Home
Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
19:3028-06-2016
L'agenda di domani
19:3028-06-2016
L'agenda della settimana
19:3028-06-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
19:3028-06-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della settimana
19:1028-06-2016
Wall Street: rimbalza dopo Brexit ma luci e ombre da Pil Usa
17:5928-06-2016
BORSA: commento di chiusura
16:4728-06-2016
WALL STREET: rimbalza post Brexit ma luci e ombre da Pil
16:4428-06-2016
SOTTO LA LENTE: Messina indica la rotta a Penati, ora Npl
16:2328-06-2016
HEARD ON THE STREET: G.B. e rating, downgrade colpo psicologico
16:1828-06-2016
Usa: salgono sul primo gradino del podio per biofarmaci (Capital G.)
16:1028-06-2016
BORSA: Ftse Mib resta in netto rialzo dopo avvio WS
16:0528-06-2016
MARKET TALK: Borsa resta in forte rialzo dopo dato Usa (sentiment)
15:4228-06-2016
Wall Street: rialza la testa ma luci e ombre da Pil
14:5028-06-2016
STORIE DI BORSA: Snam +6%, domani focus su spin-off Italgas (analisti)
14:4928-06-2016
STORIE DI BORSA: mercati rimbalzano, bene Pil Usa
14:4628-06-2016
BORSA: Ftse Mib +4,44% dopo Pil Usa, banche restano positive
14:1528-06-2016
STORIE DI BORSA: Ubi +7,44%, analisti apprezzano piano completo e credibile
12:5528-06-2016
BORSA: p.Affari resta migliore in Ue, in evidenza bancari
19:3028-06-2016
L'agenda di domani
   MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piú rilevanti di domani:

  Mercoledì 29 giugno
  FINANZA
                 Snam: presentazione del Piano Strategico 2016-2020

  Milano   10h30 Candy Group presenta i dati di chiusura e le strategie
                 di sviluppo. Presente il CEO Beppe Fumagalli. Presso lo
                 Starhotels Rosa Grand

           17h30 B.Carige: conference call di presentazione del Piano 
                 Strategico 2016-2020 

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  Milano   14h30 Assemblea UPA. Intervervengono Lorenzo Sassoli de
                 Bianchi, Presidente UPA; Monica Fabris, Presidente
                 Episteme; Cristina Snocchia, AD L'Oreal Italia. Teatro
                 Strehler, Largo Greppi

  ECONOMIA POLITICA
  Milano   10h00 Presentazione del primo Report italiano alla School of
                 Management del Politecnico di Milano. Via Lambruschini
                 4, campus Bovisa, edificio BL.27 Politecnico di Milano

  Milano   10h00 Ventiseiesima edizione della presentazione del rapporto
                 annuale 'Milano produttiva 2016'. Palazzo Affari ai
                 Giureconsulti, Sala Parlamentino, via Mercanti 2

  Montecarlo 12h00  Giovanni Soldini e Maserati Multi70.Partecipa tra gli 
                    altri John Elkann. Yacht Club de Monaco

  Milano   13h30 Conferenza stampa UPA. Teatro Strehler, Largo Greppi

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  Losanna  10h00 Inaugurazione dello Swisscom Digital Lab sul campus
                 dell'EPFL. Swisscom Digital Lab, EPFL Innovation Park,
                 edificio F, 3o piano

red

(fine)


MF-DJ NEWS
2819:30 giu 2016
 
19:3028-06-2016
L'agenda della settimana
   MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piú rilevanti della settimana:

 Giovedì 30 giugno
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Roma     09h30 Congresso nazionale Federnotai 'Notariato e legalita':
                 tra narrazione e partecipazionè. Interviene Raffaele
                 Cantone, Presidente dell'Autoritá Nazionale
                 Anticorruzione. Presso Nazionale Eventi, Via Palermo 10

  Roma     10h30 Cna presenta l'analisi annuale 'Osservatorio nazionale
                 professioni'. Con Cesare Damiano, Presidente commissione
                 Lavoro della Camera; Maurizio Sacconi, Presidente
                 commissione Lavoro del Senato; Tommaso Nannicini,
                 Sottosegretario alla presidenza del Consiglio;
                 Considerazioni conclusive di Daniele Vaccarino,
                 Presidente Nazionale della CNA (Hotel Nazionale (Sala
                 Capranichetta - piazza Montecitorio, 125)

  Milano   11h30 Samsung Electronics Italia presenta gli atleti che fanno
                 parte del Samsung Galaxy Team in occasione dei prossimi
                 Giochi Olimpici di Rio 2016. Tra coloro che intervengono
                 ci sono Carlo Barlocco, Presidente di Samsung
                 Electronics Italia, Giovanni Malagò, Presidente CONI.
                 Via M. Bongiorno 9

  Milano   11h30 Conferenza stampa di presentazione di "I risultati di
                 metá percorso della XXI Triennale International
                 Exhibition" e MINI CREATIVE AREA Il nuovo spazio Foyer
                 del Teatro dell'Arte della Triennale di Milano. Saranno
                 presenti Claudio De Albertis, presidente della Triennale
                 di Milano; Roberto Olivi, direttore relazioni
                 istituzionali e comunicazione di Bmw Italia; Jacopo
                 Foggini, progettista dello spazio. Presso Foyer del
                 Teatro dell'Arte della Triennale di Milano

  Milano   14h30  Incontro Banca d'Italia e Fondazione Cirgis "Italia, 
                  quale legalità? Cultura Politica Economia". Banca 
                  d'Italia, Via Cordusio, 5

  Milano   14h30  Presentazione della III Edizione dell'Osservatorio 
                  Europeo degli Intermediari Assicurativi. Universita' 
                  Bocconi, piazza Sraffa.

  San Filippo
  del Mela(Me)16h00 A2A e Magaldi Power presentano in anteprima il primo
                 impianto solare termodinamico STEM", presso il Polo
                 Energetico Integrato

  Milano   16h00 Evento di Ernst & Young per l'inaugurazione del primo
                 Workplace of the future in Italia un rivoluzionario
                 approccio al lavoro permesso dalla tecnologia digitale e
                 da una organizzazione innovativa. Presso i nuovi uffici
                 di EY in Via Meravigli 12

  Roma     17h00 Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha
                 convocato il Consiglio Supremo di Difesa, al Palazzo del
                 Quirinale

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --




  Venerdì 1 luglio
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  Brescia  14h30 Assemblea Generale 2016 di Federmeccanica dal titolo 'Il
                 rinnovamento - l'impresa come bene comune e la
                 centralitá della personá. Presenti Marco Bonometti,
                 Presidente Associazione Industriale Bresciana; Fabio
                 Storchi, Presidente Federmeccanica; Tommaso Nannicini,
                 Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio; Vincenzo
                 Boccia, Presidente ConfindustriaPresso il Teatro Grande

  ECONOMIA POLITICA

  Milano   10h30 Growitup - Microsoft - Fondazione Cariplo. Nuovi modi 
                 per fare Innovazione in Italia. Via Bergognone, 34

  Milano   11h00 Conferenza stampa di presentazione delle nuove 
                 previsioni economiche del Centro Studi Confindustria. 
                 Partecipa tra gli altri Vincenzo Boccia, presidente di 
                 Confindustria. Via Pantano

  Bergamo  12h30 Presentazione Airbus A321ceo e conferenza Wizz Air.
                 Presso Aeroporto di Bergamo

  Saint-Vincent(Ao)14h30 Inizia la due giorni dell'Open Innovation Summit
                 2016. Intervengono Paolo Barberis, Consigliere per
                 l'Innovazione della Presidenza del Consiglio dei
                 Ministri; Stefano Firpo, Direttore Generale del
                 Ministero dello Sviluppo Economico; Marco Gay,
                 Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria.
                 Presso Parc Hotel Billia, Saint-Vincent Resort & Casinò
                 Viale Piemonte 72. Termina domani

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --

red

(fine)


MF-DJ NEWS
2819:30 giu 2016
 
19:3028-06-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
   MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici di domani sulla base
delle indicazioni della Direzione Centrale Servizio Studi e Ricerche di
Intesa Sanpaolo:

  MERCOLEDI' 29 giugno

  *GIAPPONE
   01h50 - vendite dettaglio maggio
           (precedente: -0,8% a/a;
            previsione: -1,6% a/a)

  *GERMANIA
   08h00 - indice fiducia consumatori luglio
           (precedente: 9,8 punti;
            consenso: 9,8 punti)

  *SPAGNA
   10h00 - inflazione armonizzata giugno preliminare
           (precedente: -1,1% a/a;
            previsione: -1,1% a/a)

  *EUROZONA
   11h00 - indice fiducia economica giugno
           (precedente: 104,7 punti;
            previsione: 104,9 punti;
            consenso: 104,6 punti)
         - indice fiducia imprese giugno
           (precedente: -3,6 punti;
            previsione: -3,3 punti;
            consenso: -3,4 punti)
         - indice fiducia servizi giugno
           (precedente: 11,3 punti;
            previsione: 11,3 punti;
            consenso: 11,7 punti)
         - indice fiducia consumatori giugno finale
           (precedente: -7 punti;
            previsione: -7,3 punti;
            consenso: -7,3 punti)

  *USA
   13h00 - indice settimanale richieste mutui
           (precedente: +2,9% a 522,2 punti)

  *GERMANIA
   14h00 - inflazione giugno preliminare
           (precedente: +0,3% m/m, +0,1% a/a;
            previsione: +0,2% m/m, +0,3% a/a;
            consenso: +0,2% m/m, +0,4% a/a)
         - inflazione armonizzata giugno preliminare
           (precedente: +0,4% m/m, inv. a/a;
            previsione: +0,1% m/m, +0,1% a/a;
            consenso: +0,1% m/m, +0,2% a/a)

  *USA
   14h30 - spese personali per consumi maggio
           (precedente: +1% m/m;
            previsione: +0,5% m/m;
            consenso: +0,3% m/m)
         - deflatore core maggio
           (precedente: +0,2% m/m, +1,6% a/a;
            previsione: +0,2% m/m, +1,6% a/a;
            consenso: +0,1% m/m)
         - redditi famiglie maggio
           (precedente: +0,4% m/m;
            precedente: +0,2% m/m;
            consenso: +0,3% m/m)

   16h00 - indice pending home sale maggio
           (precedente: +5,1%  m/m a 116,3)

   16h30 - scorte settimanali petrolio
           (precedente: -0,917 mln barili a 530,626 mln)

  *Si conclude il forum Bce sulle Banche centrali
  *Si conclude la riunione del Consiglio europeo
  *Alle 01h00 è atteso il discorso di Powell (Fed) su economia e politica
monetaria
  *Alle 10h00 è atteso il discorso di Coeure (Bce)
  *Alle 12h30 è atteso il discorso di Constancio (Bce)
  *Alle 18h00 è atteso il discorso di Mersch (Bce)
  *Alle 22h30 sono attesi i risultati degli stress test della Fed sulle
banche Usa

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2819:30 giu 2016
 
19:3028-06-2016
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della settimana
   MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per la settimana
sulla base delle indicazioni della Direzione Centrale Servizio Studi e
Ricerche di Intesa Sanpaolo:

  GIOVEDI' 30 giugno

  *GIAPPONE
   01h50 - produzione industriale maggio preliminare
           (precedente: +0,5% m/m;
            consenso: -0,1% m/m)

  *GERMANIA
   08h00 - vendite dettaglio maggio
           (precedente: -0,9% m/m, +2,3% a/a;
            previsione: +1% m/m;
            consenso: +0,5% m/m)

  *FRANCIA
   08h45 - spese per consumi maggio
           (precedente: -0,1% m/m, +2,5% a/a;
            previsione: +0,2% m/m)
         - inflazione giugno
           (precedente: +0,4% m/m, inv. a/a)

  *GERMANIA
   09h55 - tasso disoccupazione giugno
           (precedente: 6,1%;
            previsione: 6,1%;
            consenso: 6,1%)

  *ITALIA
   10h00 - deficit/Pil 1* trimestre
           (precedente: 2,2%)

  *GRAN BRETAGNA
   10h30 - Pil 1* trimestre finale
           (precedente: +0,6% t/t, +2,1% a/a;
            preliminare: +0,4% t/t, +2% a/a;
            previsione: +0,4% t/t;
            consenso: +0,4% t/t)

  *EUROZONA
   11h00 - inflazione giugno preliminare
           (precedente: +0,4% m/m, -0,1% a/a;
            previsione: inv. a/a;
            consenso: inv. a/a)
         - inflazione core giugno preliminare
           (precedente: +0,2% m/m, +0,8% a/a;
            previsione: +0,8% a/a;
            consenso: +0,8% a/a)

  *ITALIA
   11h00 - inflazione giugno preliminare
           (precedente: +0,3% m/m, -0,3% a/a;
            previsione: +0,2% m/m, -0,3% a/a)
         - inflazione armonizzata giugno preliminare
           (precedente: +0,3% m/m, -0,3% a/a;
            previsione: +0,1% m/m, -0,3% a/a)

   12h00 - prezzi produzione maggio
           (precedente: -0,7% m/m, -4,1% a/a)

  *USA
   14h30 - richieste settimanali sussidi disoccupazione
           (precedente: -18.000 unitá a 259.000)

   15h45 - indice Napm Chicago giugno
           (precedente: 49,3 punti;
            previsione: 51,5 punti;
            consenso: 50,3 punti)

   16h30 - scorte settimanali gas naturale
           (precedente: +62 mld piedi cubi a 3.103 mld)

  *Alle 13h30 è attesa la pubblicazione dei verbali della riunione della
Bce del 2 giugno
  *Alle 18h00 è atteso il discorso di Bullard (Fed)

  VENERDI' 1* luglio

  *GIAPPONE
   01h30 - inflazione maggio
           (precedente: +0,2% m/m, -0,3% a/a)
         - inflazione core maggio
           (precedente: -0,3% a/a;
            consenso: -0,4% a/a)
         - tasso di disoccupazione maggio
           (precedente: 3,2%;
            consenso: 3,2%)
         - spesa consumatori maggio
           (precedente: -0,4% a/a;
            consenso: -1,4% a/a)

   01h50 - indice Tankan grandi imprese manifatturiere 2* trim
           (precedente: 6 punti;
            consenso: 4 punti)
         - indice Tankan grandi imprese non manifatturiere 2* trim
           (precedente: 22 punti;
            consenso: 19 punti)

  *CINA
   03h00 - Pmi manifatturiero giugno
           (precedente: 50,1 punti)

   03h45 - Pmi manifatturiero Caixin giugno
           (precedente: 49,2 punti)

  *GIAPPONE
   07h00 - indice fiducia consumatori giugno
           (precedente: 40,8 punti)

  *ITALIA
   09h45 - Pmi manifatturiero giugno
           (precedente: 52,4 punti;
            previsione: 52,2 punti)

  *FRANCIA
   09h50 - Pmi manifatturiero giugno finale
           (precedente: 48,4 punti;
            preliminare: 47,9 punti;
            previsione: 47,9 punti)

  *GERMANIA
   09h55 - Pmi manifatturiero giugno finale
           (precedente: 52,1 punti;
            preliminare: 54,4 punti;
            previsione: 54,4 punti;
            consenso: 54,4 punti)

  *ITALIA
   10h00 - tasso disoccupazione maggio
           (precedente: 11,7%;
            previsione: 11,6%)

  *EUROZONA
   10h00 - Pmi manifatturiero giugno finale
           (precedente: 51,5 punti;
            preliminare: 52,6 punti;
            previsione: 52,6 punti;
            consenso: 52,6 punti)

  *GRAN BRETAGNA
   10h30 - Pmi manifatturiero giugno
           (precedente: 50,1 punti;
            previsione: 49,5 punti)

  *EUROZONA
   11h00 - tasso disoccupazione maggio
           (precedente: 10,2%;
            previsione: 10,2%;
            consenso: 10,1%)

  *USA
   15h45 - Pmi manifatturiero giugno finale
           (precedente: 50,7 punti;
            preliminare: 51,4 punti)

   16h00 - spese costruzioni maggio
           (precedente: -1,8% m/m;
            previsione: -0,2% m/m;
            consenso: +0,6% m/m)
         - Ism manifatturiero giugno
           (precedente: 51,3 punti;
            previsione: 52 punti;
            consenso: 51,4 punti)

  *Alle 09h15 è atteso il discorso di Coeure (Bce)
  *Alle 17h00 è atteso il discorso di Mester (Fed)
  *Alle 18h00 sono attesi i dati sulle immatricolazioni di auto del
Ministero dei Trasporti italiano

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2819:30 giu 2016
 
19:1028-06-2016
Wall Street: rimbalza dopo Brexit ma luci e ombre da Pil Usa
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street prova a rialzare la testa dopo i netti cali
innescati dal referendum a favore della Brexit in Gran Bretagna.

Il Dow Jones sale dello 0,87%, l'S&P 500 dell'1,04% e il Nasdaq Composite dell'1,47%. Bene anche i prezzi del petrolio
dopo la recente debolezza, con il Brent che avanza del 2,08% a 48,14 dollari al barile e il Wti del 2,33% a 47,41 usd.

  Nel frattempo, sul fronte macroeconomico, il Pil Usa del 1* trimestre è
stato rivisto al rialzo dal +0,8% al +1,1% t/t. Il dato ha battuto le
attese del consenso al +1% t/t.

  Guardando alle componenti però l'indice prezzi Pce (deflatore consumi),
sempre nel 1* trimestre, è salito dello 0,2% t/t (+0,3% la stima
advance), mentre la lettura core è aumentata del 2% t/t (+2,1% la stima
advance).

  Il dato finale sul Pil presenta luci e ombre, afferma Vincenzo Longo,
strategist di Ig, interpellato da MF-DowJones. "Nonostante sia un dato
relativo ormai a tre mesi fa, si tratta di una figura nominalmente
positiva, ma lo spaccato continua a mostrare perplessitá per quanto
riguarda i consumi", riferisce l'esperto.

  La spesa per consumi è infatti salita dell'1,5% t/t rispetto al +1,9%
della stima advance. Si tratta della lettura piú bassa negli ultimi due
anni e questa è "una componente strategicamente importante, che pesa sul
dato per il 70%", aggiunge Longo. Comunque, in base alle proiezioni della
Fed di Atlanta, nel secondo trimestre il Pil Usa dovrebbe registrare una
crescita del 2,6%.

  Sempre sul fronte macroeconomico l'indice S&P/Case-Shiller dei prezzi
delle case nelle 20 maggiori cittá degli Usa è salito dell'1,1% a
livello mensile ad aprile, mentre ha mostrato un progresso del 5,4% a
livello tendenziale, leggermente al di sotto del consenso (+5,5%). Quello
riferito alle 10 maggiori cittá è invece cresciuto dell'1% su base
mensile ed è salito del 4,7% a/a.

  Infine l'indice sulla fiducia dei consumatori negli Usa si è attestato
a giugno a 98 punti, in netto rialzo rispetto sia al consenso a quota 93,1 che al dato di maggio a 92,4 punti. L'indice
relativo alle aspettative è salito a 84,5 punti dai 78,5 dello scorso mese mentre quello sulla situazione attuale è
cresciuto a 118,3 da 113,2. Per Filippo Diodovich, strategist di Ig, il dato e' stato molto positivo e l'euro/usd, sceso
dopo la pubblicazione, ha fatto si che per il biglietto verde "sia stata una giornata importante".

Nel frattempo poi Fitch ha affermato che il risultato del referendum britannico avrá ripercussioni sull'economia degli Stati
Uniti ma non impatterá il merito di credito degli Usa. L'agenzia ha specificato che l'impatto principale sará percepito
attraverso l'apprezzamento del dollaro, che avrá effetti sulla crescita e potrebbe far posticipare il prossimo rialzo dei
tassi della Fed. Come debitore sovrano, scrive Fitch, gli Usa beneficiano dell'avversione al rischio globale. Il calo dei
rendimenti dei Treasury evidenzia il ruolo degli Stati Uniti come Paese rifugio e dá un supporto chiave al suo merito di
credito. Questo, insieme al contesto storico di bassi tassi, permette agli Usa di sostenere un livello di debito governativo
superiore al 100% del Pil, piú alto di altri Paesi con rating 'AAA'.

  Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,1053 con minimo a 1,1009 e
massimo a 1,1110. "Il dollaro ha dimostrato ancora una volta di poter
fungere da bene rifugio in scenari piuttosto estremi, e quindi è
tutt'altro che in via di potenziale svalutazione", afferma Davide Marone,
senior analyst di Fxcm Italia, per cui il discorso è valido nonostante ci
si attenda "l'ennesima revisione sostanziale dal Fomc in termini di
forward guidance" sui tassi di interesse.

  Fxcm ha sempre ritenuto "verosimile" un solo rialzo a dicembre, ma
Marone specifica che ora "non si fatica a dedurre che perfino questa
ipotesi venga messa in discussione".

  Infine aull'obbligazionario il rendimento del Treasury biennale è in
leggero rialzo allo 0,65% e quello del decennale all'1,48%.

mac/alb
giuseppe.mangiaracina@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2819:10 giu 2016
 
17:5928-06-2016
BORSA: commento di chiusura
   MILANO (MF-DJ)--Ottima performance per il Ftse Mib nella seduta odierna. Grazie ad una fase di rimbalzo
che ha coinvolto tutto l'equity europeo, il principale indice milanese ha archiviato le contrattazioni in rialzo del 3,3% a
15.601 punti (massimo intraday a 15.799, minimo a 15.286), dopo che ieri aveva perso il 3,94%.

Anche le altre principali Borse europee hanno registrato forti guadagni: Francoforte +1,93%, Madrid +2,48%, Parigi +2,61% e
Londra +2,64%.

Ci sono stati diversi spunti macro durante la seduta odierna. In Germania, i prezzi delle importazioni sono saliti dello
0,9% m/m e sono scesi del 5,5% a/a a maggio (consenso a -5,8% a/a). L'indice di fiducia dei consumatori francesi invece e'
sceso a 97 punti a giugno rispetto ai 98 di maggio (consenso a 96). In discesa anche la fiducia dei consumatori italiani a
giugno: l'indice e' passato a 110,2 punti dai 112,5 di maggio.

Passando agli Stati Uniti, il Pil del primo trimestre e' stato rivisto al rialzo dal +0,8% al +1,1% t/t, mentre l'indice
Redbook, nella quarta settimana di giugno, e' calato dello 0,9% m/m. Infine, l'indice sulla fiducia dei consumatori, nello
stesso mese, si e' attestato a 98 punti, in netto rialzo rispetto sia al consenso a quota 93,1 che al dato di maggio a 92,4
punti.

In evidenza quasi tutto il comparto bancario: Ubi B. +9,01%, B.P.Sondrio +6,63%, Mediobanca +5,79%, B.P.Milano +5,61%,
Intesa Sanpaolo +4,77%, B.Carige +3,08%, B.Popolare +1,83% e B.Mps +1,68%. In territorio negativo invece Unicredit (-1,52%)
e B.P.E.Romagna (-2,37%). 

Unicredit in particolare ha accelerato al ribasso negli ultimi minuti di contrattazione, dopo che durante la seduta aveva
raggiunto un massimo di +8,18%. Secondo un esperto contattato da MF-Dowjones, il calo e' stato accompagnato da un aumento di
volumi, cosa che fa pensare ad un ordine consistente. Lo spread Btp/Bund inoltre e' diminuito dai 163,073 punti base di ieri
ai 152,589 di oggi. 

In merito al sistema bancario italiano, oggi e' intervenuto al 122* consiglio nazionale della Fabi il Ceo di Intesa
Sanpaolo, Carlo Messina. L'a.d. del gruppo ha affermato che il sistema bancario e' solido, quindi non c'e' bisogno che lo
Stato entri nel capitale degli istituti di credito. Anche con la Brexit, il problema del settore creditizio nazionale e'
principalmente legato all'elevato stock degli Npl. 

Inoltre, Messina ha esortato Alessandro Penati, numero uno del fondo Atlante, a concentrarsi sul "fare quello che gli e'
stato assegnato dagli azionisti" ovvero "lavorare sulle sofferenze che devono essere lavorate a valori prossimi a quelli di
carico". 

Tra le utility, Snam ha archiviato la seduta con un +3,97% in attesa di presentare domani il piano strategio 2016-2020. Al
di la' dei numeri del piano, uno degli elementi piu' importanti su cui analisti e investitori concentreranno la loro
attenzione riguarda il destino di Italgas. 

Gli analisti di Banca Akros ritengono appunto che il catalizzatore chiave sia rappresentato dallo spin-off di Italgas, il
cui potenziale beneficio per il gruppo e' rappresentato dal debito che la societa' puo' deconsolidare (tramite un releverage
della stessa Italgas).

Guadagno del 7,04% per Leonardo spa, una delle azioni che ha beneficiato maggiormente dal rimbalzo di oggi. Il titolo
infatti aveva perso molto terreno nelle ultime due sedute a causa della "Brexit", dati i suoi stretti rapporti commerciali
con la Gran Bretagna.

  Nel lusso, Luxottica +4,54%, Moncler +3,21%, S.Ferragamo +1,77%, Tod's +1,43%, B.Cucinelli +1,27% e Ynap +0,1%.

Segno piu' anche per i titoli dell'Oil&Gas: Eni e Saipem hanno guadagnato il 3,25% ed il 2,55% rispettivamente, mentre
Tenaris ha chiuso con un rialzo dell'1,08%. Nel frattempo, i prezzi del greggio continuano a mantenersi in territorio
positivo. Il Brent attualmente tratta a 47,82 usd/barile (+1,4%) e il Wti a 47,12 usd/barile (+1,71%).

Nel settore del risparmio gestito, il titolo migliore e' stato Anima H. (+10,09%) dopo che B.P.Milano ha ottemperato al
proprio impegno relativo alla cessione di una parte della quota in Anima Holding, vendendo sul mercato il 2,1% della
partecipazione nel gruppo. Pertanto dopo l'operazione il rischio di overhang (ovvero il rischio che grossi quantitativi di
azioni possano finire sul mercato, incidendo negativamente sui corsi) e' venuto meno.

  Positivi anche Finecobank (+6,45%), B.Mediolanum (+4,16%), Azimut H. (+1,48%) e B.Generali (+0,56%).

Sul resto del listino, Rcs ha chiuso con un +0,12% a 0,801 euro, rimanendo quindi sui livelli dell'offerta migliorata di
Investindustrial (0,8 euro per azione), mentre Cairo Comm. ha brillato con un +3,75%.

In forte progresso anche Pierrel (+3,72%). Il titolo ha brillato dopo che Orabloc, prodotto di punta del gruppo, si e'
confermato al secondo posto nel comparto dell'articaina negli Stati Uniti.

gir
giovanni.russo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2817:59 giu 2016
 
16:4728-06-2016
WALL STREET: rimbalza post Brexit ma luci e ombre da Pil
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street prova a rialzare la testa dopo i netti cali innescati dal referendum a favore
della Brexit in Gran Bretagna.

Il Dow Jones sale dell'1,07%, l'S&P 500 dell'1,14% e il Nasdaq Composite dell'1,67%. Bene anche i prezzi del petrolio
dopo la recente debolezza, con il Brent che avanza dell'1,72% a 47,97 dollari al barile e il Wti dell'1,94% a 47,23 usd.

Nel frattempo, sul fronte macroeconomico, il Pil Usa del 1* trimestre è stato rivisto al rialzo dal +0,8% al +1,1% t/t. Il
dato ha battuto le attese del consenso al +1% t/t.

Guardando alle componenti però l'indice prezzi Pce (deflatore consumi), sempre nel 1* trimestre, è salito dello 0,2% t/t
(+0,3% la stima advance), mentre la lettura core è aumentata del 2% t/t (+2,1% la stima advance).

Il dato finale sul Pil presenta luci e ombre, afferma Vincenzo Longo, strategist di Ig, interpellato da MF-DowJones.
"Nonostante sia un dato relativo ormai a tre mesi fa, si tratta di una figura nominalmente positiva, ma lo spaccato continua
a mostrare perplessitá per quanto riguarda i consumi", riferisce l'esperto.

La spesa per consumi è infatti salita dell'1,5% t/t rispetto al +1,9% della stima advance. Si tratta della lettura piú bassa
negli ultimi due anni e questa è "una componente strategicamente importante, che pesa sul dato per il 70%", aggiunge Longo.
Comunque, in base alle proiezioni della Fed di Atlanta, nel secondo trimestre il Pil Usa dovrebbe registrare una crescita
del 2,6%.

Sempre sul fronte macroeconomico l'indice S&P/Case-Shiller dei prezzi delle case nelle 20 maggiori cittá degli Usa è
salito dell'1,1% a livello mensile ad aprile, mentre ha mostrato un progresso del 5,4% a livello tendenziale, leggermente al
di sotto del consenso (+5,5%). Quello riferito alle 10 maggiori cittá è invece cresciuto dell'1% su base mensile ed è salito
del 4,7% a/a.

Infine l'indice sulla fiducia dei consumatori negli Usa si è attestato a giugno a 98 punti, in netto rialzo rispetto sia al
consenso a quota 93,1 che al dato di maggio a 92,4 punti. L'indice relativo alle aspettative è salito a 84,5 punti dai 78,5
dello scorso mese mentre quello sulla situazione attuale è cresciuto a 118,3 da 113,2.

Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,1063 con minimo a 1,1009 e massimo a 1,1110. "Il dollaro ha dimostrato ancora
una volta di poter fungere da bene rifugio in scenari piuttosto estremi, e quindi e' tutt'altro che in via di potenziale
svalutazione", afferma Davide Marone, senior analyst di Fxcm Italia, per cui il discorso e' valido nonostante ci si attenda
"l'ennesima revisione sostanziale dal Fomc in termini di forward guidance" sui tassi di interesse. 

Fxcm ha sempre ritenuto "verosimile" un solo rialzo a dicembre, ma Marone specifica che ora "non si fatica a dedurre che
perfino questa ipotesi venga messa in discussione".

Infine aull'obbligazionario il rendimento del Treasury biennale è in leggero rialzo allo 0,63% e quello del decennale
all'1,47%.

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2816:47 giu 2016
 
16:4428-06-2016
SOTTO LA LENTE: Messina indica la rotta a Penati, ora Npl
   MILANO (MF-DJ)--Carlo Messina non vuole sentire parlare di una partecipazione della sua Intesa Sanpaolo a
un Atlante 2 e anzi indica una volta di più, quale deve essere il prossimo focus della creatura guidata da Alessandro
Penati, ovvero l'acquisto degli Npl.

Il Consigliere delegato di Ca' de Sass ha ricordato al fondo Atlante il suo committment sottolineando che "si deve
concentrare a fare quello che gli è stato assegnato dagli azionisti; non è autoreferenziato. La prossima sfida che ha è
quella di lavorare sulle sofferenze che devono essere lavorate a valori prossimi a quelli di carico, viceversa mi prendevo
Blackrock". 

Quindi, non solo Atlante deve comprare Npl (anche da Intesa Sanpaolo, eventualmente), ma deve farlo a prezzi che siano il
più possibile fair rispetto alle valutazioni che ne fanno le banche in bilancio. Cioè senza causare minusvalenze ulteriori,
con i conseguenti impatti sul capitale.

Non solo. Il fondo Atlante, ha aggiunto Messina, deve essere anche in grado di valorizzare Bpvi e Veneto banca. In sostanza
di dare il rendimento atteso. Un invito, neanche troppo velato, a iniziare a lavorare.

glm

(fine)


MF-DJ NEWS
2816:44 giu 2016
 
16:2328-06-2016
HEARD ON THE STREET: G.B. e rating, downgrade colpo psicologico
   di Richard Barley

  MILANO(MF-DJ)--Le revisioni al ribasso del rating sul credito del Regno
Unito e' un colpo psicologico e politico, piu' che finanziario.

  Standard & Poor's ha tagliato il rating di due notch a 'AA' da 'AAA',
mentre lunedi' Fitch ha declassato di un notch a 'AA'. Entrambi poi con 
outlook negativo. La logica dietro la scelta non sorprende: l'incertezza
intorno il Regno Unito rallenta la crescita e aumenta il bisogno di
prestiti, alzando il livello di debito. Questo aspetto e' potenzialmente
preoccupante perche' il deficit di conto corrente britannico e' alto e
dipende dai finanziamenti esteri.

  Ma il taglio del rating non dovrebbe causare troppe conseguenze, dato
che era atteso e si va a inserire in un contesto globale dove le triple A,
dallo scoppio della crisi finanziaria, sono in costante diminuzione. Sia
il Giappone che gli Stati Uniti hanno affrontato un downgrade, e il fatto
che Londra abbia il controllo della propria moneta significa che le
questioni sollevatesi riguardano la disponibilità a pagare, non la
capacità di pagare. 

  A differenza della crisi nell'Eurozona, dove gli investitori sono
fuggiti dai Paesi in difficoltà per muoversi verso Paesi come la Germania,
in questo caso non esiste una comoda alternativa composta da un largo
ammontare di asset in sterlina. Oggi i rendimenti dei Gilt sono saliti, ma
di riflesso a un rimbalzo generalizzato sui mercati, cosi' come hanno
fatto Bund e Treasury. Nei tumulti seguenti il referendum, i titoli di
Stato britannici si sono comportati come beni rifugio: stando ai dati di
Barclays i titoli a 25 anni hanno guadagnato da venerdi' il 7,9%. Qui poi
c'e' da aggiungere un altro fattore: gli investitori si aspettano il
ritorno del Quantitative easing britannico, credendo in una nuova serie di
misure accomodanti della BoE.

  Quindi, eccetto i rating delle agenzie, sono altre le misure da
considerare in termini di conseguenze. Il crollo della sterlina ha colpito
diversi investitori esteri, dato che rimane una valuta di riserva seppur
di minore entita' rispetto a dollaro ed euro. Stando all'Fmi la valuta
britannica rappresenta il 4,9% delle riserve internazionali. Nel lungo
periodo, la quantita' di sterline detenute ufficialmente potrebbe
diventare un barometro del successo o della debolezza della divisa.

  Politicamente invece il downgrade rappresenta un ostacolo alla ricerca
del Regno Unito di una nuova posizione nel mondo. Lo strappo c'e' stato, e
ci vorranno anni per vedere l'impatto della decisione britannica in
termini di ruolo politico nello scacchiere internazionale.


mac
giuseppe.mangiaracina@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2816:23 giu 2016
 
16:1828-06-2016
Usa: salgono sul primo gradino del podio per biofarmaci (Capital G.)
   MILANO (MF-DJ)--Nel 2015 le società del comparto biofarmaceutico negli
Stati Uniti hanno speso circa 33 mld usd in ricerca e sviluppo, facendo la
parte del leone sui 51 mld usd dell'intera industria farmaceutica. Gli
ingenti investimenti in R&D delle società biofarmaceutiche hanno
consentito loro di aumentare il proprio contributo al buon andamento
dell'economia statunitense, diventando nel contempo leader mondiali nello
sviluppo di nuovi trattamenti terapeutici.

  Lo sottolinea Hilda Applbaum, gestore di portafoglio di Capital Group,
puntualizzando che la spesa in R&D ha permesso di realizzare un'ampia
gamma di farmaci biotecnologici, i cosiddetti biofarmaci, che possono
rallentare la progressione di una malattia o, in alcuni casi, curare
direttamente la patologia.

  Nel 2014, i dieci biofarmaci più venduti hanno generato ricavi per 73
mld usd, a vantaggio di società come Amgen e Biogen. Humira, un farmaco
iniettabile sviluppato da AbbVie per il trattamento dell'artrite
reumatoide, ha guadagnato il primo posto con un fatturato pari a 12,5 mld
usd.

  Gli Stati Uniti sono leader globali nello sviluppo di biofarmaci e
ospitano la maggior parte delle più grandi società al mondo che li
producono, come Gilead e Amgen. Queste e altre aziende stanno mettendo a
punto terapie che contribuiscono a combattere la guerra contro il cancro. 

  Dato che le barriere d'ingresso sono molto elevate in questo campo, un
biofarmaco di successo rappresenta una fonte insolitamente sicura di
ricavi ricorrenti a lungo termine per il suo produttore e in alcuni casi
questi flussi di cassa vengono utilizzati per remunerare gli investitori
sotto forma di dividendi.


alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2816:18 giu 2016
 
16:1028-06-2016
BORSA: Ftse Mib resta in netto rialzo dopo avvio WS
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib guadagna il 4,28% a 15.749 punti. Nel
frattempo, sono partite le contrattazioni anche a Wall Street, con il Dow
Jones che al momento segna un +1,18% e l'S&P 500 un +1,19%.

  Sul fronte macro, il Pil statunitense del primo trimestre e' stato
rivisto al rialzo dal +0,8% al +1,1% t/t. Le vendite al dettaglio delle
catene nazionali Usa nella quarta settimana di giugno invece sono scese
dello 0,9% a livello mensile. Infine, l'indice sulla fiducia dei
consumatori nel mese di giugno e' aumentata da 92,4 a 98 punti, ben oltre
il consenso di 93,1 punti.

  Un gestore contattato da MF-Dowjones afferma che "la fase di rimbalzo
dell'equity europeo ha coinvolto anche il mercato statunitense, che ha
beneficiato soprattutto del Pil del primo trimestre. Anche il dato sulla
fiducia dei consumatori Usa ha favorito l'andamento dei mercati. Tuttavia
si potrebbe affermare che oggi assistiamo ad una fase positiva momentanea.
Nei prossimi giorni infatti bisognera' vedere come le banche centrali
reagiranno per arginare i rischi della 'Brexit'".

  Prosegue la performance positiva del comparto bancario: Ubi B. +10,08%,
Mediobanca +8,16%, B.P.Milano +6,83%, Intesa Sanpaolo +6,32%, B.Popolare
+4,5%, B.Mps +4,32% e Unicredit +3,67%. B.P.E.Romagna invece si muove in
ribasso dello 0,23%.

  Segno piu' anche per i titoli dell'Oil&Gas: Eni +4,31%, Saipem +4,25% e
Tenaris +1,99%.

  Snam invece guadagna il 5,05% in attesa di pubblicare domani il piano
strategico del periodo 2016-2020. Uno degli elementi piu' importanti su
cui analisti e investitori concentreranno la loro attenzione riguarda il
destino di Italgas. Gli analisti di Banca Akros ritengono appunto che il
catalizzatore chiave sia rappresentato dallo spin-off di Italgas, il cui
potenziale beneficio per Snam e' rappresentato dal debito che la societa'
puo' deconsolidare (tramite un releverage della stessa Italgas).

  Sul resto del listino, Saras segna un +3,16%. Icbpi sottolinea che il
margine di raffinazione Emc benchmark settimana scorsa e' risultato
mediamente pari a 3,4 dollari al barile da 2,7 usd della settimana
precedente. Si tratta di una notizia positiva, in quanto conferma che il
repentino calo registrato dall'Emc benchmark nella seconda settimana di
giugno e' stato del tutto momentaneo.


gir
giovanni.russo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2816:10 giu 2016
 
16:0528-06-2016
MARKET TALK: Borsa resta in forte rialzo dopo dato Usa (sentiment)
   MILANO (MF-DJ)--Ftse Mib +4,44% a 15.774 punti. L'azionario si conferma in forte rialzo (grazie a un
rimbalzo tecnico dopo due giorni di netti cali post voto in Gran Bretagna) dopo il dato Usa sull'indice di fiducia dei
consumatori a giugno, salito a 98 punti, oltre il consenso fermo a 93,1 punti.

pl

(fine)


MF-DJ NEWS
2816:05 giu 2016
 
15:4228-06-2016
Wall Street: rialza la testa ma luci e ombre da Pil
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street prova a rialzare la testadopo i netti cali
innescati dal referendum a favore della Brexit in Gran Bretagna.

  Il Dow Jones sale dello 0,9%, l'S&P 500 dello 0,95% e il Nasdaq
Composite dell'1,25%. Bene anche i prezzi del petrolio dopo la recente
debolezza, con il Brent che avanza del 2,46% a 48,33 dollari al barile e
il Wti del 2,74% a 47,6 usd.

  Nel frattempo, sul fronte macroeconomico, il Pil Usa del 1* trimestre è
stato rivisto al rialzo dal +0,8% al +1,1% t/t. Il dato ha battuto le
attese del consenso al +1% t/t.

  Guardando alle componenti però l'indice prezzi Pce (deflatore consumi),
sempre nel 1* trimestre, è salito dello 0,2% t/t (+0,3% la stima advance),
mentre la lettura core è aumentata del 2% t/t (+2,1% la stima advance).

  Il dato finale sul Pil presenta luci e ombre, afferma Vincenzo Longo,
strategist di Ig, interpellato da MF-DowJones. "Nonostante sia un dato
relativo ormai a tre mesi fa, si tratta di una figura nominalmente
positiva, ma lo spaccato continua a mostrare perplessitá per quanto
riguarda i consumi", riferisce l'esperto.

  La spesa per consumi è infatti salita dell'1,5% t/t rispetto al +1,9%
della stima advance. Si tratta della lettura piú bassa negli ultimi due
anni e questa è "una componente strategicamente importante, che pesa sul
dato per il 70%", aggiunge Longo. Comunque, in base alle proiezioni della
Fed di Atlanta, nel secondo trimestre il Pil Usa dovrebbe registrare una
crescita del 2,6%.

  Sempre sul fronte macroeconomico l'indice S&P/Case-Shiller dei prezzi
delle case nelle 20 maggiori cittá degli Usa è salito dell'1,1% a livello
mensile ad aprile, mentre ha mostrato un progresso del 5,4% a livello
tendenziale, leggermente al di sotto del consenso (+5,5%). Quello riferito
alle 10 maggiori cittá è invece cresciuto dell'1% su base mensile ed è
salito del 4,7% a/a.

  Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,1070 con minimo a 1,1009 e
massimo a 1,1110. Sull'obbligazionario il rendimento del Treasury biennale
è in leggero rialzo allo 0,63% e quello del decennale all'1,47%.


alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2815:42 giu 2016
 
14:5028-06-2016
STORIE DI BORSA: Snam +6%, domani focus su spin-off Italgas (analisti)
   MILANO (MF-DJ)--Cresce l'attesa nelle sale operative per la strategy presentation di Snam in programma per
domani pomeriggio a Londra.

Al di la' dei numeri del piano 2016-2020, uno degli elementi più importanti su cui analisti e investitori concentreranno la
loro attenzione riguarda il destino di Italgas.

Gli analisti di Banca Akros, che confermano rating neutral con Tp a 5 euro per azione, ritengono appunto che il
catalizzatore chiave sia rappresentato dallo spin-off di Italgas, il cui potenziale beneficio per Snam è rappresentato dal
debito che la societá può deconsolidare (tramite un releverage della stessa Italgas). 

  Il gearing di Italgas infatti, secondo le stime degli esperti,
è pari al 31% e ci sono spazi per una sua crescita fino al 65% (piuttosto
vicino al livello di 2I Rete Gas, pari al 74%) che si tradurrebbe in un
debito addizionale di 2 mld rispetto all'attuale posizione debitoria di
Italgas. Snam per contro avrebbe una maggiore potenza di fuoco, più probabilmente per lo sviluppo internazionale. 

Anche gli analisti di Icbpi (neutral e target a 5,46 euro) si attendono maggiori dettagli sullo scorporo di Italgas che -
come da alcune indicazioni di stampa - potrebbe approdare in Borsa in autunno.

Buy confermato invece da parte di Jefferies con prezzo obiettivo a 5,6 euro. Gli analisti credono che lo spin-off "dará a
Snam maggior margine di manovra finanziario e fornirá agli investitori un'esposizione al consolidamento della distribuzione
del gas in Italia".

Per Mediobanca Securities (outperform, tp di 5,5 euro) l'eventuale spin-off di Italgas potrebbe aiutare la societá "a
sostenere l'attuale politica di dividendo e/o l'espansione strategica".

Per quanto riguarda i numeri del piano, in Equita (hold e Tp a 5,2 euro) stimano Capex 2016-20 per 6 mld euro, la riduzione
del leverage di Snam ex-Italgas al 52-53%, investimenti per 1-1,2 mld euro nelle gare di distribuzione gas e un dividendo
2016 a 25 centesimi con un tasso annuo medio di crescita del 3% al 2020 (payout 83%).

Secondo gli esperti, quindi, l'appeal su Snam (ex-Italgas) sarà sul potenziale re-leverage da 2-3 mld. Gli analisti infatti
stimano acquisizioni nel segmento delle reti di trasporto in Europa con, da un lato, un rischio di 'over-payment' e,
dall'altro, un potenziale impatto positivo sugli utili dell'8-10%.

  Snam +5,89% a 5,07 euro.

fus/pl
marco.fusi@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2814:50 giu 2016
 
14:4928-06-2016
STORIE DI BORSA: mercati rimbalzano, bene Pil Usa
   MILANO (MF-DJ)--Borse europee in netto rialzo. Milano, la migliore tra le principali piazze del Vecchio
Continente, vede il Ftse Mib salire del 4,52% a 15.786 punti. Seguono Madrid (Ibex +3,52%), Parigi (Cac-40 +3,28%),
Francoforte (Dax +3,03%), Londra (Ftse-100 +2,96%).

"Rimbalzo dopo i recenti forti cali. Da capire se lo scrollone post voto in Gran Bretagna è esaurito o se stiamo assistendo
solo a un movimento tecnico", commenta un gestore.

Inoltre, nota un money manager, il Pil Usa e' stato "sopra le attese". Il dato definitivo relativo al primo trimestre ha
evidenziato un +1,1% t/t, rispetto al consenso fermo a +1%.

Secondo Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners, la reazione dei mercati al voto sulla Brexit è stata
eccessiva.

"Non stiamo parlando di una crisi economica o finanziaria, ma di una crisi politica, con impatto economico tutto da valutare
nella sua entitá.
L'economia britannica rappresenta circa il 4% di quella mondiale e il consenso prevede piú una stagnazione che una
recessione per il ciclo britannico. Se avverrá, l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue avverrá al piú presto in un paio
d'anni. C'è da scommettere che molto prima i mercati troveranno altro di cui preoccuparsi", spiega l'esperto.

Inoltre, per Sersale "la reazione delle istituzioni Ue ci sará. Che il fine settimana sia passato senza news non implica che
vi sia un impasse.
Giustamente le autoritá non hanno voluto mostrare avventatezza e con buona probabilitá utilizzeranno il Summit del Consiglio
d'Europa" di oggi e domani, "a cui partecipa eccezionalmente" il numero uno della Bce, Mario "Draghi, per formalizzare i
piani".

Terzo aspetto, "l'impatto politico sull'Ue è innegabile, ma non è detto che sia del tutto negativo. Intanto le elezioni
spagnole sono andate meglio del previsto, dal punto di vista europeista. Poi, l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue non è
minimamente paragonabile ad esempio a ciò di cui parlavamo l'anno scorso di questi tempi (e di cui forse riprenderemo a
parlare, indipendentemente dalla Brexit in tempi non troppo lunghi), ovvero l'uscita di un Paese dall'euro. E quella non si
può decidere con un referendum". Infine, per Sersale "quello della Brexit non è un brusco risveglio per le coscienze Ue. I
problemi dell'Unione sono arcinoti", come "la diseguaglianza crescente, l'insufficiente integrazione, la percezione negativa
dei burocrati di Bruxelles. Per questi motivi ritengo che sia il caso di mettersi, senza fretta, a caccia di valore sui
mercati".

pl
paola.longo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2814:49 giu 2016
 
14:4628-06-2016
BORSA: Ftse Mib +4,44% dopo Pil Usa, banche restano positive
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib segna un +4,44% a 15.773 punti dopo la pubblicazione del Pil americano del 1*
trimestre che e' stato rivisto da +0,8% a +1,1%, rispetto al consenso posto a +1% t/t. 

"Il dato e' stato leggermente migliore delle attese del consenso. Il Ftse Mib ha leggermente aumentato i guadagni dopo il
dato anche se il movimento di oggi resta un rimbalzo. In generale, la situazione continua a essere incerta", afferma un
gestore contattato da MF-Dowjones. 

A piazza Affari sempre in positivo il settore bancario: Mediobanca +7,9%, Ubi B. +7,69%, Intesa Sanpaolo 6,77%, B.P.Milano
+5,1%, B.Mps +4,88%, Unicredit +3,62%, B.Popolare +3,21% e B.P.E.Romagna +0,12%. 

  Proseguono gli acquisti anche sul lusso: Luxottica +4,91%, Moncler +4,82%, YNap +3,06%, Tod'S +2,97% e S.Ferragamo +1,99%. 

Ferrari guadagna lo 0,87% a 36,03 euro. Mediobanca Securities conferma sul titolo la raccomandazione outperform e il prezzo
obiettivo a 50 euro affermano che il gruppo e' capace di affrontare eventuali rallentamenti in Gran Bretagna. 

Sul resto del listino si segnala Anima H. (+8,15% a 4,244 euro) dopo che B.P.Milano ha ottemperato al proprio impegno
relativo alla cessione della quota in Anima Holding, vendendo sul mercato il 2,1% della partecipazione nella societá di
gestione del risparmio. Sull'azione viene quindi meno il rischio di overhang.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2814:46 giu 2016
 
14:1528-06-2016
STORIE DI BORSA: Ubi +7,44%, analisti apprezzano piano completo e credibile
   MILANO (MF-DJ)--Ubi B. (+7,44% a 2,6 euro) si posiziona tra i
migliori titoli di tutta piazza Affari, con gli analisti che apprezzano in modo particolare il nuovo business plan al 2020
presentato ieri.

  Banca Akros (buy, Tp in revisione) definisce il piano "completo e
credibile". La riorganizzazione annunciata dal gruppo "è il presupposto
per liberare il pieno potenziale della societá in termini di capitale,
redditivitá e creazione di valore", sottolineano gli esperti.

Per quanto riguarda poi l'acquisto delle minority presente nel piano, la casa d'affari evidenzia che Ubi le compra a "sconto
significativo rispetto al loro Book Value, neutralizzando così l'impatto sul capitale dei costi di ristrutturazione".

  Anche Icbpi (buy, Tp 4,7 euro) apprezza "le nuove iniziative di
razionalizzazione e ammodernamento della struttura di gruppo, capaci di
generare, come previsto, significativi risparmi di costo e fiscali, di
particolare rilevanza nell'attuale fase di incertezza sull'evoluzione
delle variabili macro. Il target di Rote (rendimento del patrimonio netto
tangibile, ndr) è superiore alle nostre attese (8% circa) e al consenso.
Titolo da sovrappesare nel settore".

  Stessa cosa per Kepler Cheuvreux (buy, Tp a 3,5 da 4,2 euro), secondo
cui il piano è "ambizioso e ben dettagliato". Gli analisti apprezzano le
misure di risparmio costi e la miglior visibilitá sulla qualitá del
credito, evidenziando che gli obiettivi sono alti sul fronte dei ricavi
(+2,7% il tasso composto medio annuo di crescita 2015-2020, a fronte del
+0,7% stimato dagli esperti).

  Equita Sim (hold, Tp 4,3 euro) sottolinea poi che il target al 2019
di utile di Ubi B. è del 34% sopra le attese grazie ad un mix di maggiore
taglio costi e ottimismo su ricavi e rettifiche - con ipotesi
macro prudenti. Stime 2017/2019 alzate del 13% riducendo i costi (Cagr da
-1% a -2%) mentre il target resta invariato alla luce del contesto di
mercato incerto e possibile revisione - a livello di settore - delle
ipotesi sul costo del rischio 2016-17.

Banca Imi (add) dichiara infine che l'obiettivo sui costi "sembra credibile, in quanto è basato sulla semplificazione della
struttura del gruppo, sulla chiusura di filiali e sulla riduzione del personale. Il target sui ricavi sembra piú sfidante in
quanto si basa sull'ipotesi di una crescita del Pil dell'1% (in linea al consenso di mercato prima della Brexit) e su una
significativa riduzione del costo della raccolta". Comunque, in generale gli esperti vedono "elementi positivi nel piano
(miglioramento dell'efficienza, semplificazione della struttura del gruppo, capitale solido, dividend yield al 4,5%).
L'obiettivo sull'utile 2019 è nettamente superiore al consenso". La casa d'affari pensa anche che "le tensioni sul mercato"
legate alla Brexit "potrebbero distogliere l'attenzione del mercato dai fondamentali della societá nel breve termine".

sda/pl/fus
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2814:15 giu 2016
 
12:5528-06-2016
BORSA: p.Affari resta migliore in Ue, in evidenza bancari
   MILANO (MF-DJ)--A meta' seduta, il Ftse Mib (+3,59% a 15.644 punti)
risulta ancora il migliore tra i principali listini azionari europei: Dax
+2,02%, Ftse 100 +2,48%, Ibex +2,47% e Cac-40 +2,52%.

  Secondo un gestore interpellato da MF-Dowjones "i mercati si trovano in
una fase di rimbalzo dopo che venerdi' e ieri avevano registrato cali
eccessivi. Come accade spesso in questi casi, sono i bancari a trarne il
maggior beneficio, anche se bisogna ancora fare chiarezza su come le
istituzioni e i vari Paesi europei agiranno per rispondere alle
conseguenze della Brexit. Sara' interessante vedere l'andamento di Wall
Street, previsto comunque in positivo, che pero' potrebbe essere
influenzato dalla pubblicazione del dato sul Pil del primo trimestre"
negli Usa.

  Si muove in forte rialzo il settore bancario: Ubi B. +8,27%, Mediobanca
+8,1%, B.P.Milano +5,37%, Intesa Sanpaolo +5,23%, Unicredit +5,66%, B.Mps
+3,33%, B.Popolare +3,67% e B.P.E.Romagna +1,56%.

  Nel segmento del lusso, Luxottica (+4,36%) ha la migliore performance,
seguita da Moncler (+3,72%), Ynap (+2,24%), S.Ferragamo (+2,15%), Tod's
(+1,56%) e B.Cucinelli (+0,38%).  

  Segno piu' anche per Mediaset (+2,57%), Poste I. (+2,58%) e Telecom I.
(+4,72%).

  Sul resto del listino, in evidenza soprattutto Anima H. (+9,79%), Maire
T. (+7,06%) e Rai Way (+5,63%).


gir
giovanni.russo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
2812:55 giu 2016
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<giugno 2016>
lmmgvsd
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
  • hopper 14 06_hp
    culturale_w
    14
  • hopper 15 06_hp
    culturale_w
    15
  • boccioni 22 06_hp
    culturale_w
    22
  • boccioni 23 06_hp
    culturale_w
    23
14 giugno 2016 - dalle 18:00
Edward Hopper
Evento culturale

Provenienti dal Whitney Museum of American Art di New York, in esposizione...


> Vai all'evento

Palazzo Fava - via Manzoni, 2 - 40121 Bologna
15 giugno 2016 - dalle 18:00
Edward Hopper
Evento culturale

Provenienti dal Whitney Museum of American Art di New York, in esposizione...


> Vai all'evento

Palazzo Fava - via Manzoni, 2 - 40121 Bologna
22 giugno 2016 - dalle 18:00
Umberto Boccioni (1882 – 1916). Genio e memoria
Evento culturale

In occasione del centesimo anniversario della morte del grande artista...


> Vai all'evento

Palazzo Reale - piazza Duomo, 12 – 20121 Milano
23 giugno 2016 - dalle 18:00
Umberto Boccioni (1882 – 1916). Genio e memoria
Evento culturale

In occasione del centesimo anniversario della morte del grande artista...


> Vai all'evento

Palazzo Reale - piazza Duomo, 12 – 20121 Milano
Credem: Fitch conferma rating
24 giugno 2016

Fitch Ratings, nella giornata
odierna, ha confermato...

Credem: Gregori nuovo direttore generale
10 giugno 2016

Al termine di un lungo
percorso professionale...

La solidità ha radici profonde
12 maggio 2016

Banca Euromobiliare è la
“boutique finanziaria”...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

schermata 2016 05 20 alle 12.07.02
Crediti deteriorati
schermata 2016 04 21 alle 16.57.40
Nuovo fondo Atlante
schermata 2016 04 01 alle 16.45.23
Petrolio e inflazione

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Consulenza Finanziaria Evoluta

Attività di ricerca, education finanziaria ed un servizio accurato offerto
dai migliori gestori della relazione
ed asset manager internazionali.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Chiusura in crescita a Piazza Affari
Acquisti sul titolo Ubi Banca

Banca Euromobiliare è una
boutique finanziaria specializzata
nella gestione degli investimenti
e nell'advisory.

Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa.