Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
19:3023-09-2021
L'agenda di domani
19:3023-09-2021
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
19:0423-09-2021
Wall Street: in netto rialzo, mercato dimentica timori
17:5023-09-2021
BORSA: commento di chiusura
17:1223-09-2021
WALL STREET: Fed scopre carte su tapering, indici in netto rialzo
16:1423-09-2021
BORSA: equity in rialzo, WS positiva
15:3623-09-2021
Wall Street: chiarezza Fed piace a mercato, azionario sale
15:1023-09-2021
BORSA: Milano +0,98%, WS vista positiva
14:4723-09-2021
STORIE DI BORSA: equity ancora positivo, Fed non delude
13:2323-09-2021
STORIE DI BORSA: Ovs +6%, buy confermati dopo i conti
13:1723-09-2021
BORSA: azionario in rialzo, bene Enel
11:1123-09-2021
BORSA: equity positivo, bene risparmio gestito
11:0623-09-2021
MARKET TALK: azionario apprezzerebbe governo tedesco a guida Cdu
10:3423-09-2021
STORIE DI BORSA: equity ancora positivo, Fed non delude
10:0523-09-2021
STORIE DI BORSA: Ovs +3%, dati oltre stime su tutti i fronti
09:2423-09-2021
BORSA: avvio positivo per l'azionario europeo
09:0323-09-2021
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid
08:3423-09-2021
BORSE UE: avvio visto sopra la parità in Europa
19:3023-09-2021
L'agenda di domani

MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piú rilevanti di domani:

Venerdì 24 settembre

FINANZA

--

CDA

Askoll EVA SpA, Casasold SpA, CSP International, Farmaè SpA, Friulchem

SpA, GEL SpA, Gismondi 1754 SpA, Ilpra SpA, Tiscali, WM Capital SpA, Zucchi

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA E POLITICA

Torino Seconda ed ultima giornata di conferenza italiana sulla

tecnologia ad un mese dall'evento della Italian Tech Week 2021. Presso

Officine Grandi Riparazioni

09h00 BANKING SUMMIT LIVE - Le banche alla prova dopo l'emergenza e per

la ripresa. Evento il live streaming. Tra i relatori Nazareno Gregori,

Direttore Generale, Gruppo Credem; Paola Angeletti, COO & HR, Intesa

Sanpaolo; Vittorio Calvanico, COO, Banca Monte dei Paschi di Siena;

Giuseppe Billè, Sr. Account Executive FSI, Adobe; Michele Cumin, Regional

Vice President FSI, Salesforce; Emanuele Ratti, Head of FSI, Google Cloud; Giovanni Damiani, Direttore Generale, Consorzio Operativo Gruppo

Montepaschi; Giuseppe Dallona, CIO, Nexi; Alessio Pomasan, CIO, Banca

Mediolanum; Ugo Pollio, Senior Director EMEA, Delphix; Rodolfo Rotondo,

Business Solutions Strategy Director in EMEA, VMware; Michele Santulin,

Senior Director, Financial Sector, Dell Technologies-Italy; Andrea

Sinopoli, Cloud Technology Leader, Oracle; Alessandro Campanini, Group

CIO, Mediobanca; Andrew Vasko, CIO & CTO, Sella Group; Alessandra

Antonelli, Enterprise Segment Lead, AWS Italy; Claudio Alicicco, Strategic and Large Finance Account Pre-sales Manager, SAS; Adriano Gerardelli, Head of Financial Services Italy, Minsait; Franco Saracco, Sales Executive Director Banking Market, GFT Italia

09h30 Convegno in streaming di presentazione dei risultati di ricerca

'Digital Audio: Music, Podcast & Audiobook' dell'Osservatorio Digital

Content

10h00 Istat, Fiducia consumatori e imprese settembre

Roma 10h15 Presentazione a Parlamento e Governo della Relazione Annuale

dell'Arera, l'Autoritá di regolazione per energia reti e ambiente, sullo

Stato dei servizi e l'Attivitá svolta. Sala della Regina della Camera dei

deputati.

Milano 10h30 Confcommercio Milano ospita il confronto tra i candidati

sindaco. Palazzo Castiglioni, corso Venezia 47. L'evento si potrá seguire

anche in streaming su: www.confcommerciomilano.it

Roma 11h00 D20-LTIC High-Level International Conference. Intervengono Giovanni Gorno Tempini, presidente Cdp, Daniele Franco ministro dell'Economia e delle Finanze, Francesco Profumo presidente Fondazione Compagnia di San Paolo, Dario Scannapieco Ceo Cdp, Enrico Giovannini ministro delle Infrastrutture. Alle 13h15 Paolo Gentiloni, commissario Ue all'Economia. Alle 14h45 Roberto Cingolani, ministro della Transizione ecologica.

Roma 11h00 Comitato Leonardo per la Giornata Qualitá Italia - Consegna

dei Premi Leonardo. Alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio

Mattarella e Manlio Di Stefano, sottosegretario degli Affari Esteri e

della Cooperazione Internazionale. Interverranno la Presidente del

Comitato Leonardo, Luisa Todini, il Presidente dell'Agenzia Ice, Carlo

Ferro e Riccardo Di Stefano, presidente Giovani Imprenditori di Confindustria. Palazzo Barberini, via delle Quattro Fontane 13

Brescia 12h00 "Il laboratorio ESG per le imprese del territorio.

L'importanza della transizione sostenibile per la creazione di valore".

Presentazione promossa da Intesa Sanpaolo con Stefano Barrese,

responsabile Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo e il presidente della

Camera di Commercio di Brescia, Roberto Saccone. Presso la Camera di

Commercio di Brescia, via L. Einaudi 23

FINANZA INTERNAZIONALE

FRANCIA

CDA

--

ASSEMBLEE

--

GERMANIA

CDA

--

ASSEMBLEE

--

SPAGNA

CDA

--

ASSEMBLEE

--

REGNO UNITO

CDA

--

ASSEMBLEE

--

STATI UNITI

CDA

--

ASSEMBLEE

--

ECONOMIA INTERNAZIONALE

BRUXELLES 09h00 Comitato europeo delle regioni - Forum di alto livello

sulla ripresa e la resilienza nella regione. Interverrá, tra gli altri,

il commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni.

BRDO 08h30 Riunione informale dei ministri competenti per la protezione

dei consumatori dell'Ue. Discussioni sulle prioritá e le azioni per il

futuro nel campo della protezione dei consumatori.

red/ds

(fine)

MF-DJ NEWS

2319:30 set 2021

19:3023-09-2021
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani

MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per la settimana

sulla base delle indicazioni della Direzione Centrale Studi e Ricerche di

Intesa Sanpaolo:

VENERDI' 24 SETTEMBRE

*GIAPPONE

01h30 - inflazione agosto

(precedente: -0,3% a/a)

- inflazione core agosto

(precedente: -0,2% a/a;

consenso: inv. a/a)

02h30 - Pmi manifatturiero settembre preliminare

(precedente: 52,7 punti)

- Pmi servizi settembre preliminare

(precedente: 42,9 punti)

*GERMANIA

10h00 - indice Ifo settembre

(precedente: 99,4 punti;

previsione: 98,5 punti;

consenso: 98,8 punti)

*ITALIA

10h00 - indice fiducia consumatori settembre

(precedente: 116,2 punti;

previsione: 115,8 punti)

- indice fiducia imprese manifatturiere settembre

(precedente: 113,4 punti;

previsione: 112,5 punti;

consenso: 112,6 punti)

*USA

16h00 - vendite nuove case agosto

(precedente: 0,708 mln di unitá;

previsione: 0,725 mln di unitá;

consenso: 0,72 mln di unitá)

*Alle 09h10 è atteso il discorso di Fernandez-Bollo (Bce)

*Alle 13h50 è atteso il discorso di Elderson (Bce)

*Alle 14h45 è atteso il discorso di Mester (Fed)

*Alle 15h15 è atteso il discorso di Lane (Bce)

*Alle 16h00 sono attesi i discorsi di Powell, Clarida e Bowman (Fed)

*Alle 16h05 è atteso il discorso di George (Fed)

*E' attesa la pronuncia di S&P sul rating della Germania

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2319:30 set 2021

19:0423-09-2021
Wall Street: in netto rialzo, mercato dimentica timori

MILANO (MF-DJ)--L'azionario Usa è in netto rialzo, dopo che la riunione della Federal Reserve ha chiarito le intenzioni della banca centrale sul futuro del suo programma di Quantitative Easing.

Il Dow Jones sale dell'1,59% e l'S&P 500 dell'1,35%. Il Nasdaq Composite avanza dello 0,99%.

"Con tutti i dettagli ora allo scoperto, e dimostrando che molte previsioni su un impatto disordinato sul mercato sono errate, il mercato può finalmente rimuovere il premio di rischio intorno al tapering e andare avanti", afferma Deutsche Bank.

Le prospettive sui tassi di interesse della Federal Reserves degli Stati Uniti "devono essere considerate positive per i mercati dei capitali" data la comunicazione chiara e tempestiva, afferma Achim Stranz, chief investment officer di AXA Investment Managers Germany.

L'esperto dice che questo è stato confermato dalla reazione positiva del mercato azionario in Asia questa mattina. Il presidente della Fed Jerome Powell "ha segnalato che una prima riduzione del programma di acquisto di asset inizierá a novembre, e ha anche chiarito che questo dovrebbe essere considerato come il primo passo verso la normalizzazione della politica monetaria, ma non assicura in alcun modo un aumento dei tassi di interesse nel prossimo futuro", conclude Stranz.

Gli investitori hanno accolto positivamente la decisione della Federal Reserve di avviare il tapering delle sue misure di stimolo alla pandemia a novembre. Le nuove proiezioni rilasciate alla fine della riunione della Fed hanno mostrato che metá dei 18 funzionari prevede di aumentare i tassi di interesse entro la fine del 2022.

Secondo John Roe, capo dei fondi multiasset presso Legal and General Investment Management, ciò ha dato ai gestori del denaro la fiducia che la Fed non permetterá che l'attuale balzo di inflazione si consolidi. "La cosa piú interessante sia dell'attuale dichiarazione sia anche dell'ultimo paio di dichiarazioni è stata il respingere l'idea che i banchieri centrali lasceranno davvero che l'inflazione vada fuori controllo prima di agire", ha detto Roe.

I mercati sono stati preoccupati questa settimana dai timori su Evergrande, il piú grande sviluppatore immobiliare cinese. Molti temono che il suo crollo contagiare tutta la seconda economia piú grande del mondo, con ripercussioni sui mercati finanziari globali.

Tuttavia, i timori per un suo possibile collasso sembrano essere diminuiti, almeno temporaneamente. Evergrande ha una cedola di 83,5 milioni di dollari in scadenza oggi sulle sue obbligazioni in dollari statunitensi e non ha fornito indicazioni sul mancato pagamento. Una controllata della societá ha dichiarato che effettuerá un pagamento di interessi su un'obbligazione onshore, dando a Evergrande piú tempo per capire cosa si aspettano gli investitori, in vista di una ristrutturazione lunga e complicata.

"L'opinione comune è che alla fine saranno i cinesi a controllare il default", ha affermato Roe. "La preoccupazione è che se devi sostenere Evergrande devi farlo anche con tutti gli altri sviluppatori".

Sul fronte macro, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono cresciute di 15.000 unitá a quota 351.000, sopra il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal a 320.000. Il numero di sussidi continuativi all'11 settembre, infine, è salito di 131.000 unitá a quota 2,845 mln.

Nel frattempo, il ritmo della crescita economica degli Stati Uniti "si è ulteriormente raffreddato a settembre, dopo essere salito alle stelle nel secondo trimestre, riflettendo una combinazione di picco della domanda, ritardi nella catena di approvvigionamento e carenza di manodopera", spiega Chris Williamson, Chief Business Economist di IHS Markit, commentando i dati Pmi di settembre. Il rallentamento "è stato guidato da un raffreddamento della domanda nel settore dei servizi, legato in parte alla diffusione della variante Delta", continua Williamson.

Tuttavia, anche se le imprese manifatturiere "hanno visto una domanda molto piú resiliente, le fabbriche devono affrontare problemi crescenti nell'approvvigionamento di forniture e manodopera sufficienti per soddisfare gli ordini", sottolinea l'economista, rimarcando come i "ritardi della catena di approvvigionamento non mostrano segni di attenuazione" e di conseguenza, "anche la crescita della produzione industriale si è indebolita e il portafoglio ordini è aumentato a un ritmo record a settembre". Il risultato, conclude Williamson "è un altro mese di forte aumento dei prezzi praticati per beni e servizi poichè la domanda supera l'offerta e i costi piú elevati vengono trasferiti ai clienti".

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2319:04 set 2021

17:5023-09-2021
BORSA: commento di chiusura

MILANO (MF-DJ)--Seduta positiva per le principali piazze europee con gli investitori che sono rimasti ottimisti dopo l'ultima decisione della Federal Reserve statunitense. In particolare il Ftse Mib è salito dell'1,41% a 26.081 punti.

L'economia dell'area dell'euro "è rimbalzata del 2,2% nel secondo trimestre dell'anno, piú del previsto, ed è sulla buona strada per una forte crescita nel terzo trimestre", si legge nel Bollettino della Bce.

Sul fronte dei dati macro da segnalare che l'indice Pmi composito dell'Eurozona preliminare di settembre si è attestato a 56,1 punti, in ribasso rispetto ai 59 di agosto e sotto le stime del consenso degli economisti a 58,8 punti.

L'indice preliminare relativo al settore dei servizi si è invece attestato a 56,3 punti, in calo rispetto ai 59 del mese precedente (59 punti il consenso). Quello manifatturiero è sceso a 58,7 punti dai 61,4 precedenti (60,4 punti il consenso).

Il Dow Jones sale dell'1,58% con il mercato che apprezza la chiarezza

sulle intenzioni della banca centrale statunitense sul futuro del suo

programma di Quantitative Easing.

La Fed in particolare ha confermato i tassi e il QE, segnalando che l'annuncio del tapering, la riduzione degli acquisti di asset, potrebbe essere possibile giá a novembre.

Quanto ai dati macro il Pmi manifatturiero degli Stati Uniti, nella lettura preliminare di settembre, è sceso a 60,5 punti dai 61,1 di agosto, mentre il Pmi servizi, sempre nella lettura preliminare di settembre, si è attestato a 54,4 punti dai 55,1 di agosto.

Il superindice degli Stati Uniti è salito dello 0,9% a livello mensile ad agosto, superando le attese del consenso degli economisti a +0,6%.

Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti invece sono cresciute di 15.000 unitá a quota 351.000, sopra il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal a 320.000.

A piazza Affari hanno brillato i titoli del risparmi gestito tra cui B.Mediolanum (+3,21%), B.Generali (+1,91%), Azimut H. (+1,71%), Finecobank (+1,79%) e Anima H. (+1,31%).

In netto rialzo il settore bancario: Unicredit +3,33%, Banco Bpm +2,55%, Intesa Sanpaolo +2,3%, Bper +1,39%, Mediobanca +1,36%, B.Mps +1,22%.

Tra le utility in progresso Enel (+2%) dopo che il ministro per la transizione spagnolo ha chiarito in una nota che il claw back non si applicherá ai contratti PPE e bilaterali qualora questi non siano indicizzati ai prezzi di borsa.

In leggero rialzo Eni (+0,15%) su cui JPMorgan ha alzato il prezzo obiettivo da 15 a 15,5 euro, confermando la raccomandazione overweight.

In rally nel resto del listino Ovs che ha festeggiato con un +13,03% dopo la pubblicazione di risultati oltre le attese degli analisti.

Bene Autogrill (+4,07%) dopo che i dati del traffico all'aeroporto di Schiphol evidenziano un miglioramento ad agosto.

Sull'Aim denaro su Fope (+7,79%) il cui utile netto nel primo semestre dell'anno è pari a 1 milione di euro, in significativo miglioramento rispetto a -0,10 milioni nel primo semestre 2020.

Forti perdite invece per Vetrya (-46,21%): la societá ha reso noto che EnVent Capital Markets ha comunicato la decisione di recedere, a partire dal 22 ottobre, dall'incarico di Nomad. La decisione segue l'annuncio di ieri che gli obiettivi economici del piano industriale presentato lo scorso 28 gennaio (con specifico riferimento all'Ebitda previsto in breakeven per il 2021) risultano non conseguibili e, pertanto, il piano non è da considerarsi piú valido.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2317:50 set 2021

17:1223-09-2021
WALL STREET: Fed scopre carte su tapering, indici in netto rialzo

MILANO (MF-DJ)--L'azionario Usa è in netto rialzo, dopo che la riunione della Federal Reserve ha chiarito le intenzioni della banca centrale sul futuro del suo programma di Quantitative Easing.

Il Dow Jones sale dell'1,42% e l'S&P 500 dell'1,25%. Il Nasdaq Composite avanza dello 0,89%.

"Con tutti i dettagli ora allo scoperto, e dimostrando che molte previsioni su un impatto disordinato sul mercato sono errate, il mercato può finalmente rimuovere il premio di rischio intorno al tapering e andare avanti", afferma Deutsche Bank.

Le prospettive sui tassi di interesse della Federal Reserves degli Stati Uniti "devono essere considerate positive per i mercati dei capitali" data la comunicazione chiara e tempestiva, afferma Achim Stranz, chief investment officer di AXA Investment Managers Germany.

L'esperto dice che questo è stato confermato dalla reazione positiva del mercato azionario in Asia questa mattina. Il presidente della Fed Jerome Powell "ha segnalato che una prima riduzione del programma di acquisto di asset inizierá a novembre, e ha anche chiarito che questo dovrebbe essere considerato come il primo passo verso la normalizzazione della politica monetaria, ma non assicura in alcun modo un aumento dei tassi di interesse nel prossimo futuro", conclude Stranz.

Gli investitori hanno accolto positivamente la decisione della Federal Reserve di avviare il tapering delle sue misure di stimolo alla pandemia a novembre. Le nuove proiezioni rilasciate alla fine della riunione della Fed hanno mostrato che metá dei 18 funzionari prevede di aumentare i tassi di interesse entro la fine del 2022.

Secondo John Roe, capo dei fondi multiasset presso Legal and General Investment Management, ciò ha dato ai gestori del denaro la fiducia che la Fed non permetterá che l'attuale balzo di inflazione si consolidi. "La cosa piú interessante sia dell'attuale dichiarazione sia anche dell'ultimo paio di dichiarazioni è stata il respingere l'idea che i banchieri centrali lasceranno davvero che l'inflazione vada fuori controllo prima di agire", ha detto Roe.

I mercati sono stati preoccupati questa settimana dai timori su Evergrande, il piú grande sviluppatore immobiliare cinese. Molti temono che il suo crollo contagiare tutta la seconda economia piú grande del mondo, con ripercussioni sui mercati finanziari globali.

Tuttavia, i timori per un suo possibile collasso sembrano essere diminuiti, almeno temporaneamente. Evergrande ha una cedola di 83,5 milioni di dollari in scadenza oggi sulle sue obbligazioni in dollari statunitensi e non ha fornito indicazioni sul mancato pagamento. Una controllata della societá ha dichiarato che effettuerá un pagamento di interessi su un'obbligazione onshore, dando a Evergrande piú tempo per capire cosa si aspettano gli investitori, in vista di una ristrutturazione lunga e complicata.

"L'opinione comune è che alla fine saranno i cinesi a controllare il default", ha affermato Roe. "La preoccupazione è che se devi sostenere Evergrande devi farlo anche con tutti gli altri sviluppatori".

Sul fronte macro, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono cresciute di 15.000 unitá a quota 351.000, sopra il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal a 320.000. Il numero di sussidi continuativi all'11 settembre, infine, è salito di 131.000 unitá a quota 2,845 mln.

Nel frattempo, il ritmo della crescita economica degli Stati Uniti "si è ulteriormente raffreddato a settembre, dopo essere salito alle stelle nel secondo trimestre, riflettendo una combinazione di picco della domanda, ritardi nella catena di approvvigionamento e carenza di manodopera", spiega Chris Williamson, Chief Business Economist di IHS Markit, commentando i dati Pmi di settembre. Il rallentamento "è stato guidato da un raffreddamento della domanda nel settore dei servizi, legato in parte alla diffusione della variante Delta", continua Williamson. Tuttavia, anche se le imprese manifatturiere "hanno visto una domanda molto piú resiliente, le fabbriche devono affrontare problemi crescenti nell'approvvigionamento di forniture e manodopera sufficienti per soddisfare gli ordini", sottolinea l'economista, rimarcando come i "ritardi della catena di approvvigionamento non mostrano segni di attenuazione" e di conseguenza, "anche la crescita della produzione industriale si è indebolita e il portafoglio ordini è aumentato a un ritmo record a settembre". Il risultato, conclude Williamson "è un altro mese di forte aumento dei prezzi praticati per beni e servizi poichè la domanda supera l'offerta e i costi piú elevati vengono trasferiti ai clienti".

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2317:12 set 2021

16:1423-09-2021
BORSA: equity in rialzo, WS positiva

MILANO (MF-DJ)--Il listino milanese tratta in progresso (Ftse Mib +1,32%) dopo l'apertura sopra la parità di Wall Street.

Il Dow Jones sale dell'1,35% con il mercato che apprezza la chiarezza sulle intenzioni della banca centrale statunitense sul futuro del suo programma di Quantitative Easing.

Sul fronte dei dati macro il Pmi manifatturiero degli Stati Uniti, nella lettura preliminare di settembre, è sceso a 60,5 punti dai 61,1 di agosto, mentre il Pmi servizi, sempre nella lettura preliminare di settembre, si è attestato a 54,4 punti dai 55,1 di agosto.

Il superindice degli Stati Uniti è salito dello 0,9% a livello mensile ad agosto, superando le attese del consenso degli economisti a +0,6%.

A piazza Affari brillano i titoli del risparmi gestito tra cui B.Mediolanum (+2,85%), B.Generali (+1,89%), Azimut H. (+1,63%), Finecobank (+0,7%) e Anima H. (+1,43%).

Bene Autogrill (+4,54%) dopo che i dati del traffico all'aeroporto di Schiphol evidenziano un miglioramento ad agosto.

Sull'Aim incrementa i guadagni Fope (+6,03%) il cui utile netto nel primo semestre dell'anno è pari a 1 milione di euro, in significativo miglioramento rispetto a -0,10 milioni nel primo semestre 2020.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2316:14 set 2021

15:3623-09-2021
Wall Street: chiarezza Fed piace a mercato, azionario sale

MILANO (MF-DJ)--Avvio in rialzo per l'azionario Usa, dopo che la riunione della Federal Reserve ha chiarito le intenzioni della banca centrale sul futuro del suo programma di Quantitative Easing.

Il Dow Jones sale dello 0,80% e l'S&P 500 dello 0,53%. Il Nasdaq Composite avanza dello 0,26%.

Le prospettive sui tassi di interesse della Federal Reserves degli Stati Uniti "devono essere considerate positive per i mercati dei capitali" data la comunicazione chiara e tempestiva, afferma Achim Stranz, chief investment officer di AXA Investment Managers Germany.

L'esperto dice che questo è stato confermato dalla reazione positiva del mercato azionario in Asia questa mattina. Il presidente della Fed Jerome Powell "ha segnalato che una prima riduzione del programma di acquisto di asset inizierá a novembre, e ha anche chiarito che questo dovrebbe essere considerato come il primo passo verso la normalizzazione della politica monetaria, ma non assicura in alcun modo un aumento dei tassi di interesse nel prossimo futuro", conclude Stranz.

Gli investitori hanno accolto positivamente la decisione della Federal Reserve di avviare il tapering delle sue misure di stimolo alla pandemia a novembre. Le nuove proiezioni rilasciate alla fine della riunione della Fed hanno mostrato che metá dei 18 funzionari prevede di aumentare i tassi di interesse entro la fine del 2022.

Secondo John Roe, capo dei fondi multiasset presso Legal and General Investment Management, ciò ha dato ai gestori del denaro la fiducia che la Fed non permetterá che l'attuale balzo di inflazione si consolidi. "La cosa piú interessante sia dell'attuale dichiarazione sia anche dell'ultimo paio di dichiarazioni è stata il respingere l'idea che i banchieri centrali lasceranno davvero che l'inflazione vada fuori controllo prima di agire", ha detto Roe.

I mercati sono stati preoccupati questa settimana dai timori su Evergrande, il piú grande sviluppatore immobiliare cinese. Molti temono che il suo crollo contagiare tutta la seconda economia piú grande del mondo, con ripercussioni sui mercati finanziari globali.

Tuttavia, i timori per un suo possibile collasso sembrano essere diminuiti, almeno temporaneamente. Evergrande ha una cedola di 83,5 milioni di dollari in scadenza oggi sulle sue obbligazioni in dollari statunitensi e non ha fornito indicazioni sul mancato pagamento. Una controllata della societá ha dichiarato che effettuerá un pagamento di interessi su un'obbligazione onshore, dando a Evergrande piú tempo per capire cosa si aspettano gli investitori, in vista di una ristrutturazione lunga e complicata.

"L'opinione comune è che alla fine saranno i cinesi a controllare il default", ha affermato Roe. "La preoccupazione è che se devi sostenere Evergrande devi farlo anche con tutti gli altri sviluppatori".

Sul fronte macro, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono cresciute di 15.000 unitá a quota 351.000, sopra il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal a 320.000. Il numero di sussidi continuativi all'11 settembre, infine, è salito di 131.000 unitá a quota 2,845 mln.

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2315:36 set 2021

15:1023-09-2021
BORSA: Milano +0,98%, WS vista positiva

MILANO (MF-DJ)--Il listino milanese tratta in rialzo (Ftse Mib +0,98%) in attesa dell'apertura di Wall Street, i cui future indicano un avvio in progresso dopo che la riunione della Federal Reserve ha chiarito le intenzioni della banca centrale sul futuro del suo programma di Quantitative Easing.

Sul fronte macro, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono cresciute di 15.000 unitá a quota 351.000, sopra il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal a 320.000.

A piazza Affari in deciso rialzo Amplifon (+3,03%) e Unipol (+1,74%).

Bene le utility tra cui Enel (+2,69%), Italgas (+1,65%), A2A (+1,51%), Snam (+1,05%) e Terna (+0,85%).

Da segnalare Nexi (-0,1%) dopo che il gruppo è stato scelto da Jysk, catena retail internazionale di arredamento per la casa e il giardino, come fornitore di soluzioni di pagamento in 5 nuovi Paesi Europei: Italia, Austria, Germania, Svizzera e Francia, che si aggiungono agli altri Paesi in cui il servizio viene giá offerto tramite Nets, entrata a far parte del gruppo Nexi da luglio 2021.

Sull'Aim denaro su Fope (+3,45%) il cui utile netto nel primo semestre dell'anno è pari a 1 milione di euro, in significativo miglioramento rispetto a -0,10 milioni nel primo semestre 2020.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2315:10 set 2021

14:4723-09-2021
STORIE DI BORSA: equity ancora positivo, Fed non delude

MILANO (MF-DJ)--Non si arresta il trend positivo dell'azionario, al terzo giorno consecutivo di rialzi dopo i forti cali di lunedì. Milano segna un +1%.

La Fed ha confermato i tassi e il QE, segnalando che l'annuncio del tapering, la riduzione degli acquisti di asset, potrebbe essere possibile giá a novembre. Nove banchieri su 18 del Fomc prevedono un primo rialzo dei tassi entro la fine del 2022, rispetto ai 7 della riunione di giugno.

Il numero uno della Banca, Jerome Powell, "ha annunciato che la fase di riduzione dello stimolo monetario potrebbe essere avviata 'presto', forse giá a novembre. Nello specifico il presidente della Fed ha spiegato come gli indicatori economici 'abbiano continuato a rafforzarsi' e se tali progressi proseguiranno, 'come largamente atteso, il Comitato giudica che una moderazione del ritmo degli acquisti potrebbe presto essere garantita'. Anche il 'dot plot', ossia le previsioni trimestrali dei componenti del Fomc, ha evidenziato che un primo rialzo dei tassi sui Fed Funds è ora atteso nel 2022 e non piú nel 2023, anno entro il quale i rialzi potrebbero essere addirittura tre. Riviste invece al ribasso le stime di crescita per il 2021 (5,9% contro il 7% atteso a giugno), mentre quelle al 2022 sono state portate al 3,8% invece che al 3,3%. L'inflazione è stimata al 4,2% per quest'anno, dal 3,4% stimato in precedenza. La comunicazione di Powell è stata molto attenta, avendo inoltre spiegato che la Fed fará qualsiasi cosa per sostenere l'economia fin quando una piena ripresa non sará raggiunta", spiega Edoardo Fusco Femiano, market analyst di eToro.

Per l'esperto "ad oggi la correzione osservata negli ultimi giorni sembra niente piú che una fisiologica presa di profitto nel quadro di un rally che prosegue da oltre diciotto mesi con una forza e una decisione che, storicamente, pochi ricordano. In questa fase i livelli di prezzo degli asset contano piú di qualsiasi altra considerazione e, allo stato attuale, siamo ancora lontani da livelli che si possano considerare rischiosi".

Quanto indicato ieri dalla Fed "rafforza la tesi della normalizzazione della politica sul fronte dell'inflazione", ma "le previsioni di crescita piú contenute dimostrano che la prudenza è tuttora giustificata. Continuiamo ad aspettarci una normalizzazione graduale e flessibile della politica della Fed: una riduzione degli acquisti di asset e una stabilizzazione del bilancio, seguita da aumenti dei tassi, per portare il tasso headline dei Fed funds a un picco del 2,5% entro il 2026. Naturalmente, non c'è un percorso prestabilito. Flessibilitá vuol dire che la Fed può modificare il corso della politica qualora l'ambiente economico non si evolva come previsto, come ha fatto la Cina introducendo liquiditá dopo il crollo di Evergrande", spiega Samy Chaar, Chief Economist di Lombard Odier IM.

Ora, commenta Michael Hewson, Chief Market Analyst di CMC Markets, l'attenzione è tutta per i dati sul mercato del lavoro statunitense di settembre, che saranno pubblicati l'8 ottobre, per capire se il tapering effettivamente partirá a novembre, per concludersi potenzialmente entro la metá del 2022.

Intanto, l'Asia ha proseguito nel recupero grazie al rimbalzo del comparto immobiliare cinese dopo i recenti cali (il tema Evergrande resta comunque in primo piano). "Le speranze di una soluzione per Evergrande stanno sostenendo il sentiment positivo", segnala Jeffrey Halley, Senior Market Analyst di Oanda.

Per Citigroup "l'ansia internazionale sulle conseguenze di un rallentamento della Cina difficilmente si dissiperá presto, ma pensiamo che sia molto piú probabile che la Cina trasmetta un contagio all'economia 'reale' che non 'finanziario'".

Date "le dimensioni e le caratteristiche del problema" Evergrande "e la capacitá della Cina di gestirlo, vediamo limitate ricadute dell'economia reale in altri mercati emergenti o globali. Poichè Evergrande è il piú grande emittente cinese di obbligazioni ad alto rendimento, abbiamo giá visto un certo impatto sugli spread del debito high yield asiatico e globale, ma questo dovrebbe essere un effetto temporaneo. Nel caso di una flessione piú prolungata del mercato immobiliare cinese, alcuni prezzi delle materie prime potrebbero subire un impatto negativo", commenta Tom Wilson, Head of Emerging Market Equities di Schroders.

pl

MF-DJ NEWS

2314:47 set 2021

13:2323-09-2021
STORIE DI BORSA: Ovs +6%, buy confermati dopo i conti

MILANO (MF-DJ)--Ovs continua a correre a piazza Affari dopo la pubblicazione di risultati oltre le attese degli analisti.

Il gruppo in dettaglio chiude il secondo trimestre con vendite a 599,2

milioni di euro, a +35,4% rispetto al periodo 2020 e +11% rispetto al

2019, nonostante un mercato ancora in contrazione, nello stesso periodo,

del -4,7%.

L'Ebitda invece è pari a 54,5 milioni di euro, in crescita del 51%

rispetto al 2020 e del 46% rispetto al 2019. Il risultato raggiunto è il

piú alto di sempre. Inoltre, la generazione di cassa è stata pari a 75,7

milioni di euro, a cui si aggiungono 81 milioni derivanti dall'aumento di

capitale.

Positivi i commenti degli esperti raccolti da Mf-Dowjones, che giudicano i numeri migliori delle attese su tutti i fronti.

A detta degli esperti di Equita Sim ad esempio i numeri sono stati superiori alle attese sia come ricavi che a livello di Ebitda e generazione di cassa. La societá, proseguono dalla Sim milanese, sta valutando la possibilitá di rifinanziare il debito anche con emissioni legate a parametri ESG, alla luce della posizione finanziaria molto solida. Gli analisti infine vedono il titolo sostenuto dalla guidance di Free Cash Flow e dal miglioramento della visibilitá sul 2022-23. Buy e tp

di 2,4 euro invariati.

Buy confermato pure da parte di Intesa Sanpaolo con prezzo obiettivo a

2,2 euro. A detta degli esperti i risultati del gruppo sono stati molto

forti e ben sopra le piú rosee previsioni in termini di recupero delle

vendite, espansione della redditivitá, ma anche a livello di generazione

di cassa, che dimostra l'abilitá di Ovs di fare meglio del mercato in un

mercato complesso e in fase di cambiamento a causa della pandemia e della

digitalizzazione.

Buy pure da Banca Akros e target di 2 euro. Chiaramente, segnalano

gli analisti, i risultati sono stati a tutti i livelli ben oltre le

previsioni e il consensus. Inoltre, la generazione di cassa si è rivelata

estremamente forte.

Ovs +6,63% a 1,947 euro.

fus

(fine)

MF-DJ NEWS

2313:23 set 2021

13:1723-09-2021
BORSA: azionario in rialzo, bene Enel

MILANO (MF-DJ)--Le principali piazze europee trattano in progresso mentre gli investitori sono rimasti ottimisti dopo l'ultima decisione della Federal Reserve statunitense: Milano +0,99%, Parigi +0,77%, Francoforte +0,76%.

A piazza Affari in rialzo Enel (+2,91%) dopo che il ministro per la transizione spagnolo ha chiarito in una nota che il claw back non si applicherá ai contratti PPE e bilaterali qualora questi non siano indicizzati ai prezzi di borsa.

In progresso poi le banche tra cui Intesa Sanpaolo (+1,29%), Banco Bpm (+1,14%), Unicredit (+1,35%), Bper (+0,62%) e Mediobanca (+0,7%).

Debole invece il comparto oil e oil service dopo i forti guadagni della vigilia: Tenaris -1,18%, Eni -0,39%, Saipem -0,2%, Saras -2%.

Sull'Aim in calo Doxee (-3%) che ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 0,26 milioni di euro, stabile rispetto agli 0,28 milioni dell'analogo periodo dello scorso anno.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2313:17 set 2021

11:1123-09-2021
BORSA: equity positivo, bene risparmio gestito

MILANO (MF-DJ)--Le principali piazze europee proseguono la seduta in rialzo: Milano +1,09%, Parigi +1,12%, Francoforte +1,02%, Londra +0,51%.

L'economia dell'area dell'euro "è rimbalzata del 2,2% nel secondo trimestre dell'anno, piú del previsto, ed è sulla buona strada per una forte crescita nel terzo trimestre", si legge nel Bollettino della Bce.

Sul fronte dei dati macro da segnalare che l'indice Pmi composito dell'Eurozona preliminare di settembre si è attestato a 56,1 punti, in ribasso rispetto ai 59 di agosto e sotto le stime del consenso degli economisti a 58,8 punti.

L'indice preliminare relativo al settore dei servizi si è invece attestato a 56,3 punti, in calo rispetto ai 59 del mese precedente (59 punti il consenso). Quello manifatturiero è sceso a 58,7 punti dai 61,4 precedenti (60,4 punti il consenso).

In particolare poi il Pmi manifatturiero preliminare della Germania è sceso a 58,5 punti rispetto ai 62,6 di agosto (61,4 punti il consenso). L'indice preliminare relativo ai servizi tedeschi è invece risultato pari a 56 punti, in calo rispetto ai 60,8 di luglio (60,4 punti il consenso).

Il Pmi manifatturiero della Francia è risultato pari a 55,2 punti, in calo rispetto ai 57,5 del mese precedente (57 il consenso). Infine, l'indice Pmi servizi francese si è attestato a 56 punti, in calo rispetto ai 56,3 punti di agosto (56 punti il consenso).

Quanto alla Gran Bretagna, il Pmi manifatturiero, nella lettura preliminare di agosto, è sceso a 56,3 punti dai 60,3 del mese precedente, deludendo il consenso degli economisti a 59 punti. Il Pmi servizi invece del Regno Unito, nella lettura preliminare di agosto, è sceso a 54,6 punti dai 55 del mese precedente. Il dato ha deluso il consenso degli economisti a 55,5 punti.

A piazza Affari in evidenza i titoli del risparmio gestito: B.Mediolanum +2,22%, Azimut H. +1,96%, Finecobank +1,21%, B.Generali +0,68%, Anima H. +1,55%.

Denaro anche sul settore del lusso con Moncler (+1,8%), S.Ferragamo (+2,55%), Tod'S (+1,97%) e B.Cucinelli (+1,93%).

In rally Ovs che festeggia con un +6,63% dopo la pubblicazione di risultati oltre le attese degli analisti.

Sull'Aim in luce Relatech (+3,51%) che ha chiuso il primo semestre con un utile netto adjusted di 3,2 milioni di euro, in crescita del 120% rispetto agli 1,4 milioni del primo semestre 2020.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2311:11 set 2021

11:0623-09-2021
MARKET TALK: azionario apprezzerebbe governo tedesco a guida Cdu

MILANO (MF-DJ)--Una coalizione a guida CDU/CSU nel prossimo governo tedesco "sarebbe una combinazione più favorevole per le aziende e le azioni, poiché il partito mira a ridurre il carico fiscale e sponsorizzare investimenti privati sulla strada verso la transizione verde", dice Amundi. Un risultato "a semaforo", che includerebbe il Partito socialdemocratico (SPD), il Partito democratico libero (FDP) e i Verdi è probabilmente già prezzato, dicono da Amundi. L'emergere di una coalizione 'Giamaica' con CDU/CSU, Verdi e FDP, potrebbe favorire il mercato azionario tedesco, anche se solo a breve termine. Poiché è probabile che i Verdi facciano parte di qualsiasi coalizione di governo, Amundi prevede un'accelerazione dell'attenzione verso i criteri ESG.

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2311:06 set 2021

10:3423-09-2021
STORIE DI BORSA: equity ancora positivo, Fed non delude

MILANO (MF-DJ)--Non si arresta il trend positivo dell'azionario, al terzo giorno consecutivo di rialzi dopo i forti cali di lunedi'. Milano segna un +0,8%.

La Fed ha confermato i tassi e il QE, segnalando che l'annuncio del tapering, la riduzione degli acquisti di asset, potrebbe essere possibile giá a novembre. Nove banchieri su 18 del Fomc prevedono un primo rialzo dei tassi entro la fine del 2022, rispetto ai 7 della riunione di giugno.

Il numero uno della Banca, Jerome Powell, "ha annunciato che la fase di riduzione dello stimolo monetario potrebbe essere avviata 'presto', forse giá a novembre. Nello specifico il presidente della Fed ha spiegato come gli indicatori economici 'abbiano continuato a rafforzarsi' e se tali progressi proseguiranno, 'come largamente atteso, il Comitato giudica che una moderazione del ritmo degli acquisti potrebbe presto essere garantita'. Anche il 'dot plot', ossia le previsioni trimestrali dei componenti del Fomc, ha evidenziato che un primo rialzo dei tassi sui Fed Funds è ora atteso nel 2022 e non piú nel 2023, anno entro il quale i rialzi potrebbero essere addirittura tre. Riviste invece al ribasso le stime di crescita per il 2021 (5,9% contro il 7% atteso a giugno), mentre quelle al 2022 sono state portate al 3,8% invece che al 3,3%. L'inflazione è stimata al 4,2% per quest'anno, dal 3,4% stimato in precedenza. La comunicazione di Powell è stata molto attenta, avendo inoltre spiegato che la Fed fará qualsiasi cosa per sostenere l'economia fin quando una piena ripresa non sará raggiunta", spiega Edoardo Fusco Femiano, market analyst di eToro.

Per l'esperto "ad oggi la correzione osservata negli ultimi giorni sembra niente piú che una fisiologica presa di profitto nel quadro di un rally che prosegue da oltre diciotto mesi con una forza e una decisione che, storicamente, pochi ricordano. In questa fase i livelli di prezzo degli asset contano piú di qualsiasi altra considerazione e, allo stato attuale, siamo ancora lontani da livelli che si possano considerare rischiosi".

Ora, commenta Michael Hewson, Chief Market Analyst di CMC Markets, l'attenzione è tutta per i dati sul mercato del lavoro statunitense di settembre, che saranno pubblicati l'8 ottobre, per capire se il tapering effettivamente partirá a novembre, per concludersi potenzialmente entro la metá del 2022.

Positiva intanto la chiusura di ieri a Wall Street (+1% il Dow Jones), mentre l'Asia ha proseguito nel recupero grazie al rimbalzo del comparto immobiliare cinese dopo i recenti cali (il tema Evergrande resta comunque in primo piano).

"Le speranze di una soluzione per Evergrande stanno sostenendo il sentiment positivo", segnala Jeffrey Halley, Senior Market Analyst di Oanda.

Per Citigroup "l'ansia internazionale sulle conseguenze di un rallentamento della Cina difficilmente si dissiperá presto, ma pensiamo che sia molto piú probabile che la Cina trasmetta un contagio all'economia 'reale' che non 'finanziario'".

Sul fronte dei dati macro odierni, l'indice Pmi composito dell'Eurozona preliminare di settembre si è attestato a 56,1 punti, in ribasso rispetto ai 59 di agosto e sotto le stime del consenso degli economisti a 58,8 punti. L'indice preliminare relativo al settore dei servizi si è attestato a 56,3 punti, in calo rispetto ai 59 del mese precedente (59 punti il consenso). Quello manifatturiero è sceso a 58,7 punti dai 61,4 precedenti (60,4 punti il consenso).

Entrando nel dettaglio dei singoli stati, il Pmi manifatturiero preliminare della Germania è sceso a 58,5 punti rispetto ai 62,6 di agosto (61,4 punti il consenso). L'indice preliminare relativo ai servizi tedeschi è invece risultato pari a 56 punti, in calo rispetto ai 60,8 di luglio (60,4 punti il consenso).

Il Pmi manifatturiero della Francia è risultato pari a 55,2 punti, in calo rispetto ai 57,5 del mese precedente (57 il consenso). Infine, l'indice Pmi servizi francese si è attestato a 56 punti, in calo rispetto ai 56,3 punti di agosto (56 punti il consenso).

pl

paola.longo@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

2310:34 set 2021

10:0523-09-2021
STORIE DI BORSA: Ovs +3%, dati oltre stime su tutti i fronti

MILANO (MF-DJ)--Ovs brilla a piazza Affari dopo la pubblicazione di risultati oltre le attese degli analisti.

Il gruppo in dettaglio chiude il secondo trimestre con vendite a 599,2 milioni di euro, a +35,4% rispetto al periodo 2020 e +11% rispetto al 2019, nonostante un mercato ancora in contrazione, nello stesso periodo, del -4,7%.

L'Ebitda invece è pari a 54,5 milioni di euro, in crescita del 51% rispetto al 2020 e del 46% rispetto al 2019. Il risultato raggiunto è il piú alto di sempre. Inoltre, la generazione di cassa è stata pari a 75,7 milioni di euro, a cui si aggiungono 81 milioni derivanti dall'aumento di capitale.

Positivi i commenti degli esperti raccolti da Mf-Dowjones, che giudicano i numeri migliori delle attese su tutti i fronti.

A detta degli esperti di Equita Sim ad esempio i numeri sono stati

superiori alle attese sia come ricavi che a livello di Ebitda e

generazione di cassa. La societá, proseguono dalla Sim milanese, sta valutando la possibilitá di rifinanziare il debito anche con emissioni legate a parametri ESG, alla luce della posizione finanziaria molto solida. Gli analisti infine vedono il titolo sostenuto dalla guidance di Free Cash Flow e dal miglioramento della visibilitá sul 2022-23. Buy e tp di 2,4 euro invariati.

Buy confermato pure da parte di Intesa Sanpaolo con prezzo obiettivo a 2,2 euro. A detta degli esperti i risultati del gruppo sono stati molto forti e ben sopra le piú rosee previsioni in termini di recupero delle vendite, espansione della redditivitá, ma anche a livello di generazione di cassa, che dimostra l'abilitá di Ovs di fare meglio del mercato in un mercato complesso e in fase di cambiamento a causa della pandemia e della digitalizzazione.

Ovs +3,56% a 1,891 euro.

fus

(fine)

MF-DJ NEWS

2310:05 set 2021

09:2423-09-2021
BORSA: avvio positivo per l'azionario europeo

MILANO (MF-DJ)--Partenza sopra la parità per le principali piazze europee in una giornata ricca di dati macro: Milano +0,57%, parigi +0,51%, Francoforte +0,63%, Londra +0,2%.

Da segnalare che ieri la Fed ha confermato i tassi e il QE, segnalando tuttavia che l'annuncio del tapering, la riduzione degli acquisti di asset, potrebbe essere possibile giá a novembre.

A piazza Affari in rialzo i titoli del risparmio gestito tra cui Azimut H.- (+1,75%), B.Mediolanum (+1,5%), B.Generali (+0,89%) e Anima H. (+1%).

Bene anche il settore bancario: Unicredit +1m17%, Intesa Sanpaolo +0,8%, Bper +0,74%, Banco Bpm +0,57%, Mediobanca +0,54%, B.Mps +1,12%,. B.P.Sondrio +0,33%.

Brilla poi Ovs che sale del 3,45% dopo i conti trimestrali. Sull'Aim in luce Notorious P. (+3,82%) dopo che la societá ha annunciato la prossima costituzione della controllata al 100% Notorious Pictures Spain con l'obiettivo di avviare l'attivitá di distribuzione di importanti films internazionali nel mercato spagnolo.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2309:24 set 2021

09:0323-09-2021
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid

MILANO (MF-DJ)--Questi i valori degli indici principali delle Borse di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid dopo i primi scambi:


		
  - Francoforte   Dax          15.626,65   punti  (+0,77%)
  - Londra        Ftse 100      7.118,50   punti  (+0,50%)
  - Parigi        Cac 40        6.691,03   punti  (+0,81%)
  - Madrid        Ibex-35       8.885,50   punti  (+0,90%) 

		

 

lus

MF-DJ NEWS

2309:03 set 2021

08:3423-09-2021
BORSE UE: avvio visto sopra la parità in Europa

MILANO (MF-DJ)--Partenza attesa positiva per le principali piazze europee, nonostante la prospettiva che la Federal Reserve ridurrá il suo stimolo giá a novembre.

Occhi puntati sui numerosi dati macro. In Europa, attesi i Pmi manifatturieri e servizi di settembre di Francia (09h15), Germania (09h30) e dell'intera Eurozona (10h00), mentre alle 10h30 verranno resi noti i Pmi della Gran Bretagna. Focus poi sulla decisione di politica monetaria della Bank of England, in agenda per le 13h00.

Quanto agli Usa, sono previste alle 14h30 le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, alle 15h45 i Pmi di settembre e alle 16h00 il superindice di agosto.

cm

(fine)

MF-DJ NEWS

2308:34 set 2021

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<settembre 2021>
lmmgvsd
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
  • no_eventi
Stiamo aggiornando il calendario.
A breve sarà disponibile la programmazione
delle prossime iniziative.
Banca Euromobiliare eletta "Eccellenza dell'anno Private"
27 agosto 2021

Nelle scorse settimane Banca Euromobiliare è stata eletta...

CREDEM, UTILE +75,1%
06 agosto 2021

Primo semestre in forte crescita...

CREDEM RICONOSCIUTO TRA LE BANCHE PIÙ SOLIDE IN EUROPA
02 agosto 2021

Migliore banca in Italia...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

copertina_focus_mag
Comunicare Private: Essere diretti, efficaci e... digitali!
copertina_focus_apr
Outlook Secondo Trimestre 2021
copertina_focus_apr
Simone Citterio ospite di Class CNBC

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Corporate Finance Advisory

Supporto in tema di strategie di sviluppo, crescita tramite acquisizioni, rafforzamento ed allargamento dell’azionariato.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Chiusura al ribasso a Piazza Affari
Titoli peggiori Bper, Enel ed Exor

Banca Euromobiliare è una boutique finanziaria
specializzata nella consulenza finanziaria per la gestione
integrata del patrimonio e nei servizi di corporate finance
per gruppi nazionali ed esteri, aziende famigliari
ed investitori finanziari.

"Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa."