Home
Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
16:1517-07-2018
BORSA: Ftse Mib +0,4%, occhi puntati su Powell
16:0517-07-2018
SOTTO LA LENTE: tra Boccia e governo posizioni distanti
15:4517-07-2018
Wall Street: apertura debole, mercato attende audizione Powell
15:1017-07-2018
US STOCK INDEX FUTURES: mercato debole dopo trimestrali contrastate
14:4817-07-2018
STORIE DI BORSA: equity stabile in attesa Powell
14:3717-07-2018
STORIE DI BORSA: Ei Towers, Opa è passo verso fusione Rai Way
14:3517-07-2018
BORSA: equity poco mosso prima di Powell
12:5217-07-2018
SOTTO LA LENTE: B.Carige sotto assedio; il pericolo dell'addio di Fiorentino
12:4717-07-2018
BORSA: Milano attende Powell, Mediaset in luce
10:5817-07-2018
STORIE DI BORSA: Ei Towers +15% con annuncio Opa, si riaccende appeal sul comparto
10:4917-07-2018
STORIE DI BORSA: equity stabile prima di GS e Powell
10:4417-07-2018
BORSA: azionario fermo in attesa GS e Powell
09:5417-07-2018
Mercati: i consensi dei prossimi dati macro italiani ed esteri di oggi
09:1917-07-2018
BORSA: azionario poco mosso in avvio, rally di Ei Towers
09:0317-07-2018
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid
08:3217-07-2018
BORSE UE: partenza vista stabile per azionario
08:2317-07-2018
BORSA: commento di preapertura
08:1717-07-2018
BORSE USA: chiusura contrastata in attesa Powell
16:1517-07-2018
BORSA: Ftse Mib +0,4%, occhi puntati su Powell

MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib (+0,4% a 21.909 punti) scambia in rialzo dopo l'apertura delle Borse americane (Dow Jones -0,2%, S&P 500 -0,1%).

Gli occhi degli investitori sono tutti puntati sull'audizione del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, al Congresso Usa, che come spiega Deutsche Bank è l'appuntamento chiave della giornata.

Powell ha dichiarato che i rischi sull'outlook sono grossomodo bilanciati e che si aspetta un mercato del lavoro solido per diversi anni, con un'inflazione vicina al 2% per diversi anni. Powell ha poi detto che l'outlook di crescita globale resta solido nonostante le incertezze.

Uno strategist interpellato da MF-Dowjones apprezza i commenti di Powell sull'andamento dell'economia Usa e spiega che per il momento le affermazioni confermano la volontà della Federal Reserve di procedere con il rialzo dei tassi.

A piazza Affari proseguono gli acquisti su Leonardo Spa (+2,74% a 9,376 euro) che riceve commenti positivi da parte degli analisti dopo il contratto per fornire ad Aramco Overseas (del gruppo petrolchimico Saudi Aramco) 17 elicotteri AW139 e opzioni per ulteriori 4 da consegnare entro tre anni a partire dal 2018.

Tra i bancari Ubi B. +1,35%, Bper +0,92%, Intesa Sanpaolo +0,69%, Mediobanca +0,52%, Unicredit +0,03% e Banco Bpm -0,07%.

Acquisti su Italgas (+0,58% a 4,838 euro) su cui Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 5,3 euro, aspettandosi un'altra trimestrale positiva.

In lieve rialzo Fca (+0,41% a 16,602 euro) dopo che il gruppo nel mese di giugno ha immatricolato 104.100 vetture per una quota del 6,4%. Nel primo semestre dell'anno le registrazioni di Fca sono 596.800 e la quota è del 6,9%. Banca Imi (buy, Tp 24,5 euro) spiega che l'andamento del mercato auto nel mese di giugno è stato particolarmente positivo.

Sul resto del listino si segnala Ei Towers (+15,1% a 56,8 euro) che si adegua al prezzo dell'Opa a 57 euro per azione che hanno lanciato F2i e Mediaset (+2,82%) sulla societá italiana. L'annuncio ha fatto scattare l'appeal speculativo sul settore delle torri italiane, riportando in campo la possibilità di vedere una fusione tra Rai Way (+20,61%) ed Ei Towers. Sull'Aim Italia si evidenziano i progressi di Bio On (+10,5%).

sda

susanna.scotto@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1716:15 lug 2018

16:0517-07-2018
SOTTO LA LENTE: tra Boccia e governo posizioni distanti

MILANO (MF-DJ)--Tra il governo targato M5S/Lega e Confindustria le

posizioni restano distanti. Dopo le obiezioni mosse contro la modifica del

Jobs Act e del Piano Industria 4.0, il presidente Vincenzo Boccia non

condivide le politiche occupazionali messe in campo dal ministro Luigi Di

Maio.

In occasione dell'assemblea Anima, Boccia non usa mezzi termini: "Siamo

su una linea diversa tra il parlare e il fare".

Se da un lato Confindustria apprezza la proposta di stabilizzare i

lavoratori precari, dall'altro ritiene che i contratti a tempo determinato

non depotenzino l'occupazione. Ma la vera emergenza e' il cuneo fiscale.

Serve, secondo Boccia, diminuire le tasse sia per chi e' gia' dentro il

mondo del lavoro, sia per i futuri assunti. Ed e' qui il paradosso di

questo esecutivo. "Parla di abbassare le tasse ma intanto le aumenta sui

contratti a termine e sui costi per i licenziamenti per le imprese", ha

spiegato.

Nel rivendicare la paternita' de Jobs Act, di cui Confindustria e'

sempre stata un'accanita sostenitrice, Boccia ammette che il provvedimento

deve entrare in una nuova fase; dare vita a un percorso di formazione per

i lavoratori dentro e fuori le fabbriche.

Come se cio' non bastasse, Boccia prende le distanze anche dagli annunci

del ministro dell'Interno Matteo Salvini per quanto riguarda il rinnovo

del Trattato Ceta. Secondo il numero uno di Viale dell'Astronomia non

ratificarlo depotenzierebbe quelle stesse esportazioni "di cui Salvini

parla riferendosi alla Russia".

lab

(fine)

MF-DJ NEWS

1716:05 lug 2018

15:4517-07-2018
Wall Street: apertura debole, mercato attende audizione Powell

MILANO (MF-DJ)--I listini azionari statunitensi hanno aperto deboli, in attesa dell'audizione del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, al Congresso Usa.

Il Dow Jones scende dello 0,12%, mentre l'S&P 500 lascia sul terreno lo 0,22%. In calo più pesante il Nasdaq, a -0,53%.

Gli occhi del mercato sono puntati su eventuali riferimenti ai prossimi rialzi dei tassi di interesse, con i future sui Fed Fund che assegnano una probabilitá del 62% ad altri due aumenti del costo del denaro da qui a fine anno. "Maggiori dettagli potrebbero emergere dalla sessione di domande e risposte", affermano gli analisti di Unicredit. "Tutto sommato", concludono gli esperti, "non ci aspettiamo variazioni significative nei rendimenti Usa, ma se dovessero materializzarsi sarebbero al rialzo".

Gli operatori continuano poi a monitorare le trimestrali. Netflix crolla del 13% nel premercato dopo aver mancato le sue previsioni di oltre 1 milione di abbonati nel secondo trimestre, mostrando un rallentamento dello slancio di quest'anno. Johnson & Johnson sale dello 0,79% nel pre-market dopo aver comunicato i risultati, che hanno visto una crescita degli utili del 3% t/t, ma un abbassamento della guidance sul 2018. Infine Goldman Sachs guadagna lo 0,71% dopo che nel trimestre ha ottenuto un utile di 2,57 mld usd, trainata dal trading obbligazionario.

La fiducia del mercato resta minata dalla prospettiva di un conflitto commerciale. "È il peggior rischio al ribasso" per l'economia mondiale "dalla crisi del debito sovrano europeo nel 2012", rivela un sondaggio tra i gestori realizzato da Bank of America Merrill Lynch. Le attese su crescita e profitti sono ai minimi dal febbraio 2016 e l'esposizione al rischio azionario è sui minimi dal novembre 2016. La poca fiducia, spiegano da Bofa, si riflette nella scarsa ripiditá della curva dei rendimenti, ai minimi da 8 anni. I gestori che vedono i rischi maggiori dal conflitto sui dazi sono positivi sull'oro e ribassisti sui titoli tecnologici Usa come i FAANG's. I money manager piú ottimisti sul commercio, invece, si attendono un irripidimento della curva dei tassi e vedono opportunitá nell'azionario emergente ed europeo, oltre ad un indebolimento del dollaro.

Le vendite al dettaglio delle catene nazionali Usa nella prima settimana di luglio sono cresciute dello 0,1% a livello mensile. Rispetto allo scorso anno, le vendite sono invece cresciute del 3,3%.

La produzione industriale negli Usa è salita dello 0,6% a livello mensile a giugno, piú delle attese del consenso che si aspettavano un aumento dello 0,5% m/m. Sempre a giugno, il tasso di utilizzo degli impianti si è attestato al 78%, in rialzo di 0,1 punti e sotto il consenso degli economisti al 78,2%. Tuttavia il dato sulla produzione industriale di maggio stato rivisto al ribasso dal -0,1% a -0,5%.

Sul fronte valutario il cambio euro/usd è in ribasso a 1,1695. Sull'obbligazionario il rendimento del Treasury biennale è del 2,607%, mentre il decennale è al 2,85%.

lus/alb

antonio.lusardi@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1715:45 lug 2018

15:1017-07-2018
US STOCK INDEX FUTURES: mercato debole dopo trimestrali contrastate

MILANO (MF-DJ)--I future sui listini azionari statunitensi trattano deboli in attesa dell'audizione del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, al Congresso Usa.

Il future sul Dow Jones scende dello 0,04%, mentre quello sull'S&P 500 lascia sul terreno lo 0,16%. In calo anche il derivato sul Nasdaq, a -0,28%

Gli occhi del mercato sono puntati su eventuali riferimenti ai prossimi rialzi dei tassi di interesse, con i future sui Fed Fund che assegnano una probabilitá del 62% ad altri due aumenti del costo del denaro da qui a fine anno. "Maggiori dettagli potrebbero emergere dalla sessione di domande e risposte", affermano gli analisti di Unicredit. "Tutto sommato", concludono gli esperti, "non ci aspettiamo variazioni significative nei rendimenti Usa, ma se dovessero materializzarsi sarebbero al rialzo".

Gli operatori continuano poi a monitorare le trimetrali. Netflix crolla del 13% nel premercato dopo aver mancato le sue previsioni di oltre 1 milione di abbonati nel secondo trimestre, mostrando un rallentamento dello slancio di quest'anno. Johnson & Johnson sale dello 0,79% nel pre-market dopo aver comunicato i risultati, che hanno visto una crescita degli utili del 3% t/t, ma un abbassamento della guidance sul 2018. Infine Goldman Sachs guadagna lo 0,71% dopo che nel trimestre ha ottenuto un utile di 2,57 mld usd, trainata dal trading obbligazionario.

Le vendite al dettaglio delle catene nazionali Usa nella prima settimana di luglio sono cresciute dello 0,1% a livello mensile. Rispetto allo scorso anno, le vendite sono invece cresciute del 3,3%.

Infine sul fronte macroeconomico la produzione industriale americana a giugno è attesa dagli economisti di Intesa Sanpaolo in aumento dello 0,7% m/m dopo il calo dello 0,1% m/m di maggio. Alla luce delle indicazioni solide delle indagini di settore, nel manifatturiero dovrebbe esserci un netto rimbalzo (+0,7% m/m), dopo il -0,7% m/m di maggio, in gran parte concentrato nel segmento auto. Anche l'estrattivo dovrebbe registrare una variazione positiva, in linea con i segnali favorevoli dell'employment report. Le utility dovrebbero correggere dopo i forti rialzi dei tre mesi precedenti.

lus/alb

antonio.lusardi@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1715:10 lug 2018

14:4817-07-2018
STORIE DI BORSA: equity stabile in attesa Powell

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo viaggia sempre intorno alla paritá, con il Ftse Mib che segna un -0,05% a 21.811 punti e il Dax che registra un -0,13%.

I conti di Goldman Sachs, superiori alle attese in termini di ricavi e risultato netto, non hanno avuto impatto significativo sull'equity del Vecchio Continente, con gli operatori che aspettano l'audizione al Congresso Usa del capo dello Fed, Jerome Powell.

Secondo Lukman Otunuga, analista di FXTM, l'audizione "potrebbe offrire agli investitori una nuova opportunitá di valutare l'approccio alla politica monetaria della Fed per la seconda parte del 2018".

"Si tratta della prima delle due audizioni all'anno", ricorda Craig Erlam, Senior Market Analyst di Oanda, che evidenzia come la Banca "sembri essere su un chiaro percorso di restringimento" della politica monetaria.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1714:48 lug 2018

14:3717-07-2018
STORIE DI BORSA: Ei Towers, Opa è passo verso fusione Rai Way

MILANO (MF-DJ)--Ei Towers è il secondo miglior titolo di tutta piazza

Affari con un rialzo del 15,1% a 56,8 euro: l'azione si adegua al prezzo

dell'Opa a 57 euro per azione che hanno lanciato F2i e Mediaset (+2,2%)

sulla societá italiana.

L'offerta prevede un premio del 19,2% rispetto ai prezzi medi ponderati

di Ei Towers registrati nei sei mesi precedenti l'annuncio

dell'operazione. Il deal è volto a rafforzare le prospettive industriali

della societá oggetto di Opa.

Ei Towers è proprietaria e gestisce la principale rete italiana per la trasmissione del segnale televisivo (oltre 2.300 torri), una rete per la trasmissione dei servizi di telefonia mobile (oltre 1.100 torri) e dispone di una dorsale in fibra ottica di oltre 6.000 km a servizio della propria infrastruttura.

Equita Sim, che ha alzato del 10% il suo prezzo obiettivo su Ei Towers portandolo proprio a 57 euro, evidenzia come l'operazione sia "finalizzata al raggiungimento del 90% di Ei Towers e al delisting con l'obiettivo di creare una piattaforma per le infrastrutture nelle telecomunicazioni".

Gli analisti non vedono spazio per offerte concorrenti e pensano che il

prezzo sia "appropriato in ottica di 'spezzatino' della societá, con le

torri di tlc appetibili per Inwit e Cellnex (prima di una eventuale loro

combinazione) e valutabili secondo noi intorno a 15 volte l'Ebitda (a

sconto rispetto ai 19 volte di Inwit in quanto il portafoglio è meno

strategico)".

Dopo l'annuncio dell'Opa che ha scatenato l'appeal speculativo su tutto il settore delle torri italiane gli esperti tornano anche a parlare di una possibile combinazione tra Ei Towers e Rai Way (+19,39% a 4,865 euro) che "va ricordato dovrá comunque ottenere l'approvazione del Governo".

Proprio questa mattina Banca Akros ha alzato il giudizio su Rai Way da

neutral a buy, con prezzo obiettivo a 5,22 euro evidenziando appunto che

l'Opa di Mediaset su Ei Towers riaccende l'appeal speculativo su Rai Way.

Per gli esperti, infatti, l'Opa potrebbe essere "propedeutica a un nuovo

approccio di Ei Towers su Rai Way".

Come spiega Berenberg (buy, Tp 57 euro) l'Opa dovrebbe infatti aumentare la flessibilitá di bilancio di Ei Towers, elemento positivo per eventuali operazioni come ad esempio un'eventuale fusione con Rai Way. Mediaset invece dovrebbe deconsolidare Ei Towers dal momento che non ne avrá piú la maggioranza, aggiunge la casa d'affari.

Equita Sim dichiara infatti che Mediaset consegnerá il 40% di Ei Towers in suo possesso all'offerta lanciata dal veicolo con F2i: considerando il finanziamento di 480 mln del veicolo che lancerá l'Opa, Mediaset dovrebbe vedere ridursi il debito della holding di 200 mln circa (650 mln di incasso dalla cessione del 40% di Ei Towers e 450 mln di 'equity injection' nel veicolo). L'impatto sulla valutazione di Mediaset, ipotizzando una valorizzazione di Ei Towers a 57 euro per azione sarebbe circa il 3% "della nostra valutazione, 0,1 euro per azione".

Inoltre, aggiungono gli analisti, "per Mediaset il vantaggio è legato al fatto che un'eventuale aggregazione con Rai Way, che dovrá essere approvata dal Governo, diventa ora piú probabile grazie all'intervento di F2i".

Anche Liberum Capital (Tp alzato a 57 euro su Ei Towers, rating buy)

vede l'Opa come il passo iniziale verso un ulteriore consolidamento del

settore delle torri italiane.

Parere condiviso pure da Banca Imi, secondo cui l'offerta "potrebbe

rappresentare il primo passo verso il tanto atteso e tanto discusso

processo di consolidamento all'interno del settore delle torri italiano".

Gli analisti consigliano agli operatori di aderire all'Opa.

sda/pl

susanna.scotto@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1714:37 lug 2018

14:3517-07-2018
BORSA: equity poco mosso prima di Powell

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo viaggia sempre intorno alla parita', con il Ftse Mib che segna un -0,16% a 21.787 punti e il Dax che registra un -0,17%.

I conti di Goldman Sachs, superiori alle attese in termini di ricavi e risultato netto, non hanno avuto impatto significativo sull'equity del Vecchio Continente, con gli operatori che aspettano l'audizione al Congresso Usa del capo dello Fed, Jerome Powell.

"Si tratta della prima delle due audizioni all'anno", ricorda Craig Erlam, Senior Market Analyst di Oanda, che evidenzia come la Banca "sembri essere su un chiaro percorso di restringimento" della politica monetaria.

A piazza Affari bene Leonardo Spa (+2,43%), Mediaset (+2,09%), Ubi B. (+0,88%).

Prosegue poi il rally di Ei Towers (+15,1% a 56,8 euro) in scia all'Opa a 57 euro annunciata sulla societa'; di riflesso, aumenta l'appeal di Rai Way, che avanza del 19,75%.

Sull'Aim Italia tornano gli acquisti su Bio On, che dopo qualche recente presa di profitto sale del 10,1%.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1714:35 lug 2018

12:5217-07-2018
SOTTO LA LENTE: B.Carige sotto assedio; il pericolo dell'addio di Fiorentino

MILANO (MF-DJ)--Le parole dell'a.d. Paolo Fiorentino scuotono Banca

Carige dalla base al vertice lasciando presagire, per la prima volta, un

possibile passo indietro del banchiere napoletano qualora non ci fossero

più le condizioni per condurre in porto il piano concordato con la Bce. In

un'intervista al Sole 24 Ore l'ex manager di Unicredit afferma: "Non

intendo rimanere alla guida a tutti i costi. Resterò se ci sono le

condizioni per portare avanti il piano di rilancio".

La linea di Fiorentino risulta chiara da tempo, ma per la prima volta

l'a.d. si schiera pubblicamente con chi crede nel piano Bce. Di certo il

riferimento non è al primo azionista della realtà ligure Vittorio

Malacalza che, a più riprese, ha messo in discussione l'operato della

Vigilanza centrale che "impropriamente" ha invitato a evitare interferenze

con l'operato dell'amministratore delegato.

Al di là di come finirà la singola tenzone tra Malacalza e l'azionista

Raffaele Mincione (uno scontro che dovrebbe vedere un primo esito

all'assemblea dei soci di settembre chiamata a rinnovare il Board a

seguito delle recenti dimissioni di amministratori e della richiesta di

revoca dello stesso Mincione), per Carige si apre una problematica seria.

Si tratterebbe del terzo a.d. che lascia il timone della banca nel giro di

pochi anni. Il terzo che arriva ai ferri corti con Malacalza, nonostante

sia stato chiamato al comando dallo stesso industriale piacentino. Prima

di Fiorentino Genova ha visto infatti uno scontro aperto tra

l'imprenditore di Bobbio e l'ex a.d. Guido Bastianini e prima ancora con

Piero Montani.

Come detto, per la banca, l'addio dell'attuale a.d. nel bel mezzo del

piano di rilancio sarebbe una doccia fredda e potrebbe rappresentare

l'ennesima frenata sullo stretto sentiero verso la ripresa. Resta infatti

da completare il famoso capital plan che, oltre all'aumento di capitale

(andato a buon fine), prevedeva altresì la cessione di 8 asset immobiliari

(per la maggior parte ancora in corso).

Dal capital plan (che contemplava anche azioni in certi casi ben avviate

e in altri già completate come la cessione della società Creditis, della

piattaforma di gestione degli Npl e nuovo impulso al processo di

dismissione dei non performing loans, con nuove cessioni) era atteso un

impatto sul patrimonio di 200 mln. Come detto, alcune di queste azioni

(dalla dismissione degli Npl alla cessione di partecipazioni non

strategiche quali, per esempio, l'Autostrada dei Fiori e la quota in Banca

d'Italia) restano da completare. Rimane poi da compiere l'emissione del

bond da almeno 350 milioni rimandato anche per le condizioni avverse del

mercato. Un'aggregazione per la piccola realtà ligure pare ormai

inevitabile. Ma non basterà la moral suasion di Bankitalia e della Bce

affinché l'operazione vada a buon fine. Serve una banca ripulita con un

cost/income più performante e maggiore redditività (i ricavi sono passati

dai 715 mln del 2015 a poco più di 500 mln del 2017). Serve insomma

continuità e qualcuno in grado di portare finalmente la banca della

Lanterna fuori dal tunnel.

cce

claudia.cervini@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1712:52 lug 2018

12:4717-07-2018
BORSA: Milano attende Powell, Mediaset in luce

MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib continua a scambiare sulla parità e segna un +0,06% a 21.835 punti.

Un gestore interpellato da MF-Dowjones parla di 'sentiment di attesa' in vista dell'audizione delle 16h30 del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, al Congresso Usa. Alle 15h15 sara' pubblicato il dato relativo alla produzione industriale Usa di giugno, mentre alle 16h00 l'indice Nahb di luglio.

A piazza Affari proseguono gli acquisti su Mediaset (+2,67% a 2,803 euro) dopo l'Opa che il gruppo ha lanciato con F2i su Ei Towers (+15,5% a 57 euro) a 57 euro per azione che sta raccogliendo molti giudizi positivi da parte degli analisti.

Molto bene anche Leonardo Spa (+2,67% a 9,37 euro) che assieme a Milestone Aviation è stata selezionata da Aramco Overseas - societá del gruppo Saudi Aramco - nell'ambito del programma di rinnovo della flotta di elicotteri medi.

Tra i bancari Ubi B. +1%, Bper +0,73%, Intesa Sanpaolo +0,61%, Unicredit +0,6%, Banco Bpm +0,54% e Mediobanca -0,02%.

In lieve rialzo Fca (+0,28% a 16,58 euro) dopo che il gruppo nel mese di giugno ha immatricolato 104.100 vetture per una quota del 6,4%. Nel primo semestre dell'anno le registrazioni di Fca sono 596.800 e la quota è del 6,9%. Banca Imi (buy, Tp 24,5 euro) spiega che l'andamento del mercato auto nel mese di giugno è stato particolarmente positivo.

Scambiano invece in territorio negativo Recordati (-1,79%), Tenaris (-1,7%) e Cnh I. (-0,98%). Sul resto del listino, sull'Aim Italia, si segnalano i rialzi di Bio On (+10,5% a 55,8 euro) che ieri ha completato con successo la prima fase di test sugli impianti del nuovo polo produttivo inaugurato il 20 giugno scorso a Castel San Pietro Terme, vicino a Bologna.

sda

susanna.scotto@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1712:47 lug 2018

10:5817-07-2018
STORIE DI BORSA: Ei Towers +15% con annuncio Opa, si riaccende appeal sul comparto

MILANO (MF-DJ)--Ei Towers è il secondo miglior titolo di tutta piazza Affari con un rialzo del 15,1% a 56,8 euro: l'azione si adegua al prezzo

dell'Opa a 57 euro per azione che hanno lanciato F2i e Mediaset (+4%) sulla società italiana.

L'offerta prevede un premio del 19,2% rispetto ai prezzi medi ponderati di Ei Towers registrati nei sei mesi precedenti l'annuncio dell'operazione. Il deal è volto a rafforzare le prospettive industriali della società oggetto di Opa.

Ei Towers è proprietaria e gestisce la principale rete italiana per la

trasmissione del segnale televisivo (oltre 2.300 torri), una rete per la

trasmissione dei servizi di telefonia mobile (oltre 1.100 torri) e dispone di una dorsale in fibra ottica di oltre 6.000 km a servizio della propria infrastruttura.

Equita Sim, che ha alzato del 10% il suo prezzo obiettivo su Ei Towers portandolo proprio a 57 euro, evidenzia come l'operazione sia "finalizzata al raggiungimento del 90% di Ei Towers e al delisting con l'obiettivo di creare una piattaforma per le infrastrutture nelle telecomunicazioni".

Gli analisti non vedono spazio per offerte concorrenti e pensano che il prezzo sia "appropriato in ottica di 'spezzatino' della societá, con le torri di tlc appetibili per Inwit e Cellnex (prima di una eventuale loro combinazione) e valutabili secondo noi intorno a 15 volte l'Ebitda (a sconto rispetto ai 19 volte di Inwit in quanto il portafoglio è meno strategico)".

Dopo l'annuncio dell'Opa che ha scatenato l'appeal speculativo su tutto il settore delle torri italiane gli esperti tornano anche a parlare di una possibile combinazione tra Ei Towers e Rai Way (+18,4% a 4,825 euro) che "va ricordato dovrá comunque ottenere l'approvazione del Governo".

Proprio questa mattina Banca Akros ha alzato il giudizio su Rai Way da neutral a buy, con prezzo obiettivo a 5,22 euro evidenziando appunto che l'Opa di Mediaset su Ei Towers riaccende l'appeal speculativo su Rai Way. Per gli esperti, infatti, l'Opa potrebbe essere "propedeutica a un nuovo approccio di Ei Towers su Rai Way".

Anche Liberum Capital (Tp alzato a 57 euro su Ei Towers, rating buy) vede l'Opa come il passo iniziale verso un ulteriore consolidamento del settore delle torri italiane.

Parere condiviso anche da Banca Imi, secondo cui l'offerta "potrebbe rappresentare il primo passo verso il tanto atteso e tanto discusso processo di consolidamento all'interno del settore delle torri italiano". Gli analisti consigliano agli operatori di aderire all'Opa.

sda/pl

susanna.scotto@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1710:58 lug 2018

10:4917-07-2018
STORIE DI BORSA: equity stabile prima di GS e Powell

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo viaggia poco mosso a meta' mattinata. Il Ftse Mib segna un +0,21% a 21.869 punti, il Dax un -0,07%.

"Oggi il focus sara' sulla trimestrale di Goldman Sachs", sottolinea Konstantinos Anthis, responsabile della ricerca di ADSS.

"I mercati finanziari sembrano focalizzati sulle trimestrali, che finora sono state forti, così come i dati economici" americani, nota Hussein Sayed, Chief Market Strategist di FXTM.

Oggi, prosegue l'esperto, l'attenzione verrá catalizzata dall'audizione

del numero uno della Fed, Jerome Powell, al Congresso Usa, prevista per le 16h30.

Alle 15h15 verra' invece resa nota la produzione industriale a giugno negli Stati Uniti.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1710:49 lug 2018

10:4417-07-2018
BORSA: azionario fermo in attesa GS e Powell

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo viaggia poco mosso a metà mattinata. Il Ftse Mib segna un +0,36% a 21.901 punti, il Dax un -0,05%.

"Oggi il focus sara' sulla trimestrale di Goldman Sachs", sottolinea Konstantinos Anthis, responsabile della ricerca di ADSS.

Sul fronte macro, invece, l'attenzione e' catalizzata dall'audizione al Congresso Usa di Jerome Powell, numero uno della Fed, attesa alle 16h30.

A piazza Affari balzo del 15,3% a 56,9 euro per Ei Towers, su cui Mediaset (+4,21%) e F2i hanno annunciato un'Opa a 57 euro. Di riflesso, rally di Rai Way (+19,51%), con il mercato che vede riaccendersi l'appeal speculativo.

Sull'Aim Italia Digitouch, che ha avviato il programma di acquisto di azioni proprie, sale del 5,45%.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1710:44 lug 2018

09:5417-07-2018
Mercati: i consensi dei prossimi dati macro italiani ed esteri di oggi

MILANO (MF-DJ)--Questi i consensi dei prossimi dati macro-economici

della giornata forniti in mattinata dalla Direzione Centrale Studi e

Ricerche di Intesa Sanpaolo:


		
  *ITALIA
   10h00 - ordini all'industria maggio
           (precedente: -1,3% m/m, +6,4% a/a)
         - fatturato industriale maggio
           (precedente: +0,3% m/m, +4,0% a/a)

		
  *GRAN BRETAGNA
   10h30 - tasso di disoccupazione Ilo
           (precedente: 4,2% m/m;
            consenso: 4,2% m/m)

		
  *ITALIA
   11h00 - inflazione giugno finale
           (preliminare: +0,3% m/m, +1,4% a/a;
            previsione: +0,3% m/m, +1,4% a/a)
         - inflazione armonizzata giugno finale
           (preliminare: +0,3% m/m, +1,5% a/a;
            previsione: +0,3% m/m, +1,5% a/a;
            consenso: +1,5% a/a)

		
  *USA
   14h55 - indice settimanale Redbook
           (precedente: -0,2% m/m, +4,3% a/a)

		
   15h15  - produzione industriale giugno
           (precedente: -0,1% m/m;
            previsione: +0,7% m/m;
            consenso: +0,5% m/m)
          - tasso utilizzo impianti giugno
           (precedente: 77,9%;
            consenso: 78,2%)

		
   16h00 - indice Nahb luglio
           (precedente: 68 punti;
            consenso: 69 punti) 

		

 

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1709:54 lug 2018

09:1917-07-2018
BORSA: azionario poco mosso in avvio, rally di Ei Towers

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo viaggia sulla parita' dopo i primi scambi, con il Ftse Mib che segna un -0,18% a 21.780 punti e il Dax che registra un -0,04%.

"I mercati finanziari sembrano focalizzati sulle trimestrali, che finora sono state forti, cosi' come i dati economici" americani, nota Hussein Sayed, Chief Market Strategist di FXTM.

Oggi, prosegue l'esperto, l'attenzione verra' catalizzata dall'audizione del numero uno della Fed, Jerome Powell, al Congresso Usa.

A piazza Affari balzo del 15,7% a 57,1 euro di Ei Towers sull'annuncio dell'Opa a 57 euro per azione da parte di Mediaset (+2,49%) e F2i. Di riflesso, forti acquisti anche su Rai Way (+15,09%).

Sull'Aim Italia bene Safe Bag (+4,92%), la cui controllata Wrapping Service ha firmato un contratto della durata di 3 anni per la fornitura della propria offerta integrata di servizi per i viaggiatori presso l'Aeroporto Internazionale di Vladivostok, Russia.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1709:19 lug 2018

09:0317-07-2018
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid

MILANO (MF-DJ)--Questi i valori degli indici principali delle Borse di

Francoforte, Londra, Parigi e Madrid dopo i primi scambi:


		
  - Francoforte   Dax          12.566,36   punti  (+0,04%)
  - Londra        Ftse 100      7.595,87   punti  (-0,06%)
  - Parigi        Cac 40        5.404,38   punti  (-0,09%)
  - Madrid        Ibex-35       9.713,30   punti  (-0,04%) 

		

 

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1709:03 lug 2018

08:3217-07-2018
BORSE UE: partenza vista stabile per azionario

MILANO (MF-DJ)--L'azionario europeo e' visto poco mosso in avvio di giornata.

I future indicano una partenza in calo di 9 punti per il Dax e in rialzo di 6 punti per il Ftse-100.

Chiusura contrastata ieri a Wall Street, dove il Dow Jones ha registrato un +0,18%, mentre l'S&P 500 ha segnato un -0,1%.

red/est/pl

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:32 lug 2018

08:2317-07-2018
BORSA: commento di preapertura

MILANO (MF-DJ)--Partenza vista poco mossa per le principali piazze europee.

"Avvio sulla parita'. Il Ftse Mib dovrebbe iniziare la seduta in calo dello 0,2%, in area 21.800 punti", afferma il capo di una sim, interpellato da MF-Dowjones. Ieri il principale indice milanese ha registrato un -0,32% a 21.822 punti.

"Prosegue il consolidamento in atto. A frenare i mercati in questo momento e' il calo del petrolio", aggiunge l'esperto.

Sul fronte macro, l'attenzione e' catalizzata dall'audizione del numero uno della Fed, Jerome Powell, al Senato statunitense, in agenda alle 16h30.

Alle 15h15, invece, verra' resa nota la produzione industriale negli Stati Uniti a giugno.

A piazza Affari da seguire Ei Towers, dopo che Mediaset e F2i hanno annunciato l'intenzione di lanciare un'Opa a 57 euro per azione sulla societa'. Ieri l'azione ha chiuso in progresso dell'1,65% a 49,35 euro.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:23 lug 2018

08:1717-07-2018
BORSE USA: chiusura contrastata in attesa Powell

MILANO (MF-DJ)--Chiusura contrastata a Wall Street in attesa dell'audizione del presidente della Fed, Jerome Powell, al Congresso Usa.

Il Dow Jones è salito dello 0,18%, mentre l'S&P 500 è sceso dello 0,1% e il Nasdaq Composite ha lasciato sul terreno lo 0,26%.

Questi i titoli del Nasdaq piú attivi:


		
                                                    usd        var
  iQIYI, Inc.                                      36,93      +8,78
  Micron Technology, Inc.                          56,15      -0,35
  Cisco Systems, Inc.                              42,50      +1,72
  Comcast Corporation                              34,97      +0,78
  Microsoft Corporation                           104,91      -0,49
  Invesco QQQ Trust, Series 1                     179,18	     -0,24
  Twenty-First Century Fox, Inc.                   46,71      -1,79
  Netflix, Inc.                                   400,48      +1,18
  Starbucks Corporation                            50,94      -1,32
  Apple Inc.                                      190,91      -0,22 

		

Questi i titoli del Nyse piú attivi:


		
                                                   usd          var
  Bank of America Corporation                      29,78      +4,31
  Ford Motor Company                               10,85      -1,18
  General Electric Company       			       13,90      +0,07
  Chesapeake Energy Corporation                     4,90      -5,59
  Ambev S.A.                                        4,92      +2,29
  AT&T Inc.                                        31,90	     +0,73
  Citigroup Inc.                                   69,46      +3,67
  Wells Fargo & Company                            56,99      +2,94
  J P Morgan Chase & Co                           110,58      +3,97
  Marathon Oil Corporation                         20,04      -6,70 

		

 

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

1708:17 lug 2018

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<luglio 2018>
lmmgvsd
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
  • storie_hp
    culturale_w
    10
  • storie_hp
    culturale_w
    18
10 luglio 2018 - ore 18:00
Storie. Il design italiano
Evento culturale

Per l’esposizione sono state selezionate 180 opere, realizzate tra il 1902...


> Vai all’evento

Palazzo della Triennale - Viale Emilio Alemagna, 6 - 20121, Milano
18 luglio 2018 - ore 18:00
Storie. Il design italiano
Evento culturale

Per l’esposizione sono state selezionate 180 opere, realizzate tra il 1902...


> Vai all’evento

Palazzo della Triennale - Viale Emilio Alemagna, 6 - 20121, Milano
Credem: Fitch conferma i rating
13 giugno 2018

Nella giornata del 13 giugno Fitch Ratings (Fitch) ha confermato...

Quattro nuovi professionisti a Milano
01 giugno 2018

Proseguono gli investimenti per la crescita di Banca Euromobiliare...

Credem: bilancio 2017 utile +41,1% e nuovo presidente
02 maggio 2018

L’Assemblea degli Azionisti di Credem, presieduta da...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

schermata 2018 07 02 alle 17.21.31
Carta Nexi Black
schermata 2018 06 20 alle 11.12.45
Il “Fattore Trump”
schermata 2018 05 17 alle 10.37.01
Mercato e volatilità

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Consulenza Finanziaria Evoluta

Attività di ricerca, education finanziaria ed un servizio accurato offerto
dai migliori gestori della relazione
ed asset manager internazionali.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Apertura in leggero calo a Wall Street
Vendite sul titolo Netflix

Banca Euromobiliare è una
boutique finanziaria specializzata
nella gestione degli investimenti
e nell'advisory.

"Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa."