la raccomandazione reduce, mentre Banca Akros ha limato il target price a 1,75 da 1,9 euro, confermando ad accumulate il rating.

Sull'Aim, in rally Innovatec (+11,54%) e Maps (+9,53%), in scia all'ampliamento della collaborazione con Philip Morris International, che porta ordini aggiuntivi di circa 180 mila euro nell'ambito del progetto Digital factory. In rosso Confinvest (-7,8%), dopo il +19,31% di ieri.

cm

chiara.migliaccio@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

2517:49 feb 2020

17:0025-02-2020
WALL STREET: timori coronavirus restano, indici virano in rosso

MILANO (MF-DJ)--Gli indici azionari americani hanno fallito il tentativo

di rimbalzo e trattano ora in ribasso di quasi un punto percentuale dopo

aver registrato ieri la peggior seduta da due anni. L'inversione di

tendenza non sembra aver avuto un catalizzatore specifico, restano vive

negli investitori le paure per la diffusione globale del coronavirus.

Il Dow Jones arretra dell'1% e l'S&P 500 dell'1,09%. Il Nasdaq

Composite perde l'1,05%.

In parallelo proseguono gli acquisti sugli asset sicuri, come i titoli

di Stato Usa, con il rendimento del T-Note decennale che scende a 1,33%, a

un passo dal minimo storico a 1,32%.

"Il balzo dei casi registrati durante il week-end in varie regioni del

mondo sta portando molti investitori a rivalutare le stime di crescita

2020", commenta Ryan Detrick, senior market strategist di Lpl Financial,

secondo cui "potremmo rapidamente veder corretti anche gli outlook sugli

utili".

Il brusco selloff di ieri sui mercati, in particolare azionari, "non è

sorprendente, è arrivato solo piú tardi del previsto", afferma Michael

Winkler, responsabile della strategia di investimento presso St.

Galler Kantonalbank Deutschland. Come mostrato nella precedente

esperienza, "la paura e il panico sono cattivi consiglieri" e questa volta

non sará diverso, prosegue Winkler. Sia la SARS che i focolai di influenza

aviaria "hanno dimostrato che le recessioni economiche dovute ad epidemia

sono generalmente compensate nei trimestri successivi", prosegue

l'esperto, che si aspetta inoltre che le banche centrali siano pronte a

fornire una mano per mitigare qualsiasi effetto del virus sull'attivitá di

business.

Prima del violento sell-off di ieri sui mercati azionari globali, gli

indici avevano continuato a salire quest'anno anche quando l'epidemia si

era diffusa in gran parte in Cina, con gli investitori che si aspettavano

impatti a breve termine e sostegno da parte delle banche centrali.

Piú di 80.000 casi di coronavirus e 2.700 decessi correlati sono stati

confermati a livello globale, secondo i dati compilati dalla Johns Hopkins

University.

"Le dimensioni di questo shock economico sembrano sempre piú grandi su

scala globale", afferma James Athey, senior investment manager di Aberdeen

Standard Investments, secondo cui "quello che a cui stiamo assistendo è il

crack di un rally azionario guidato solo dal sentiment". Athey si aspetta

che gli investitori continuino ad acquistare titoli del Tesoro degli Stati

Uniti, riducendo i loro rendimenti poichè si prevedono ulteriori riduzioni

dei tassi e gli investitori si coprono da una recessione economica.

Sul fronte valutario, il cambio euro/usd è a 1,0867.

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2517:00 feb 2020

16:4125-02-2020
MARKET TALK: Ws inverte rotta e passa in rosso, acquisti su Treasury

MILANO (MF-DJ)--Gli indici azionari americani hanno fallito il tentativo di rimbalzo e trattano ora in ribasso di oltre mezzo punto percentuale dopo aver registrato ieri la peggior seduta da due anni. L'inversione di tendenza non sembra aver avuto un catalizzatore specifico. In parallelo proseguono gli acquisti sugli asset sicuri, come i titoli di Stato Usa, con il rendimento del T-Note decennale che scende a 1,336%, non lontano dal minimo storico a 1,32%.

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2516:41 feb 2020

16:1125-02-2020
BORSA: piazza Affari -0,73%, WS in lieve rialzo

MILANO (MF-DJ)--Milano torna a scendere, registrando -0,73%, dopo l'apertura sopra la parità di Wall Stret (Dow Jones +0,35%) che tenta un modesto rimbalzo dopo le pesanti perdite della seduta della vigilia. Nel frattempo, Parigi perde lo 0,87%, Francoforte lo 0,68% e Londra l'1,06%.

Sul fronte dei dati macro, l'indice sulla fiducia dei consumatori negli Usa si è attestato a febbraio a 130,7 punti, in calo rispetto ai 130,4 di gennaio. Il dato è inferiore al consenso degli economisti, che si aspettavano una lettura a quota 132,4 punti.

A piazza Affari, in luce Cnh I. (+2,65%), Ferrari (+0,66%) e Stm (+0,65%), mentre perdono terreno B.Unicem (-2,04%), Leonardo Spa (-1,8%), Prysmian (-1,09%) e Pirelli (-0,83%).

Bene Nexi (+1,86%), Juventus (+1,04%) e Recordati (+1,07%). In rialzo il settore del lusso, che ieri ha subito forti perdite. In particolare Tod'S (+3,53%), S.Ferragamo (+1%), Moncler (+1,05%). Accelera al ribasso, invece, B.Cucinelli (-3,16%).

In forte flessione Diasorin (-3,16%), Banco Bpm (-2,88%) e Amplifon (-2,35%).

Tra le mid cap, in rosso Cir (-4,5%), Technogym (-3,66%) e Ascopiave (-1,55%). In rally Garofalo (+6,53%), A.Bologna (+5,66%), B.Mps (+5,08%) e Astaldi (+4,72%).

Sull'Aim, bene Maps (+3,6%), in scia all'ampliamento della collaborazione con Philip Morris International, che porta ordini aggiuntivi di circa 180 mila euro nell'ambito del progetto Digital factory.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2516:11 feb 2020

15:4225-02-2020
Wall Street: tenta rimbalzo dopo peggior seduta da 2 anni

MILANO (MF-DJ)--Apertura in rialzo per Wall Street, che tenta un rimbalzo dopo il selloff di ieri, la peggior seduta da circa due anni.

Nel frattempo, anche i mercati obbligazionari continuano a segnalare i

continui timori tra gli investitori sull'impatto economico dell'epidemia

di coronavirus, in particolare dopo l'impennata di casi registrati in

Italia e Corea del Sud.

Il Dow Jones avanza dello 0,33% e l'S&P 500 dello 0,29%. Il Nasdaq Composite guadagno lo 0,58%.

"Il balzo dei casi registrati durante il week-end in varie regioni del mondo sta portando molti investitori a rivalutare le stime di crescita 2020", commenta Ryan Detrick, senior market strategist di Lpl Financial, secondo cui "potremmo rapidamente veder corretti anche gli outlook sugli utili".

Il brusco selloff di ieri sui mercati, in particolare azionari, "non è sorprendente, è arrivato solo piú tardi del previsto", afferma Michael Winkler, responsabile della strategia di investimento presso St.

Galler Kantonalbank Deutschland. Come mostrato nella precedente esperienza, "la paura e il panico sono cattivi consiglieri" e questa volta non sará diverso, prosegue Winkler. Sia la SARS che i focolai di influenza aviaria "hanno dimostrato che le recessioni economiche dovute ad epidemia sono generalmente compensate nei trimestri successivi", prosegue l'esperto, che si aspetta inoltre che le banche centrali siano pronte a fornire una mano per mitigare qualsiasi effetto del virus sull'attivitá di business.

Prima del violento sell-off di ieri sui mercati azionari globali, gli indici avevano continuato a salire quest'anno anche quando l'epidemia si era diffusa in gran parte in Cina, con gli investitori che si aspettavano impatti a breve termine e sostegno da parte delle banche centrali.

Piú di 80.000 casi di coronavirus e 2.700 decessi correlati sono stati confermati a livello globale, secondo i dati compilati dalla Johns Hopkins University.

"Le dimensioni di questo shock economico sembrano sempre piú grandi su scala globale", afferma James Athey, senior investment manager di Aberdeen Standard Investments, secondo cui "quello che a cui stiamo assistendo è il crack di un rally azionario guidato solo dal sentiment". Athey si aspetta che gli investitori continuino ad acquistare titoli del Tesoro degli Stati Uniti, riducendo i loro rendimenti poichè si prevedono ulteriori riduzioni dei tassi e gli investitori si coprono da una recessione economica.

Il costo di finanziamento del T-Note decennale è all'1,367%, non

lontano dai minimi storici.

Sul fronte valutario, il cambio euro/usd è a 1,0844.

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2515:42 feb 2020

15:1825-02-2020
BORSA: equity in calo, WS attesa poco mossa

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo prosegue la seduta in flessione - Milano -0,42%, Parigi -0,6%, Francoforte -0,49%, Londra -0,94% - in attesa dell'apertura di Wall Street, vista appena sopra la paritá dopo i forti cali di ieri (Dow Jones -3,56%).

I mercati continuano a segnalare i continui timori tra gli investitori sull'impatto economico dell'epidemia di coronavirus, in particolare dopo l'impennata di casi registrati in Italia e Corea del Sud. L'effetto del coronavirus sul Pil italiano del primo trimestre "sará probabilmente elevato", affermano da Citigroup.

A piazza Affari, in luce Cnh I. (+2,67%), Nexi (+1,94%), Juventus (+1,59%) e Recordati (+0,96%).

In ripresa il settore del lusso. In particolare Tod'S (+3,47%), S.Ferragamo (+1,13%), Moncler (+0,91%). In calo, invece, B.Cucinelli (-2,24%).

Bene A2A (+0,72%), che ha chiuso il 2019 riportando un Ebitda preliminare di 1,23 mld euro, in linea con l'anno precedente, con gli investimenti sono in oltre cresciuti del 25% a/a a 0,63 mld. Seguono Snam (+0,31%) e Hera (+0,29%). In flessione Enel (-1,11%) dopo i risultati di Endesa.

Contrastati i bancari: in rally B.Mps (+6,24%), Bper (+1,64%), B.P.Sondrio (+0,76%) e Mediobanca (+0,45%), mentre perdono terreno Banco Bpm (-2,48%), Intesa Sanpaolo (-0,55%) e Ubi B. (-0,36%).

In profondo rosso Diasorin (-3,44%), Amplifon (-2,35%) e B.Unicem (-1,8%). Da segnalare anche i fondi, tra cui Finecobank (-1,41%), B.Generali (-1,62%), Anima H. (-1,37%) e Azimut H. (-0,53%).

Tra le mid cap, in luce Garofalo (+5,57%), Fincantieri (+4,35%) e Astaldi (+4,72%). In territorio positivo Datalogic (+0,68% a 14,85 euro), su cui Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione buy, con un prezzo obiettivo che scende da 19,5 a 19 euro, valori sopra i numeri di Borsa.

In lieve rialzo anche Erg (+0,73%), che, tramite la propria controllata Erg Eolienne France, ha acquistato oggi dalla societá lussemburghese Long Wind France SA il 100% del capitale di cinque societá di diritto francese titolari di tre parchi eolici in Francia. Il valore dell'acquisizione in termini di enterprise value è pari a 39,6 mln euro.

In flessione Technogym (-3,46%) e Ima (-1,72%). Sull'Aim, in forte calo Confinvest (-7,12%), dopo il rally nella seduta di ieri (+19,31%), e Sirio (-4,46%). In evidenza Mondo Tv France (+9,7%), Imvest (+8,57%) e Farmae (+7,8%).

cmi

(fine)

MF-DJ NEWS

2515:18 feb 2020

14:2525-02-2020
SOTTO LA LENTE: con 1* ok bondholder si avvicina creazione Progetto Italia

MILANO (MF-DJ)--Si avvicina la creazione di Progetto Italia, il piano che porterà alla nascita di un maxi polo italiano delle costruzioni e che inglobera' Astaldi in We Build, nome scelto per il nuovo gruppo.

Tra un mese (il 26 marzo) si terra' l'adunanza dei creditori di Astaldi, propedeutica all'omologa del piano concordatario, mentre oggi e' arrivato il primo si' da una parte degli obbligazionisti.

L'assemblea dei portatori delle notes Astaldi da 140 milioni con scadenza 2024 ha approvato oggi la proposta di concordato preventivo in continuitá aziendale diretta della societa'. All'assise era presente il 57% dei detentori del bond retto dalla legge inglese e l'80,05% ha votato a favore del piano.

Vale la pena notare come circa il 56% del debito di Astaldi (pari a 3,5 miliardi) sia nelle mani degli istituti di credito, che ragionevolmente esprimeranno parere favorevole al piano in occasione dell'adunanza dei creditori.

Con il voto di oggi, un altro 4,5% (questa la percentuale rappresentata dal bond da 140 mln) si e' espresso a favore della proposta concordataria, rendendo quindi piu' concreta la creazione del polo italiano delle costruzioni.

Il piano prevede che i creditori chirografari "siano soddisfatti tramite l’attribuzione di azioni di Astaldi di nuova emissione, quotate, che saranno assegnate ai creditori chirografari in ragione di 12,493 azioni per ogni 100 euro di credito; e di Strumenti Finanziari Partecipativi (Sfp) che attribuiranno al creditore il diritto di concorrere al ricavato netto della liquidazione di una serie di asset ricompresi nel patrimonio destinato oggetto di liquidazione, e saranno assegnati ai creditori in ragione di un Sfp per ogni euro di credito vantato".

Mentre secondo la relazione dell'attestatore del Piano, Corrado Gatti, nello scenario alternativo, ovvero la liquidazione della societa', sono previste passività emergenti legate alle prospettate risoluzioni contrattuali ampiamente superiori rispetto agli attivi liquidabili di Astaldi e non sarebbe previsto alcun aumento di capitale in Astaldi da parte di terzi investitori, per cui la soddisfazione dei creditori chirografari sarebbe pari a zero.

Rimane da vedere come si esprimeranno invece i detentori del bond Usa da 750 milioni, per cui l'assise è stata rinviata al prossimo 10 marzo o al 24 marzo (seconda e terza convocazione), non essendo stato raggiunto oggi il quorum per la costituzione dell'assemblea.

Ma a questo punto potrebbe essere ininfluente.

fch

(fine)

MF-DJ NEWS

2514:25 feb 2020

14:1425-02-2020
STORIE DI BORSA: rimbalzo dura poco, sentiment breve negativo

MILANO (MF-DJ)--Dura poco il cauto rimbalzo dell'azionario, che torna a scendere subito dopo l'apertura in positivo: Milano -0,12% (dopo il -5,43% di ieri), Parigi -0,31%, Londra -0,6%, Francoforte -0,32%. "Chiaramente la situazione resta di estrema cautela" e "il sentiment di fondo resta negativo", afferma il capo di una sim milanese, che evidenzia come l'attenzione sia sempre "sul coronavirus e sulla sua diffusione.

L'Italia rimane osservata speciale".

L'impatto della diffusione del coronavirus in Italia, "fino a questo momento limitato alle regioni settentrionali, sull'economia del nostro Paese sará senza alcun dubbio molto importante. Il quarto trimestre del 2019 si era giá chiuso con un segno negativo e, per quanto riguarda il primo trimestre del 2020, è presumibile ritenere che lo sará altrettanto, portando quindi il nostro Paese tecnicamente in recessione, poichè avrá fatto registrare due trimestri con crescita negativa", sottolinea Massimiliano Maxia, Senior Fixed Income Product Specialist di Allianz Global Investors. "Il fatto che siano state colpite le regioni piú importanti nella contribuzione al Pil avrá un effetto ovviamente ancora piú negativo su questo scenario. Ciò che attualmente non sappiamo con esattezza è la dimensione di tale impatto, sebbene le primissime stime parlino di una crescita negativa per il primo trimestre tra lo 0,5% e l'1% annualizzata", prosegue l'esperto.

Per Maxia "la reazione di ieri dei mercati azionari europei e di quello italiano in particolare non può ritenersi quindi una sorpresa, dati il susseguirsi delle negative notizie e la drasticitá delle misure prese dal Governo italiano nel tentativo di arginare la diffusione del virus. Il sentiment degli investitori nel brevissimo termine riteniamo sia destinato a rimanere negativo sui listini globali, e quindi non solo su quello domestico, data la situazione di enorme incertezza: i contagi sono aumentati anche in altri Paesi, non solo in Italia, e non si può ovviamente escludere che anche altri Paesi europei possano registrare un numero molto piú alto di contagiati rispetto a quello attuale. La volatilitá è quindi destinata a rimanere alta e ad essere strettamente correlata alle notizie che giorno per giorno verranno comunicate".

I timori per la diffusione del COVID-19 "hanno causato un forte sell-off degli asset rischiosi e una fuga verso i beni rifugio, rafforzando notevolmente l'oro e i titoli di Stato considerati beni rifugio. I rischi di contagio in Italia richiederanno severe misure di contenimento, che inevitabilmente danneggeranno l'attivitá economica. Come si è visto in Cina, c'è il rischio che tra le misure necessarie ci sia anche il totale isolamento, oltre al fatto che queste misure possano durare piú a lungo di quanto stimato in precedenza", sottolineano gli esperti di Lombard Odier.

Ad ogni modo, gli analisti ritengono che "l'impatto del coronavirus sará significativo ma al contempo temporaneo, in quanto l'attivitá economica si riprenderá dopo l'abolizione delle misure di contenimento. Il consistente calo di nuovi contagi in Cina è in linea con le nostre aspettative di un eventuale contenimento, mentre sono preoccupanti i segnali di un'epidemia a livello internazionale, che devono essere attentamente monitorati".

Per Lukman Otunuga, Senior Research Analyst di FXTM, "le ipotesi che le Banche Centrali possano fornire un robusto nuovo pacchetto di stimolo potrebbero limitare i ribassi", ma, "con il coronavirus che ha colpito piú di 80.000 persone e con la sua diffusione ben lontano dalla sua origine in Cina, l'incertezza resta un tema dominante, con i mercati in grande allerta".

Secondo Michael Hewson, Chief Market Analyst di CMC Markets, "non c'è dubbio che i mercati finanziari stiano facendo i conti con l'idea che questa crisi particolare" legata alla diffusione del coronavirus "probabilmente avrá vita un po' piú lunga di quanto molti non pensassero solo un paio di settimane fa" e "gli investitori dovranno abituarsi a un prolungato periodo di incertezza e volatilitá".

Nel frattempo, gli analisti fanno i conti sull'effetto che il coronavirus potrá avere sull'economia italiana. Oggi sono le banche ad essere finite sotto la lente di Equita Sim. Gli esperti hanno effettuato un'analisi dell'impatto sull'utile e sulle valutazioni degli istituti legato a un peggioramento del quadro macroeconomico.

"Le nostre stime 2020-2022 - basate su un'aspettativa di crescita media del Pil di circa un +0,5% - incorporano flussi di nuove esposizioni non performanti per 15 mld (contro i 15,6 mld del 2019 e i 16,5 mld del 2018), pari a un default rate dell'1,2%: ne deriva un costo del rischio mediamente pari a 55 punti base, sostanzialmente stabile anno su anno al netto di alcuni one-off. Storicamente, con un tasso di crescita del Pil dello 0,5%/1%, il default rate delle banche è stato appunto di poco superiore all'1%, mentre con una contrazione del Pil superiore al 2% il default rate ha superato il 4%, con una reazione ovviamente non lineare.

Incorporando un peggioramento del default rate del 20% all'1,6% - equivalente a ipotizzare un Pil di circa -0,5% - i flussi annui di nuove esposizioni non performanti aumenterebbero a 18 mld, con un impatto negativo sulle stime di utile e valutazioni di circa l'8%", calcolano gli analisti. Ad ogni modo, per Equita i cali di ieri dell'indice bancario domestico sembrano "incorporare parzialmente uno scenario di questo tipo e indicare un'ipotesi di Pil per il 2020 piatto".

pl

(fine)

MF-DJ NEWS

2514:14 feb 2020

13:1825-02-2020
MARKET TALK: impatto virus significativo ma temporaneo (sentiment)

MILANO (MF-DJ)--Ftse Mib -0,7% a 23.264 punti. "I timori per la diffusione del COVID-19 hanno causato un forte sell-off degli asset rischiosi e una fuga verso i beni rifugio, rafforzando notevolmente l'oro e i titoli di Stato considerati beni rifugio. I rischi di contagio in Italia richiederanno severe misure di contenimento, che inevitabilmente danneggeranno l'attività economica. Come si è visto in Cina, c'è il rischio che tra le misure necessarie ci sia anche il totale isolamento, oltre al fatto che queste misure possano durare più a lungo di quanto stimato in precedenza", sottolineano gli esperti di Lombard Odier. Ad ogni modo, gli analisti ritengono che "l'impatto del coronavirus sarà significativo ma al contempo temporaneo, in quanto l'attività economica si riprenderà dopo l'abolizione delle misure di contenimento. Il consistente calo di nuovi contagi in Cina è in linea con le nostre aspettative di un eventuale contenimento, mentre sono preoccupanti i segnali di un'epidemia a livello internazionale, che devono essere attentamente monitorati".

pl

(fine)

MF-DJ NEWS

2513:18 feb 2020

12:5225-02-2020
BORSA: Milano -0,56%, in rialzo Cnh I.

MILANO (MF-DJ)--In calo il listino milanese, che registra un -0,56%, in linea con le altre Borse europee, dove Parigi cede lo 0,45%, Francoforte lo 0,36% e Londra lo 0,52%.

A piazza Affari, bene Cnh I. (+2,5%), mentre perdono terreno B.Unicem (-2,68%), Prysmian (-1,63%), Stm (-1,29%) e Leonardo Spa (-1,21%). In luce anche Nexi (+1,67%) e S.Ferragamo (+0,93%), che resiste ai cali dopo il -8,9% di ieri.

In rialzo A2A (+0,72%), che nel 2019 ha riportato un Ebitda preliminare a 1,23 mld, in linea con l'esercizio precedente con una crescita degli investimenti di oltre il 25% a/a, e Saipem (+0,14%), su cui Banca Imi ha ribadito il rating buy e il prezzo obiettivo a 5,9 euro in attesa dei risultati dello scorso anno, previsti per domani.

In forte calo Diasorin (-4,97%) e Amplifon (-3,46%). Seguono Banco Bpm (-3,6%), Unicredit (-1,76%), Ubi B. (-1,4%), Intesa san Paolo (-1,22%), B.P.Sondrio (-1,1%) e Mediobanca (-0,77%). In progresso, invece, B.Mps (+2,04%).

In flessione anche B.Generali (-2,5%), Finecobank (-2,21%), Azimut H. (-1,93%), Anima H. (-2,61%).

Tra le mid cap, in rialzo Garofalo (+5,76%), Tod'S (+3,53%) e Ovs (+3,1%). Segue Salini Impregilo (+2,63%), dopo l'ok dall'assemblea dei detentori dei titoli obbligazionari Astaldi da 140 milioni con scadenza 2024 al piano concordatario della societá.

Passa in territorio negativo Sogefi (-1,34% a 1,17 euro), su cui Banca Akros ha limato il target price a 1,75 euro da 1,9 euro, confermando ad accumulate il rating, dopo i risultati del quarto trimestre 2019.

In rosso Cir (-4,68%), Technogym (-3,66% a 9,76 euro), su cui Kepler Cheuvreux ha ridotto il prezzo obiettivo da 10,3 a 9,4 euro, confermando la raccomandazione hold, con una revisione delle stime di Eps, che vengono abbassate del 4,4% sul 2019 e dell'8% sul 2020. Seguono Mutuionline (-2,16%) e Astm (-1,84%).

Sull'Aim, torna sotto i riflettori Italia Independent (+6,71%) che continua a registrare forti guadagni grazie all'accordo esclusivo di cinque anni per la creazione di collezioni Cr7 eyewear.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2512:52 feb 2020

12:5225-02-2020
MARKET TALK: selloff non sorprendente, solo in ritardo

MILANO (MF-DJ)--Il violento selloff di ieri sui mercati, in particolare azionari, "non è sorprendente, è arrivato solo più tardi del previsto", afferma Michael Winkler, responsabile della strategia di investimento presso St. Galler Kantonalbank Deutschland. Come mostrato nella precedente esperienza, "la paura e il panico sono cattivi consiglieri" e questa volta non sarà diverso, prosegue Winkler. Sia la SARS che i focolai di influenza aviaria "hanno dimostrato che le recessioni economiche dovute ad epidemia sono generalmente compensate nei trimestri successivi", prosegue l'esperto, che si aspetta inoltre che le banche centrali siano pronte a fornire una mano per mitigare qualsiasi effetto del virus sull'attività di business.

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2512:52 feb 2020

11:1925-02-2020
BORSA: equity in calo, bene Nexi

MILANO (MF-DJ)--Le principali piazze europee accelerano al ribasso, dopo un tentativo di rimbalzo in avvio di seduta: Milano -0,71%, Parigi -0,45%, Francoforte -0,3% e Londra -0,39%.

Sul fronte dei dati macro, la fiducia delle imprese francesi è rimasta invariata a 102 punti a febbraio, stesso livello di gennaio. Il dato ha però battuto il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal, che aveva stimato una lettura a 99 punti.

A Milano, focus sui bancari. Equita Sim stima un -8% sugli utili se dovesse peggiorare il quadro macroeconomico con una riduzione delle previsioni di crescita del Pil nel 2020. In rosso Banco Bpm (-3,11%), B.Ifis (-1,24%), Mediobanca (-0,79%), B.P.Sondrio (-0,68%) e Bper (-0,52), mentre brilla B.Mps, che prosegue il rimbalzo con +2,1%.

Bene Nexi (+1,79%). Seguono A2A (+0,43%), Tim (+0,37%) e Recordati (+0,39%). Tra gli industriali, in territorio positivo Cnh I. (+1,19%), mentre perdono terreno B.Unicem (-3,04%), Ferrari(-1,32%), Leonardo Spa (-1,17%), Prysmian (-1,04%), Pirelli (-1,01%) e Fca (-0,76%).

Incrementa le perdite Juventus (-3,1% a 0,97 euro), su cui Kepler Cheuvreux ha ridotto il prezzo obiettivo da 1,3 a 1,1 euro, confermando la raccomandazione hold, in scia ai "deboli risultati del primo semestre" 2019-2020. Seguono Diasorin (-2,53%) e Poste I. (-1,76%).

Tra le mid cap, in rialzo Ovs (+5,42%) e Tod'S (+3,41%), in rimbalzo dopo aver perso rispettivamente il 12,94% e l'11,44% nella seduta della vigilia. Bene anche Garofalo (+4,5%), Reply (+2,75%), Zignago (+1,71%).

In territorio positivo pure Sogefi (+1,01% a 1,2 euro), su cui Banca Imi ha posto in revisione il prezzo obiettivo, confermando il rating hold, dopo i conti 2019 di ieri. In forte calo, invece, Cir (-4,68%), Technohym (-3,51%), Cementir (-2,71%) e Astm (-2,18%).

Sull'Aim, in rally Innovatec (+11,54%), Italia Independent (+8,05%) e Mondo Tv Suisse (+7,62%). Bene anche Energica (+1,42%), dopo l'annuncio del nuovo partner tecnico nel racing, Sprint Filter. In flessione PortaleSardegna (-7,2%), Somec (-6,43%) e Vimi F. (-5%).

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2511:19 feb 2020

11:1425-02-2020
MARKET TALK: Borsa si interroga su impatto su economia (sentiment)

MILANO (MF-DJ)--Ftse Mib -0,8% a 23.240 punti. "Situazione da seguire con molta attenzione. Il mercato continua a interrogarsi sull'effetto del coronavirus sull'economia globale", sintetizza un operatore.

pl

(fine)

MF-DJ NEWS

2511:14 feb 2020

10:4425-02-2020
STORIE DI BORSA: rimbalzo dura poco, equity di nuovo in rosso

MILANO (MF-DJ)--Dura poco il cauto rimbalzo dell'azionario europeo, che torna a scendere: Milano -0,71% (dopo il -5,43% di ieri), Parigi -0,45%, Londra -0,39%, Francoforte -0,29%.

"Chiaramente la situazione resta di estrema cautela" e "il sentiment di fondo resta negativo", afferma il capo di una sim milanese, che evidenzia come l'attenzione sia sempre "sul coronavirus e sulla sua diffusione. L'Italia rimane osservata speciale".

Per Lukman Otunuga, Senior Research Analyst di FXTM, "le ipotesi che le Banche Centrali possano fornire un robusto nuovo pacchetto di stimolo potrebbero limitare i ribassi", ma, "con il coronavirus che ha colpito piú di 80.000 persone e con la sua diffusione ben lontano dalla sua origine in Cina, l'incertezza resta un tema dominante, con i mercati in grande allerta".

Secondo Michael Hewson, Chief Market Analyst di CMC Markets, "non c'è dubbio che i mercati finanziari stiano facendo i conti con l'idea che questa crisi particolare" legata alla diffusione del coronavirus "probabilmente avrá vita un po' piú lunga di quanto molti non pensassero solo un paio di settimane fa. Ad ogni modo, le diffusioni di virus non sono certo una cosa nuova. Accadono ogni anno e secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanitá l'influenza ogni anno uccide fino a 650.000 persone, ma i mercati stanno reagendo a una diffusione che finora a colpito appena una frazione di questo numero".

Per l'esperto, comunque, non bisogna certo sottovalutare il coronavirus, "di cui peraltro si sa poco", e "al momento sembra che i mercati difficilmente si calmeranno nel breve, cosa che significa che gli investitori dovranno abituarsi a un prolungato periodo di incertezza e volatilitá".

Nel frattempo, gli analisti fanno i conti sull'effetto che il coronavirus potra' avere sull'economia italiana. Oggi sono le banche ad essere finite sotto la lente di Equita Sim.

Gli esperti hanno effettuato un'analisi dell'impatto sull'utile e sulle valutazioni degli istituti legato a un peggioramento del quadro macroeconomico.

"Le nostre stime 2020-2022 - basate su un'aspettativa di crescita media del Pil di circa un +0,5% - incorporano flussi di nuove esposizioni non performanti per 15 mld (contro i 15,6 mld del 2019 e i 16,5 mld del 2018), pari a un default rate dell'1,2%: ne deriva un costo del rischio mediamente pari a 55 punti base, sostanzialmente stabile anno su anno al netto di alcuni one-off. Storicamente, con un tasso di crescita del Pil dello 0,5%/1%, il default rate delle banche è stato appunto di poco superiore all'1%, mentre con una contrazione del Pil superiore al 2% il default rate ha superato il 4%, con una reazione ovviamente non lineare. Incorporando un peggioramento del default rate del 20% all'1,6% - equivalente a ipotizzare un Pil di circa -0,5% - i flussi annui di nuove esposizioni non performanti aumenterebbero a 18 mld, con un impatto negativo sulle stime di utile e valutazioni di circa l'8%", calcolano gli analisti.

Ad ogni modo, per Equita i cali di ieri dell'indice bancario domestico sembrano "incorporare parzialmente uno scenario di questo tipo e indicare un'ipotesi di Pil per il 2020 piatto".

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

2510:44 feb 2020

09:2525-02-2020
BORSA: listini in rialzo in avvio di seduta

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo viaggia sulla parita' dopo un tentativo di rimbalzo in apertura di seduta: Milano +0,04%, Parigi +0,35%, Francoforte +0,33%, Londra +0,41%.

A dominare il sentiment di mercato sono sempre i timori legati alla diffusione del coronavirus.

Sul fronte dei dati macro, il prodotto interno lordo tedesco è rimasto invariato a livello trimestrale a fine 2019 (+0,4% a/a), con i consumi interni che sono rimasti la fonte principale di crescita dell'economia di Berlino, sebbene in marcato rallentamento rispetto al 3* trimestre dello scorso anno.

Le esportazioni della Germania sono calate dello 0,2% nel quarto trimestre, mentre le importazioni sono cresciute dell'1,3%. Complessivamente, nell'intero 2019, il Pil di Berlino ha registrato un incremento dello 0,6%.

A piazza Affari, rimbalzo per la Juventus (+1,84%) dopo il -11,83% di ieri. In rialzo anche Nexi (+1,52%), che nella vigilia ha perso il -8,61%.

Tra gli industriali, in progresso Stm (+1,26%), Cnh I. (+0,72%), B.Unicem (+0,58%), mentre scambiano ancora in territorio negativo Fca (-0,42%) e Pirelli (-0,27%).

Bene anche Anima H. (+1,24%), Finecobank (+1,09%), Azimut H. (+0,68%) e B.Mediolanum (+0,64%). Tra i bancari, in luce B.Mps (+2,48%). In rosso Banco Bpm (-1,85%), Mediobanca (-0,86%), Bper (-0,7%) e Intesa Sanpaolo (-0,34%).

Tra le mid cap, in progresso A.Bologna (+3,32%), Mediaset (+2,16%) e Marr (+2,05%). In ripresa Autogrill (+1,4%) e Sogefi (+1,42%), quest'ultima dopo i conti 2019 pubblicati ieri, che hanno evidenziato un utile netto nello scorso anno a 3,2 mln euro (14 mln nel 2018), dopo oneri fiscali per 13,7 mln.

Sull'Aim, apre in rosso Confinvest (-4,41%), dopo il rally di ieri in cui ha raggiunto il +19,31%. In rimbalzo Wm Capital (+4,96%) e Caleido (+4,71%).

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2509:25 feb 2020

09:0325-02-2020
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid

MILANO (MF-DJ)--Questi i valori degli indici principali delle Borse di

Francoforte, Londra, Parigi e Madrid dopo i primi scambi:


		
  - Francoforte   Dax          13.139,62   punti  (+0,80%)
  - Parigi        Cac 40        5.825,77   punti  (+0,59%)
  - Londra        Ftse 100      7.185,56   punti  (+0,40%)
  - Madrid        Ibex-35       9.500,30   punti  (+0,18%) 

		

 

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

2509:03 feb 2020

08:3025-02-2020
BORSE UE: equity in rimbalzo in avvio di seduta

MILANO (MF-DJ)--Partenza vista in rimbalzo per le principali Borse europee, dopo i forti cali nella seduta della vigilia (Ftse Mib -5,43%).

I future indicano un avvio in rialzo dello 0,44% per il Ftse-100 e dello 0,63% per il Dax.

L'attenzione degli investitori, nella seduta odierna, si concentrerà sempre sulla diffusione del coronavirus e sul suo impatto sull'economia globale. Sul fronte dei dati macro, attese la fiducia delle imprese manifatturiere francesi (08h45) e l'indice di fiducia dei consumatori febbraio negli Usa (16h00). Focus anche sulle trimestrali.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2508:30 feb 2020

08:2725-02-2020
BORSA: commento di preapertura

MILANO (MF-DJ)--Partenza vista sopra la parita' per le principali piazze del Vecchio Continente.

"Avvio atteso in rialzo, nell'ordine del +0,9%/+1% in Europa. Rimbalzo dopo il tonfo della vigilia", afferma il capo di una sim milanese interpellato da MF-Dowjones.

"Chiaramente la situazione resta di estrema cautela. Il mercato oggi dovrebbe tentare un rimbalzo, ma resta da valutare la forza e la durata dello stesso. Il sentiment di fondo resta negativo", aggiunge l'esperto.

"Chiaramente l'attenzione resta sul coronavirus e sulla sua diffusione. L'Italia rimane osservata speciale", prosegue il money manager.

"In questo contesto, il contenuto rimbalzo in apertura dovrebbe vedere il Ftse Mib in area 23.650 punti", sottolinea l'esperto. Ieri il principale indice di piazza Affari ha perso il 5,43% a 23.427 punti. Negativa anche Wall Street, dove il Dow Jones ha chiuso in calo del 3,56%.

Sul fronte dei dati macro, il dato sul Pil tedesco nel quarto trimestre del 2019 "e' stato invariato trimestre su trimestre, in linea con le attese", prosegue il money manager.

A piazza Affari, conclude l'esperto, "come ieri non ci sono temi specifici ma e' tutto l'azionario da tenere d'occhio per via dell'impatto sul sentiment sull'equity italiano della diffusione del coronavirus".

pl

(fine)

MF-DJ NEWS

2508:27 feb 2020

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<febbraio 2020>
lmmgvsd
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728291
2345678
  • guggenheim_hp
    culturale_w
    12
12 febbraio 2020 - ore 18:10
Guggenheim - La collezione Thannhauser. Da Van Gogh a Picasso
Evento culturale

In mostra i 50 capolavori provenienti...


> Vai all'evento

Palazzo Reale - Piazza del Duomo, 12 - 20122 Milano
Un punto di riferimento Firenze
18 febbraio 2020

Oltre 150 ospiti tra clienti e consulenti...

Credem approva risultati preliminari consolidati 2019
14 febbraio 2020

Un anno con risultati di altissimo livello...

Un punto di riferimento
21 gennaio 2020

Oltre 130 clienti e consulenti dell’istituto...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

copertina
Italiani e risparmio
immagine copertina
Contanti vs Pagamenti digitali
immagine copertina blu economy
Blue economy

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Corporate Finance Advisory

Supporto in tema di strategie di sviluppo, crescita tramite acquisizioni, rafforzamento ed allargamento dell’azionariato.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Piazza affari chiude in ribasso
Titoli in rosso causa la paura per il Coronavirus

Banca Euromobiliare è una boutique finanziaria
specializzata nella consulenza finanziaria per la gestione
integrata del patrimonio e nei servizi di corporate finance
per gruppi nazionali ed esteri, aziende famigliari
ed investitori finanziari.

"Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa."