Home
Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
19:3010-02-2016
L'agenda di domani
19:3010-02-2016
L'agenda della settimana
19:3010-02-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
19:3010-02-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della settimana
18:3710-02-2016
Wall Street: rallenta con petrolio, Yellen non scuote mercato
17:4810-02-2016
BORSA: commento di chiusura
16:4510-02-2016
STORIE DI BORSA: Milano +5,2%; banche in rally, Yellen neutrale
16:4410-02-2016
WALL STREET: incrementa rialzi con petrolio
16:1910-02-2016
BORSA: Ftse Mib +4,73% dopo apertura WS
15:5110-02-2016
Wall Street: in rialzo, attesa per Q&A Yellen
15:2810-02-2016
BORSA: Ftse Mib +4%, Yellen non accomodante come voleva mercato
14:4610-02-2016
STORIE DI BORSA: Milano +4,44%, rally banche in Europa
13:3610-02-2016
STORIE DI BORSA: B.Popolare +13%, conti misti ma focus resta su M&A
12:5310-02-2016
BORSA: Ftse Mib +5,21%, sovraperforma Ue con banche
12:3410-02-2016
STORIE DI BORSA: Unicredit; conti oltre attese, per analisti titolo da comprare
12:0410-02-2016
MARKET TALK: future Borse Usa in rialzo, attesa per audizione Yellen
12:0210-02-2016
STORIE DI BORSA: Enel, analisti positivi dopo dati preliminari
11:5110-02-2016
BORSA: Ftse Mib rimbalza, ora focus su Yellen
19:3010-02-2016
L'agenda di domani
   MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piú rilevanti di domani:

  Giovedì 11 febbraio
  FINANZA
           08h45 Conference Call di Mediobanca sui risultati al 31
                 dicembre. Interviene Alberto Nagel, Chief Executive
                 Officer

          14h00  Conference call Ubi B.

           18h00 Conference call Bper

  CDA
                 Aeffe; Banca Popolare dell'Emilia Romagna; Gefran;
                 Piquadro; Recordati; Reno De Medici; Sabaf; Banca
                 Carige, Banco Desio, Bper, Esprinet, Gefran, Recordati,
                 Unipol, UnipolSai

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Roma     08h00 La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
                 presso Palazzo San Macuto, svolgerà l'audizione di
                 Franco Bassanini, nell'ambito dell'indagine conoscitiva
                 sulle forme di raccordo tra lo Stato e le autonomie
                 territoriali, con particolare riguardo al 'sistema delle
                 conferenze'. 

  Brescia  09h30 Nell'ambito della tre giorni 'Incoming North America',
                 organizzata da Associazione Industriale Bresciana
                 seminario 'Il settore automotive in Nord America e le
                 opportunita' per le imprese italianè. Intervengono tra
                 gli altri Paolo Streparava, Vice Presidente Sviluppo
                 d'Impresa, Innovazione ed Economia AIB; Massimo Ziletti,
                 Segretario Generale di Camera di Commercio di Brescia;
                 Aurelio Nervo, Presidente Anfia; Marcello Bariani,
                 Global Head of Electrical and AMEA Head of Interior and
                 Electrical FCA Group Purchasing; Franco Zanardi, Vice
                 Presidente Assofond. Presso Camera di Commercio di
                 Brescia, Via Luigi Einaudi 23

  Milano   09h30 Presentazione dell'Osservatorio Annuale 'Italia3D,
                 Outlook 2016' realizzato da Scenari Immobiliari. Hotel
                 Principe di Savoia, Piazza della Repubblica

  Roma     10h00 Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in
                 seduta straordinaria con all'ordine del giorno anche la
                 proposta delle Regioni per la ripartizione delle
                 disponibilità finanziarie per il Servizio Sanitario
                 Nazionale per l'anno 2016, Esame di un documento
                 sull'aggiornamento dei Comuni ad Alta tensione abitativa
                 da trasmettere al Ministero delle Infrastrutture e dei
                 Trasporti per le successive determinazioni.

  Roma     10h00 Censis - La trasmissione della cultura nell'era
                 digitale. Una inchiesta sul sapere (Palazzo Mattei di
                 Paganica - Sala Igea - Piazza della Enciclopedia
                 Italiana, 4) Introducono: Massimo Bray - Direttore
                 Generale Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani;
                 Giorgio De Rita - Segretario Generale Censis. 

  Roma     10h00 Workshop sulle gare d'ambito per la concessione delle
                 reti gas, il punto di vista dei comuni. (Anci, via dei
                 Prefetti, 46).

  Roma     11h00 Conferenza stampa di presentazione della Fimar, Fiera
                 internazionale dell'economia del mare Italia-Brasile.
                 Partecipano, tra gli altri, Riccardo Monti, Presidente
                 dell'Agenzia Ice; Alfredo Malcarne, Presidente
                 Assonautica Italiana. Unioncamere, Piazza Sallustio, 22

  Roma     11h30 Conferenza stampa del Secondo Educational Day.
                 Intervengono tra gli altri Federica Galloni, Direttore
                 Generale arte e architettura contemporanee e periferie
                 urbane, Ministero dei beni e delle attivitá culturali e
                 del turismo; Gianfranco Maraniello, Presidente AMACI.
                 Auditorium del MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI
                 secolo, Via Guido Reni, 4 A

  Roma     11h30 Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti
                 Graziano Delrio, l'Amministratore Delegato di Ferrovie
                 dello Stato Italiane, Renato Mazzoncini e
                 l'Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana,
                 Maurizio Gentile terranno una conferenza stampa nella
                 Sala del Parlamentino (2° piano) del Ministero delle
                 Infrastrutture e dei Trasporti in Piazza Porta Pia 1
                 durante la quale verranno presentati contenuti e
                 approfondimenti dell'aggiornamento 2015 al Contratto di
                 Programma MIT/RFI 2012-2016 parte Investimenti

  Roma     11h30 Federlazio presenta indagine congiunturale sulle Pmi del
                 Lazio II semestre 2015. Il rapporto sarà illustrato dal
                 presidente della Federlazio Silvio Rossignoli.
                 Interverranno: Lorenzo Tagliavanti Presidente Camera di
                 Commercio di Roma, Guido Fabiani Assessore Sviluppo
                 Economico e Attività Produttive della Regione Lazio
                 (Viale Libano, 62) 

  Milano   18h30 STARTUP&PR: workshop per comunicare efficacemente la tua
                 azienda innovativa. StartMiUp - Via Copernico 38

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --

red/ds

(fine)

MF-DJ NEWS
1019:30 feb 2016
 
19:3010-02-2016
L'agenda della settimana
   MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piú rilevanti della settimana:

  Venerdì 12 febbraio
  FINANZA
           15h00 Conference call Elica

  CDA
                 Interpump Group, Cairo Communication, Elica,

  ASSEMBLEE
  Modena   14h00 Assemblea ordinaria e straordinaria Primi Sui Motori
                 (2da cov.). Parte ordinaria: nomina membri cda,
                 approvazione piano di stock grant. Parte straordinaria:
                 modifiche statutarie, aumento capitale sociale. Viale
                 M.Filzi 587

  ECONOMIA POLITICA
  Milano   09h00 Italia-Russia, ripartire da innovazione. Intervengono
                 tra gli altri Aleksander Nurizade, Console Generale
                 della Federazione Russa a Milano; Fabrizio Sala, Vice
                 Presidente della Regione Lombardia (in attesa della
                 conferma); Cesare Maria Ragaglini, Ambasciatore d'Italia
                 a Mosca (intervento video); Paola Brunetti, direttore
                 Relazioni internazionali e rapporti con organismi esteri
                 del ministero Sviluppo economico; Marinella Loddo,
                 Direttore Ice - Italian Trade Agency Milano; Antonio
                 Fallico, Presidente Banca Intesa Russia e Presidente
                 Associazione Conoscere Eurasia; Gaetano Miccichè,
                 Direttore Generale, Responsabile Divisione Corporate e
                 Investment Banking Intesa Sanpaolo. Sala conferenze
                 Pavia e Ansaldo Studio Legale, Via del Lauro 7

  Milano   09h20 'Un nuovo modello di banca al servizio del Paese'.
                 Saranno presenti tra gli altri Federico Ghizzoni, Ceo di
                 Unicredit, Eliano Omar Lodesani, Presidente del Comitato
                 Affari Sindacali e Lavoro di ABI e Chief Operating
                 Officer del Gruppo Intesa Sanpaolo, Giuseppe Castagna,
                 Direttore Generale e Consigliere Delegato della Banca
                 Popolare di Milano, Victor Massiah, Consigliere Delegato
                 di UBI Banca, Pier Francesco Saviotti, Amministratore
                 Delegato Banco Popolare, Alessandro Vandelli,
                 Amministratore Delegato BPER Banca, Fabrizio Viola,
                 Amministratore Delegato Gruppo MPS e Alessandro Azzi,
                 Presidente di Federcasse, Lando Maria Sileoni,
                 Segretario generale FABI e i Capi del personale dei
                 principali gruppi bancari italiani. East End Studios,
                 Via Mecenate 84/10

  Milano   11h00 Assocalzaturifici: conferenza stampa 81° theMICAM.
                 Presso Fondazione Gianfranco Ferrè, Via Tortona 27,
                 edificio 3

  Ravenna  11h30 Presentazione del libro di Guido Ottolenghi 'Abbiate
                 fede nella Romagna - Valori e riflessionidi un
                 confindustriale di provincia'. Organizzata da
                 Confindustria Romagna. Interviene Antonio Patuelli,
                 Presidente Abi. Casa Melandri, Sala D'Attorre, Via Ponte
                 Marino, 2

  Milano   11h30 Conferenza Stampa SEA - DHL. Investimenti nella nuova
                 Cargo City Area. Presenti Pietro Modiano, Presidente
                 SEA; Alberto Nobis, Amministratore Delegato DHL Express
                 Italy; Christian Salerno, Managing Director Hubs &
                 Gateways Italy; Giulio De Metrio, Chief Operating
                 Officer SEA. Spazio Anni Luce - via G. Sirtori 32

  Firenze  11h30 Conferenza stampa - Nasce la 'Florence School of Banking
                 & Finance'; formerà i futuri dirigenti finanziari e
                 bancari d'Europa. Interverranno: il Presidente dell'Ente
                 Cassa di Risparmio di Firenze Umberto Tombari, il
                 Presidente dell'European University Institute Joseph
                 H.H. Weiler. via Bufalini 6

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  Miami    09h30 Conferenza stampa Azimut Yachts MIBS 2016. Azimut Yachts
                 Stand - Ramp 30 - Collins Avenue Miami

red/ds

(fine)

MF-DJ NEWS
1019:30 feb 2016
 
19:3010-02-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
   MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi domani sulla base
delle indicazioni della Direzione Centrale Servizio Studi e Ricerche di
Intesa Sanpaolo:

  GIOVEDI' 11 febbraio

  @ I mercati cinesi e giapponesi sono chiusi per festivitá

  *USA
   14h30 - richieste settimanali sussidi disoccupazione
           (precedente: +8.000 unitá a 285.000 unitá)

   16h30 - scorte settimanali gas naturale
           (precedente: -152 mld piedi cubi a 2.934 mld)

  *Alle 09h30 è attesa la decisione sui tassi della Banca centrale svedese
  *Alle 15h00 è prevista la riunione dell'Eurogruppo
  *Alle 16h00 Yellen (Fed) presenta al Senato il rapporto semestrale sulla
politica monetaria

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1019:30 feb 2016
 
19:3010-02-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della settimana
   MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per la settimana
sulla base delle indicazioni della Direzione Centrale Servizio Studi e
Ricerche di Intesa Sanpaolo:

  VENERDI' 12 febbraio

  @ I mercati cinesi sono chiusi per festivitá

  *GERMANIA
   08h00 - inflazione gennaio finale
           (precedente: -0,1% m/m, +0,3% a/a;
            preliminare: -0,8% m/m, +0,5% a/a;
            previsione: -0,8% m/m, +0,5% a/a;
            consenso: -0,8% m/m, +0,5% a/a)
         - Pil 4* trimestre preliminare
           (precedente: +0,3% t/t, +1,7% a/a;
            previsione: +0,4% t/t, +1,5% a/a;
            consenso: +0,3% t/t, +1,4% a/a)

  *SPAGNA
   09h00 - inflazione armonizzata gennaio finale
           (precedente: -0,1% a/a;
            preliminare: -0,4% a/a;
            previsione: -0,4% a/a)

  *ITALIA
   10h00 - Pil 4* trimestre preliminare
           (precedente: +0,2% t/t, +0,8% a/a;
            previsione: +0,2% t/t, +1,1% a/a;
            consenso: +0,3% t/t, +1,2% a/a)

  *EUROZONA
   11h00 - produzione industriale dicembre
           (precedente: -0,7% m/m, +1,1% a/a;
            previsione: +0,2% m/m;
            consenso: +0,3% m/m)
         - Pil 4* trimestre preliminare
           (precedente: +0,3% t/t, +1,6% a/a;
            previsione: +0,4% t/t, +1,6% a/a;
            consenso: +0,3% t/t, +1,5% a/a)

  *USA
   14h30 - prezzi import gennaio
           (precedente: -1,2% m/m;
            previsione: -1,2% m/m;
            consenso: -1,2% m/m)
         - vendite dettaglio gennaio
           (precedente: -0,1% m/m;
            previsione: -0,1% m/m;
            consenso: +0,1% m/m)
         - vendite dettaglio ex-auto gennaio
           (precedente: -0,1% m/m;
            previsione: -0,1% m/m;
            consenso: inv. m/m)

   15h55 - indice fiducia consumatori U.Michigan febbraio preliminare
           (precedente: 92 punti;
            previsione: 92,5 punti;
            consenso: 93 punti)

   16h00 - scorte imprese dicembre
           (precedente: -0,2% m/m;
            consenso: inv. m/m)

  *Alle 09h00 è prevista la riunione dell'Ecofin
  *Alle 15h45 è atteso il discorso di Dudley (Fed) sull'indebitamento
delle famiglie

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1019:30 feb 2016
 
18:3710-02-2016
Wall Street: rallenta con petrolio, Yellen non scuote mercato
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street, dopo un'accelerazione al rialzo in scia alla pubblicazione delle scorte di
petrolio Usa, ha rallentato con il petrolio mentre è ancora in corso l'audizione del presidente della Fed, Janet Yellen, al
Congresso Usa.

Il Dow Jones sale dello 0,15%, l'S&P 500 dello 0,82% e il Nasdaq Composite dell'1,48%. Il Brent avanza del 3,23% a 31,3
usd, al di sotto del massimo a 31,9, e il Wti dello 0,47% a 28,07 usd, con massimo a 29,21 usd, dopo il calo di 0,754 mln di
barili delle scorte di greggio, mentre il mercato si aspettava un incremento di 3,7 mln.

"I cali violenti e costanti delle ultime settimane hanno seriamente compromesso il sentiment del mercato. Pertanto le
vendite potrebbero ripartire presto", avvertono pero' gli strategist di IG.

Nel dettaglio il numero uno della Federal Reserve ha riconosciuto che ci sono rischi derivanti dalle turbolenze dei mercati
finanziari e dal rallentamento della crescita globale, ma ha continuato a ribadire che l'inasprimento della politica
monetaria sará graduale, senza chiudere la porta quindi a un rialzo dei tassi di interesse nei prossimi mesi.

Il messaggio di Yellen, è che "i rialzi dei tassi saranno molto graduali e dipenderanno dai dati macroeconomici", sottolinea
Larry Milstein di RW Pressprich, puntualizzando che "non ci sono vere sorprese" nel discorso. Qualche spunto in piú per gli
investitori e per i mercati potrebbe quindi arrivare dalla sessione di domande e risposte durante l'audizione al Congresso
Usa.

Le parole del presidente della Fed non hanno cambiato neanche la visione di Paul Ashworth, capo economista per gli Usa di
Capital Economics, il quale si aspetta che la Banca centrale resterá ferma a marzo, ma potrebbe riniziare ad agire a giugno
se la situazione dell'economia globale e quella finanziaria si saranno stabilizzate.
L'esperto si aspetta comunque azioni molto graduali, con i tassi di interesse che dovrebbero stabilizzarsi tra l'1% e
l'1,25% alla fine del 2016 e tra il 2,25% e il 2,5% a dicembre 2017.

La probabilitá di un rialzo da parte della Federal Reserve nella riunione di dicembre è salita leggermente, al 37%, dopo la
pubblicazione del discorso del presidente Janet Yellen. La percentuale si attestava al 32% prima della diffusione del testo,
ben al di sotto però del 50% di fine 2015.

Dalla sessione di domande e risposte dell'audizione al Congresso è emerso inoltre come Yellen non creda che sia necessario
tagliare i tassi di interesse. La Fed sta monitorando "con molta attenzione" gli sviluppi dei mercati globali e sta
valutando con molta cura le aspettative di inflazione. Il numero uno della Banca centrale ha confermato che la politica
monetaria "non segue un percorso prestabilito" e quindi "valuteremo l'impatto di tali turbolenze sull'economia".

Sul valutario il dollaro si e' apprezzato in un primo momento, con il cambio euro/usd che è sceso fino a 1,1159, ma ora il
cross e' tornato sopra 1,12 a 1,1230. 

Sull'obbligazionario infine il rendimento del Treasury decennale è fermo all'1,73% e quello biennale allo 0,73%. La curva
dei costi di finanziamenti e' piatta come non si vedeva dal dicembre del 2007. Ora il mercato resta in attesa dell'asta di
Note a 10 anni da 23 mld usd.

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1018:37 feb 2016
 
17:4810-02-2016
BORSA: commento di chiusura
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib ha chiuso la seduta con un rialzo del 5,03% a 16.714 punti, effettuando un
rimbalzo dopo le forti perdite segnate da inizio anno. In positivo anche l'Ibex (+2,73%), il Cac-40 (+1,59%), il Dax
(+1,55%) e il Ftse 100 (+0,71%). 

A detta di alcuni esperti non si puo' ancora parlare di recupero: bisognera' osservare l'andamento del principale indice
milanese nelle prossime sedute per capire se gli acquisti di oggi sono stati fatti da operatori che comprano dopo forti cali
per approfittare dei rimbalzi di breve o da investitori che agiscono in un'ottica di medio-lungo periodo. 

Il movimento positivo e' stato sostenuto dal comparto dei titoli bancari che ha effettuato un consistente rimbalzo aiutato
anche dalle indiscrezioni di stampa secondo le quali Deutsche Bank potrebbe lanciare un buyback su alcuni bond per alcuni
miliardi di euro. A piazza Affari Intesa Sanpaolo +14,45%, Unicredit +11,91%, B.Popolare +11,09%, B.P.Milano +9,48%, Ubi B.
+7,7%, Mediobanca +7,52%, B.P.E.Romagna +6,9% e B.Mps +6,75%. 

La performance degli indici europei e' stata sostenuta anche dal petrolio (Brent +2,24% a 31 dollari al barile). Le scorte
settimanali di greggio Usa sono risultate pari a 501,958 mln di barili, in calo di 0,754 mln di barili rispetto alla
settimana precedente. 

L'Opec, che ha invece tagliato le stime sulla crescita della domanda globale di greggio per il 2016, dal 3,4% al 3,2%, con
un taglio di 10.000 barili al giorno, ha comunicato che il basso prezzo del petrolio ha iniziato a danneggiare l'economia
globale e, al contrario delle attese, non sta incrementando la domanda.

Il presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, nel corso della presentazione alla Camera del rapporto semestrale sulla
politica monetaria ha riconosciuto che che ci sono rischi derivanti dalle turbolenze dei mercati finanziari e dal
rallentamento della crescita globale, ma ha continuato a ribadire che l'inasprimento della politica monetaria sara'
graduale, senza chiudere la porta quindi a un rialzo dei tassi di interesse nei prossimi mesi.

  A piazza Affari in luce Exor (+7,41% a 25,36 euro) su cui Kepler
Cheuvreux ha alzato la raccomandazione da hold a buy, con prezzo obiettivo che passa da 34 a 28 euro. A detta degli analisti
lo sconto sul Net Asset Value e' eccessivo.

Acquisti su Fca (+5,83% a 5,535 euro). Credit Suisse ha ridotto sul titolo il target price da 13,6 a 10 euro, livello
comunque nettamente superiore agli attuali prezzi di Borsa. La raccomandazione resta outperform.

Denaro su B.Unicem (+7,17% a 13,16 euro). Bernstein (outperform, Tp 20,7 euro) ha dichiarato che il fatturato preliminare e'
stato superiore alle aspettative e ha apprezzato la guidance sull'Ebitda 2015.

Campari ha guadagnato il 2,3% a 7,345 euro. Barclays ha alzato sull'azione il prezzo obiettivo a 6,75 da 6,5 euro,
confermando comunque il rating underweight.

  In progresso Enel (+0,92% a 3,526 euro) con gli analisti che hanno fatto commenti positivi sui conti preliminari del 2015.

  Sul resto del listino si segnala Credem (+9,4% a 5,585 euro). Equita
Sim ha assegnato all'azione un Tp di 7 euro (rating hold).

Molto bene anche Cementir (+3,19% a 4,07 euro). A detta di un analista i risultati hanno evidenziato un indebitamento netto
migliore del previsto.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1017:48 feb 2016
 
16:4510-02-2016
STORIE DI BORSA: Milano +5,2%; banche in rally, Yellen neutrale
   MILANO (MF-DJ)--Rally dei bancari europei, che scattano al rialzo dopo
essere stati fortemente penalizzati nelle ultime settimane.

  L'Eurostoxx bancario fa segnare un +5,82%. L'ottima performance del
comparto, trainata dalle indiscrezioni di stampa su Deutsche Bank,
alimenta i forti rialzi del Ftse Mib, migliore tra i principali indici
europei con un +5,18% a 16.735 punti.

  L'Ibex avanza del 3,77%, il Cac-40 del 2,57%, il Dax del 2,46% e il
Ftse-100 dell'1,15%.

  Secondo la stampa Deutsche Bank potrebbe lanciare un buyback su alcuni
bond per alcuni miliardi di euro. La notizia, spiega un esperto,
placherebbe i timori che hanno affossato il titolo nei giorni scorsi. Al
momento l'azione sale del 13% a Francoforte.

  "Rimbalzo dei bancari. Deutsche Bank, che nei giorni scorsi e' stata
nell'occhio del ciclone, beneficia delle ipotesi di stampa secondo cui
potrebbe effettuare un buyback di obbligazioni per alcuni mld euro",
sottolinea un trader.

  A Milano Unicredit balza del 12,06% a 3,104 euro, Intesa Sanpaolo segna
un +14,82% a 2,464 euro.

Sul fronte macro, l'appuntamento piu' importante della giornata e' stato con il numero uno della Fed, Janet Yellen, che ha
citato rischi potenziali per l'economia e ribadito che il percorso di rialzo dei tassi sara' graduale. 

  Yellen "ha fatto capire che la Banca Centrale continua a monitorare
con estrema attenzione i dati macro e che il sentiero di rialzo dei tassi
dipendera' proprio dai dati", sottolinea un trader. "La neutralita' che
serviva al mercato", sintetizza un esperto.

pl
paola.longo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1016:45 feb 2016
 
16:4410-02-2016
WALL STREET: incrementa rialzi con petrolio
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street ha incrementato i rialzi insieme ai prezzi del petrolio dopo la pubblicazione
delle scorte settimanali Usa, mentre e' in corso l'audizione del presidente della Fed, Janet Yellen, al Congresso Usa.

Il Dow Jones sale dello 0,92%, l'S&P 500 dell'1,33% e il Nasdaq Composite del 2,09%. Il Brent avanza del 3,76% a 31,46
usd e il Wti del 1,83% a 28,45 usd in scia al calo di 0,754 mln di barili delle scorte di greggio, mentre il mercato si
aspettava un incremento di 3,7 mln.

Nel dettaglio il numero uno della Federal Reserve ha riconosciuto che ci sono rischi derivanti dalle turbolenze dei mercati
finanziari e dal rallentamento della crescita globale, ma ha continuato a ribadire che l'inasprimento della politica
monetaria sará graduale, senza chiudere la porta quindi a un rialzo dei tassi di interesse nei prossimi mesi. 

Il messaggio di Yellen, è che "i rialzi dei tassi saranno molto graduali e dipenderanno dai dati macroeconomici", sottolinea
Larry Milstein di RW Pressprich, puntualizzando che "non ci sono vere sorprese" nel discorso. Qualche spunto in piú per gli
investitori e per i mercati potrebbe quindi arrivare dalla sessione di domande e risposte durante l'audizione al Congresso
Usa.

Le parole del presidente della Fed non hanno cambiato neanche la visione di Paul Ashworth, capo economista per gli Usa di
Capital Economics, il quale si aspetta che la Banca centrale resterá ferma a marzo, ma potrebbe riniziare ad agire a giugno
se la situazione dell'economia globale e quella finanziaria si saranno stabilizzate.
L'esperto si aspetta comunque azioni molto graduali, con i tassi di interesse che dovrebbero stabilizzarsi tra l'1% e
l'1,25% alla fine del 2016 e tra il 2,25% e il 2,5% a dicembre 2017.

La probabilitá di un rialzo da parte della Federal Reserve nella riunione di dicembre è salita leggermente, al 37%, dopo la
pubblicazione del discorso del presidente Janet Yellen. La percentuale si attestava al 32% prima della diffusione del testo,
ben al di sotto però del 50% di fine 2015.

  Per il momento dalla sessione di domande e risposte dell'audizione di Yellen non sono emerse novita' rilevanti.  

Sul valutario il dollaro si sta apprezzando e il cambio euro/usd tratta a 1,1180, con minimo intraday a 1,1159.
Sull'obbligazionario il rendimento del Treasury decennale e' in lieve rialzo all'1,76% e quello biennale allo 0,75%.

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1016:44 feb 2016
 
16:1910-02-2016
BORSA: Ftse Mib +4,73% dopo apertura WS
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib segna un progresso del 4,73% a 16.669 punti e resta positivo dopo l'apertura
di Wall Street (Dow Jones +0,57%, S&P 500 +0,96%). 

Luke Bartholomew, Investment Manager di Aberdeen Asset Management dichiara che "la Yellen ha riconosciuto che la volatilita'
che stiamo vedendo sui mercati" potrebbe condizionare "l'economia americana". Comunque, prosegue l'esperto, il presidente
della Federal Reserve ha "ribadito ancora una volta che il percorso di rialzo tassi sara' graduale. Nessuno dubita questo",
la questione e' solo capire come sara' questo "graduale. In ogni caso, il discorso di oggi e' un piccolo passo nella
direzione delle aspettative del mercato".  

A piazza Affari restano positive le banche: Intesa Sanpaolo +13,7%, B.P.Milano +11,12%, Unicredit +10,83%, B.Popolare
+9,91%, Ubi B. +7,32%, Mediobanca +7,08%, B.P.E.Romagna +6,28% e B.Mps +4,97%. 

Acquisti su B.Unicem (+4,23% a 12,8 euro) dopo la pubblicazione dei risultati preliminari del 2015. Bernstein (outperform,
Tp 20,7 euro) afferma che il fatturato e' stato superiore alle aspettative e apprezza la guidance sull'Ebitda 2015. 

Peggiora la performance del comparto dell'Oil&Gas con il Brent che si trova a 30,52 dollari al barile (+0,66%) e il Wti
a 27,65 usd (-1,04%): Saipem -1,25%, Eni +0,2% e Tenaris +0,74%. L'Opec, che ha tagliato le stime sulla crescita della
domanda globale di greggio per il 2016, dal 3,4% al 3,2%, con un taglio di 10.000 barili al giorno, ha comunicato che il
basso prezzo del petrolio ha iniziato a danneggiare l'economia globale e, al contrario delle attese, non sta incrementando
la domanda.

Sul resto del listino si segnala Ivs (-0,38% a 7,89 euro). La societa' ha stipulato il contratto per l'acquisto del ramo
d'azienda vending di Milano Vending Srl, attiva principalmente nell'area di Milano. Il prezzo provvisorio dell'operazione e'
pari a circa 1 mln, soggetto alle rettifiche che emergeranno al termine del periodo di verifica.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1016:19 feb 2016
 
15:5110-02-2016
Wall Street: in rialzo, attesa per Q&A Yellen
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street ha aperto in rialzo dopo la pubblicazione del discorso che il presidente della
Fed, Janet Yellen, pronuncerá nell'audizione al Congresso Usa prevista alle 16h00.

Il Dow Jones sale dello 0,48%, l'S&P 500 dello 0,67% e il Nasdaq Composite dello 0,98%, mentre i prezzi del petrolio
hanno rallentato dopo un tentativo di rimbalzo nella prima parte della seduta. Il Brent avanza ora dello 0,3% a 30,41
dollari al barile, ben al di sotto del massimo intraday a 31,35 usd, mentre il Wti cede l'1,65% a 27,48 usd.

Nel dettaglio il numero uno della Federal Reserve ha riconosciuto che ci sono rischi derivanti dalle turbolenze dei mercati
finanziari e dal rallentamento della crescita globale, ma ha continuato a ribadire che l'inasprimento della politica
monetaria sará graduale, senza chiudere la porta quindi a un rialzo dei tassi di interesse nei prossimi mesi.

Il messaggio di Yellen, è che "i rialzi dei tassi saranno molto graduali e dipenderanno dai dati macroeconomici", sottolinea
Larry Milstein di RW Pressprich, puntualizzando che "non ci sono vere sorprese" nel discorso. Qualche spunto in piú per gli
investitori e per i mercati potrebbe quindi arrivare dalla sessione di domande e risposte durante l'audizione al Congresso
Usa.

Le parole del presidente della Fed non hanno cambiato neanche la visione di Paul Ashworth, capo economista per gli Usa di
Capital Economics, il quale si aspetta che la Banca centrale resterá ferma a marzo, ma potrebbe riniziare ad agire a giugno
se la situazione dell'economia globale e quella finanziaria si saranno stabilizzate.
L'esperto si aspetta comunque azioni molto graduali, con i tassi di interesse che dovrebbero stabilizzarsi tra l'1% e
l'1,25% alla fine del 2016 e tra il 2,25% e il 2,5% a dicembre 2017.

La probabilitá di un rialzo da parte della Federal Reserve nella riunione di dicembre è salita leggermente, al 37%, dopo la
pubblicazione del discorso del presidente Janet Yellen. La percentuale si attestava al 32% prima della diffusione del testo,
ben al di sotto pero' del 50% di fine 2015.

Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,1245, sopra il minimo intraday a 1,1221 aggiornato in scia alla pubblicazione
della parole di Yellen. La reazione sul valutario è stata comunque contenuta.

Lo stesso vale per l'obbligazionario. Il rendimento del Treasury decennale è poco mosso all'1,73% e quello biennale allo
0,73%.

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1015:51 feb 2016
 
15:2810-02-2016
BORSA: Ftse Mib +4%, Yellen non accomodante come voleva mercato
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib si allontana dal massimo intraday (16.816 punti) ma resta comunque in positivo
e segna un +4,11% a 16.571 punti. In rialzo anche l'Ibex (+3,08%), il Dax (+2,32%), il Cac-40 (+2,22%) e il Ftse 100
(+0,74%). 

Dal testo del discorso che il presidente della Federal Reserve, Janet Yellen riportera' alle 16h00 alla Camera emerge che il
rialzo dei tassi sara' graduale, che le condizioni finanziarie sono diventate meno favorevoli e che dagli sviluppi globali
emergono rischi per la crescita dell'economia americana: resta qualche debolezza sul mercato del lavoro e l'inflazione
rimarra' debole nel breve termine. 

Gli analisti di Ing spiegano che "il comunicato non contiene molte novita' rispetto ai precedenti". Inoltre, proseguono gli
esperti, "i mercati potrebbero considerare il discorso 'colomba' nel complesso, anche se probabilmente non in linea con le
attese". 

Comunque, specifica un esperto, "per il momento e' stato rilasciato solo il testo del discorso ora attendiamo i dettagli che
emergeranno dalla presentazione delle 16h00". 

A piazza Affari proseguono gli acquisti sulle banche: Intesa Sanpaolo +12,02%, B.P.Milano +11,39%, B.Popolare +10,78%,
Unicredit +10,18%, Ubi B. +8,72%, Mediobanca +7,08%, B.P.E.Romagna +6,28% e B.Mps +4,37%. 

  In progresso Enel (+1,03% a 3,53 euro) con gli analisti che fanno commenti positivi sui conti preliminari del 2015. 

Sul resto del listino si segnala Cementir (+2,59% a 4,046 euro). A detta di un analista i risultati hanno evidenziato un
indebitamento netto migliore del previsto.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1015:28 feb 2016
 
14:4610-02-2016
STORIE DI BORSA: Milano +4,44%, rally banche in Europa
   MILANO (MF-DJ)--Rally dei bancari europei, che scattano al rialzo dopo essere stati fortemente penalizzati
nelle ultime settimane.

L'Eurostoxx bancario fa segnare un +5,56%. L'ottima performance del comparto, trainata dalle indiscrezioni di stampa su
Deutsche Bank, alimenta i forti rialzi del Ftse Mib, migliore tra i principali indici europei con un +4,44% a 16.619 punti.

  L'Ibex avanza del 2,79%, il Cac-40 dell'1,92%, il Dax del 2,06% e il Ftse-100 dello 0,76%.

Secondo la stampa Deutsche Bank potrebbe lanciare un buyback su alcuni bond per alcuni miliardi di euro. La notizia, spiega
un esperto, placherebbe i timori che hanno affossato il titolo nei giorni scorsi. Al momento l'azione sale dell'11,6% a
Francoforte.

"Rimbalzo dei bancari. Deutsche Bank, che nei giorni scorsi e' stata nell'occhio del ciclone, beneficia delle ipotesi di
stampa secondo cui potrebbe effettuare un buyback di obbligazioni per alcuni mld euro", sottolinea un trader.

  A Milano Unicredit balza del 10,76% a 3,068 euro, Intesa Sanpaolo segna un +12,4% a 2,412 euro.

Sul fronte macro, l'appuntamento piú importante della giornata e' con il numero uno della Fed, Janet Yellen, che alle 16h00
presentera' alla Camera Usa il rapporto semestrale sulla politica monetaria.

Dal testo del discorso che Janet Yellen pronuncera' emerge che la Banca Centrale vede rischi potenziali per l'economia e
ribadisce che il percorso di rialzo dei tassi sara' graduale. "L'equity ha un po' ritracciato, ma l'impatto e' contenuto",
commenta un gestore.

pl
paola.longo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1014:46 feb 2016
 
13:3610-02-2016
STORIE DI BORSA: B.Popolare +13%, conti misti ma focus resta su M&A
   MILANO (MF-DJ)--B.Popolare guadagna il 13,14% a 7,19 euro in un contesto che vede un consistente rimbalzo
dei bancari.

  I risultati 2015 dell'istituto di credito pubblicati ieri a mercati
chiusi hanno deluso le attese sul fronte dell'utile mentre hanno stupito
sul capitale. Comunque, gli investitori non si concentrano molto sui conti e continuano a pensare all'M&A.

  Equita Sim ha ridotto il prezzo obiettivo su B.Popolare da 16,8 a 13,5
euro, confermando la raccomandazione buy. I dati del quarto trimestre,
spiegano gli analisti, hanno evidenziato un "utile netto sotto le attese a causa" dell'andamento dei ricavi e "di costi
one-off. La principale
delusione e' legata alla guidance sul net interest income, compensata dal
miglioramento del CET1". Le stime di Eps 2016-2018 scendono del 20%.

  Anche B.Akros evidenzia che l'utile netto e' stato dell'8% inferiore
alle attese. Pure il dividendo di 0,15 euro per azione ha deluso le
aspettative (0,5 euro) degli esperti. Comunque, "la posizione di capitale
resta forte", prosegue Akros, aggiungendo che durante la conference call
il management ha evidenziato il miglioramento della qualita' dell'attivo.

  In ogni caso, il tema su cui gli investitori continuano a concentrarsi
resta sempre l'M&A. "Pensiamo che l'M&A sara' il principale catalizzatore
dell'azione. Agli attuali prezzi di Borsa le potenziali sinergie"
derivanti da un eventuale deal non sono incluse, sottolinea Banca Akros.

  Equita Sim conferma il suo "scenario centrale che prevede una fusione
alla pari" con B.P.Milano, con un "concambio di 12 azioni Bpm per
ogni azione B.Popolare" e "422 mln di sinergie pre-tasse (-13% della base
costi)".

Icbpi (buy, Tp 18 euro) pensa che i negoziati di fusione "sembrano poter condurre a un accordo di massima in tempi brevi"
con B.P.Milano.

Kepler Cheuvreux (Tp a 9,4 da 9,7 euro, rating hold) sottolinea infatti che durante la conference call di ieri "il
management si e' mostrato cauto sulla guidance del 2016" ma allo stesso tempo "ottimista sulla finalizzazione di un deal con
B.P.Milano". 

Infatti, l'amministratore delegato "ha dichiarato la sua fiducia sul fatto di trovare un buon accordo con Bpm considerando
gli importanti passi fatti fino ad ora" e le sinergie sui costi di base di circa il 10% che il deal potrebbe creare,
conclude Kepler.

sda/pl
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1013:36 feb 2016
 
12:5310-02-2016
BORSA: Ftse Mib +5,21%, sovraperforma Ue con banche
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib resta in territorio positivo e segna un +5,21% a 16.739 punti. In progresso
anche l'Ibex (+3,54%), il Dax (+2,3%), il Cac-40 (+2,13%) e il Ftse 100 (+0,99%). 

Il principale indice milanese "sta effettuando un rimbalzo dopo i forti cali segnati da inizio anno. Per ora non si puo'
parlare ancora di recupero", spiega un gestore contattato da MF-Dowjones. 

A piazza Affari in luce B.Popolare (+14% a 7,245 euro). I risultati 2015 dell'istituto di credito pubblicati ieri a mercati
chiusi hanno deluso le attese sul fronte dell'utile mentre hanno stupito sul capitale. Comunque, gli investitori non si
concentrano molto sui conti e continuano a pensare all'M&A. Kepler Cehuvreux evidenzia infatti che ieri durante la
conference call il management si e' mostrato ottimista sulla finalizzazione di un deal con B.P.Milano (+12,67%). 

Molto bene anche Unicredit (+12,06%) che festeggia con un giorno di ritardo i conti 2015 superiori alle aspettative. Tra i
bancari in rialzo anche Intesa Sanpaolo (+12,12%), Ubi B. (+10,11%), B.P.E.Romagna (+9,17%), Mediobanca (+8,5%), Creval
(+8,29%), B.P.Sondrio (+7,07%), B.Mps (+6,95%) e B.Carige (+4,83%). 

Acquisti su Fca (+5,16% a 5,5 euro). Credit Suisse ha ridotto sul titolo il target price da 13,6 a 10 euro, livello comunque
nettamente superiore agli attuali prezzi di Borsa. La raccomandazione resta outperform.

Campari guadagna il 2,23% a 7,34 euro). Barclays ha alzato sull'azione il prezzo obiettivo a 6,75 da 6,5 euro, confermando
comunque il rating underweight. 

Sul resto del listino si segnala Credem (+10,97% a 5,665 euro). Equita Sim ha assegnato all'azione un Tp di 7 euro (rating
hold).

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1012:53 feb 2016
 
12:3410-02-2016
STORIE DI BORSA: Unicredit; conti oltre attese, per analisti titolo da comprare
   MILANO (MF-DJ)--Unicredit festeggia con un giorno di ritardo i conti 2015 migliori delle attese. Il
titolo, ieri penalizzato dall'intonazione molto negativa dei bancari europei, oggi sale dell'11,05% a 3,076 euro.

Del resto, il parere degli analisti e' unanime: i numeri sono stati buoni, con un utile del quarto trimestre oltre le attese
e un miglioramento dei trend operativi, del CET1 e della qualita' dell'attivo.

  Varie case d'affari hanno dunque confermato le proprie raccomandazioni buy su Unicredit.

Tra queste c'e' Deutsche Bank, che ha limato il prezzo obiettivo da 6,4 a 6,1 euro, livello pari a circa il doppio delle
attuali quotazioni di Borsa del titolo.

In un report dal titolo "A poco a poco verso migliori trend degli utili e capitale" gli esperti sottolineano come "la
ristrutturazione avra' bisogno di tempo ma sta andando nella giusta direzione". Quanto ai conti del quarto trimestre, il
risultato netto e' stato "migliore delle attese"; la stima di Eps 2016 di Deutsche Bank scende comunque del 10% per
includere una "visione maggiormente cauta sull'utile da commissioni".

E' buy su Unicredit anche Kepler Cheuvreux, con target price a 4,8 euro. Gli analisti citano i "buoni" conti trimestrali,
che hanno mostrato "un miglioramento dei ratio patrimoniali e della qualita' dell'attivo e una incoraggiante ripresa dei
ricavi".

Sempre buy e' la raccomandazione di Icbpi (Tp a 6,6 euro): i ricavi, spiegano gli analisti, hanno "sorpreso in positivo,
specie sul margine di interesse, cosi' come l'ottima tenuta dei risultati operativi. La copertura delle sofferenze (61%) e
del totale dei crediti deteriorati (51,2%) resta molto buona. L'attuale valutazione di mercato (6 volte il P/E 2016, 0,34
volte il P/TBV 2016) sconta scenari di fortissima contrazione degli utili e/o di aumento di capitale. Ma occorre considerare
che dal 2016 inizieranno a manifestarsi i benefici delle azioni di ristrutturazione previste dal Piano Industriale, i cui
oneri sono stati quasi interamente spesati nel 2015, senza impatti sui capital  ratio".

Da parte sua, Mediobanca Securities (rating outperform, Tp che passa da 6,6 a 5,6 euro) in un report dal titolo "Andamento
operativo piu' CET1 piu' qualita' dell'attivo in progresso, se interessa a qualcuno" fa riferimento al fatto che ieri il
titolo non abbia beneficiato di conti migliori del previsto della banca sul fronte operativo. Positivo per MB anche
l'andamento del CET1; accelera il miglioramento della qualita' dell'attivo. Le stime di Eps vengono alzate del 2% per il
2017 e del 4% per il 2018.

E' overweight il giudizio di Morgan Stanley su Unicredit, con prezzo obiettivo limato da 5,7 a 5,5 euro, stesso livello del
nuovo target price di Equita Sim (da 6,9 euro, rating hold).

Piu' cauta JPMorgan (underweight), che ha abbassato il prezzo obiettivo su Unicredit da 3,9 a 3,3 euro, livello che resta
comunque sopra gli attuali prezzi di Borsa, mentre Credit Suisse conferma il giudizio neutral e il target price a 4,6 euro.

pl
paola.longo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1012:34 feb 2016
 
12:0410-02-2016
MARKET TALK: future Borse Usa in rialzo, attesa per audizione Yellen
   MILANO(MF-DJ)--I future sull'azionario Usa avanzano in positivo, mentre i trader attendono l'audizione di
Janet Yellen presso la Commissione sui Servizi Finanziari della Camera dei Rappresentanti Usa, prevista alle 16h00. Il
future sul Dow Jones guadagna lo 0,82%, quello sull'S&P 500 l'1,06%. Anche gli azionari europei mostrano segni di
stabilizzazione dopo il recente sell-off, nonostante i mercati asiatici restino sotto pressione. Lo Stoxx Europe 600 sale
dell'1,11%, guidato dal settore bancario. Il Nikkei ha invece chiuso a -2,3%, il piu' basso livello dal 2014.

mac
giuseppe.mangiaracina@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1012:04 feb 2016
 
12:0210-02-2016
STORIE DI BORSA: Enel, analisti positivi dopo dati preliminari
   MILANO (MF-DJ)--Giudizi positivi da parte degli analisti su Enel (+1,83% a 3,558 euro) dopo la
pubblicazione ieri dei dati preliminari 2015.

La società ha chiuso lo scorso anno con ricavi preliminari pari a 75,7 mld euro, in linea con il dato del 2014 che era di
75,8 mld (-0,1% a/a).

  L'Ebitda ordinario invece è pari a 15 mld (-3,2% a/a), l'Ebitda
si attesta a 15,3 mld (-3,2% a/a), mentre l'indebitamento finanziario
netto è di 37,5 mld, inferiore rispetto ai 38 miliardi di euro fissati
quali target nel piano strategico presentato lo scorso novembre, e
sostanzialmente in linea rispetto ai 37,4 miliardi di euro registrati al
31 dicembre 2014.

  Positivi i commenti raccolti da Mf-Dowjones tra gli analisti che seguono il titolo.

Bernstein ad esempio ha confermato la raccomandazione outperform e il prezzo obiettivo a 5,10 euro. Secondo gli analisti i
conti 2015 sono "solidi" e mostrano come il gruppo sia "sulla buona strada in termini di obiettivi e piano di
ristrutturazione".

  Kepler Cheuvreux invece ha lasciato invariato il suo rating buy e il
prezzo obiettivo a 4,2 euro, sottolineando come i "buoni conti preliminari" 2015 siano stati "in linea con le nostre stime e
con la guidance; un po' meglio del previsto l'Ebitda e il debito netto".

  Buy anche da Icbpi con target price di 5,07 euro. Positivo, segnalano
gli esperti, il dato di un debito parzialmente migliore rispetto alle
aspettative e allo stesso target del gruppo, comunicato ai mercati
finanziari fin dallo scorso marzo. Centrati, invece, gli obiettivi in
termini di Ebitda e buono anche il dato sul fatturato che si rilevato
sostanzialmente piatto rispetto al 2014. 

  Conferma il buy anche Equita Sim con prezzo obiettivo a 4,6 euro.

fus/pl

(fine)


MF-DJ NEWS
1012:02 feb 2016
 
11:5110-02-2016
BORSA: Ftse Mib rimbalza, ora focus su Yellen
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib guadagna il 5,24% a 16.745 punti e scambia in positivoal pari di Ibex
(+3,63%), Dax (+2,05%), Cac-40 (+2,04%) e Ftse 100 (+1,07%). 

"Il mercato sta rimbalzando con prepotenza", nota uno strategist contattato da MF-Dowjones, aggiungendo comunque che "questo
rimbalzo era atteso ed e' preso per parlare di recupero. Le incertezze che c'erano ieri sui mercati sono sempre presenti". 

A Milano il comparto migliore e' quello dei bancari, "il settore piu' penalizzato da inizio anno. Aiutano anche le
indiscrezioni di stampa secondo cui Deutsche Bank" potrebbe lanciare un buyback su alcuni
bond per alcuni miliardi di euro, prosegue l'operatore. 

Unicredit +12,56%, B.Popolare +12,51%, Intesa Sanpaolo +11,46%, B.P.Milano +10,85%, Ubi B. +9,41%, B.Mps +6,95%, Mediobanca
+6,02% e B.P.E.Romagna +5,2%. Lo spread Btp/Bund si trova in calo a 135 punti base. 

L'esperto spiega poi che "nella seduta odierna il focus degli investitori si rivolgera' al presidente della Federal Reserve,
Janet Yellen, che presentera' alla Camera il rapporto semestrale sulla politica monetaria" alle 16h00. 

A piazza Affari in luce Exor (+10,04% a 25,98 euro) su cui Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione da hold a buy, con
prezzo obiettivo che passa da 34 a 28 euro. A detta degli analisti lo sconto sul Net Asset Value e' eccessivo. 

In positivo Eni (+2,07%) e Tenaris (+2,61%) con il Brent che segna un rialzo del 2,24% a 31 euro e il Wti del 2,18% a 28,55
euro. Saipem (-1,09%) resta invece negativa. 

Sul resto del listino si segnala l'ottima performance di Maire T. (+8,14%) e di Credem (+7,84%) su cui Equita Sim ha portato
il prezzo obiettivo a 7 da 7,6 euro, confermando la raccomandazione hold.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1011:51 feb 2016
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<febbraio 2016>
lmmgvsd
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29123456
  • 20130124115238_img_5178d_hp
    inaugurazione_w
    09
09 febbraio 2016 - dalle 18:00
Apertura nuova filiale di Udine
Inaugurazione

In occasione dell'apertura della nuova filiale di Udine, Banca Euromobiliare...


> Vai all'evento

Museo d’Arte Casa Cavazzini - Via Cavour, 14 - 33100 Udine
Credem: Moody’s aggiorna i rating
26 gennaio 2016

In data 25 gennaio 2016,
Moody’s Investors Services...

La BCE include il gruppo Credem tra le banche significative
30 dicembre 2015

La Banca Centrale Europea
(BCE) ha incluso a partire...

Gruppo Credem: SREP, requisiti patrimoniali superati
28 dicembre 2015

Risultato, tra i migliori
in assoluto rispetto...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

schermata 2015 11 23 alle 09.49.22
Coniugi e coppie di fatto
schermata 2015 11 30 alle 16.02.28
Life Style 2015
schermata 2015 07 21 alle 17.38.56
Maserati Life Style 2015

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Consulenza Finanziaria Evoluta

Attività di ricerca, education finanziaria ed un servizio accurato offerto
dai migliori gestori della relazione
ed asset manager internazionali.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Piazza Affari chiude in positivo (FTSE MIB +4,79%)
La Fed non esclude alcuna opzione per dare sostegno all'economia. Borse europee chiudono in rialzo

Banca Euromobiliare è una
boutique finanziaria specializzata
nella gestione degli investimenti
e nell'advisory.

Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa.