Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
19:3020-06-2019
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani
19:3020-06-2019
L'agenda di domani
19:0420-06-2019
Wall Street: S&P 500 al nuovo massimo con ottimismo Fed
17:5420-06-2019
BORSA: commento di chiusura
17:0420-06-2019
WALL STREET: Fed entusiasma mercato, nuovo massimo per S&P 500
16:3220-06-2019
BORSA: Ftse Mib +0,97%, positiva WS in avvio
15:5120-06-2019
Wall Street: Fed entusiasma mercato, nuovo massimo per S&P 500
14:4920-06-2019
BORSA: p.Affari +0,73%, WS vista positiva in avvio
14:0820-06-2019
STORIE DI BORSA: Borsa festeggia Fed, ma non dimentichi economia
13:0920-06-2019
BORSA: Milano resta positiva a metà seduta
11:0820-06-2019
BORSA: Milano migliore in Ue in tarda mattinata
10:5520-06-2019
RATING: aggiornamento titoli Borsa Italiana
10:4420-06-2019
STORIE DI BORSA: equity festeggia Fed, ma non dimentichi economia
16:2520-06-2019
*Slack Technologies: indicazione iniziale prezzo Ipo 30-34 usd
09:2620-06-2019
BORSA: partenza al rialzo per equity Ue
09:0320-06-2019
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid
08:3420-06-2019
BORSE USA: Powell colomba spinge gli indici, massimi vicini
08:3220-06-2019
BORSE UE: partenza vista in leggero rialzo
19:3020-06-2019
Mercati: i dati macro italiani ed esteri di domani

MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per domani

sulla base delle indicazioni della Direzione Centrale Studi e Ricerche di

Intesa Sanpaolo:


		
  VENERDI' 21 GIUGNO

		

		
  *GIAPPONE
   01h30 - inflazione maggio
           (precedente: +0,1% m/m, +0,9% a/a)
         - inflazione core aprile
           (precedente: +0,9% a/a;
            consenso: +0,8% a/a)
         - Pmi manifatturiero giugno preliminare
           (precedente: 49,8 punti)

		
  *FRANCIA
   09h15 - Pmi manifatturiero giugno preliminare
           (precedente: 50,6 punti;
            previsione: 51,0 punti;
            consenso: 50,5 punti)
         - Pmi servizi giugno preliminare
           (precedente: 51,5 punti;
            previsione: 51,5 punti;
            consenso: 51,3 punti)

		
  *GERMANIA
   09h30 - Pmi manifatturiero giugno preliminare
           (precedente: 44,3 punti;
            previsione: 44,6 punti;
            consenso: 44,5 punti)
         - Pmi servizi giugno preliminare
           (precedente: 55,4 punti;
            previsione: 55,5 punti;
            consenso: 55,4 punti)

		
  *EUROZONA
   10h00 - Pmi composito giugno preliminare
           (precedente: 51,8 punti;
            previsione: 52,2 punti;
            consenso: 51,6 punti)
         - Pmi manifatturiero giugno preliminare
           (precedente: 47,7 punti;
            previsione: 48,0 punti;
            consenso: 47,9 punti)
         - Pmi servizi giugno preliminare
           (precedente: 52,9 punti;
            previsione: 53,0 punti;
            consenso: 53,0 punti)

		
  *USA
   15h45 - Pmi manifatturiero giugno preliminare
           (precedente: 50,5 punti)
         - Pmi servizi giugno preliminare
           (precedente: 50,9 punti)

		
   16h00 - vendite case esistenti maggio
           (precedente: -0,4% a 5,19 mln unitá;
            previsione: 5,25 mln unitá;
            consenso: 5,24 mln unitá)

		

		
  *E' previsto a Bruxelles il Consiglio Europeo
  *Alle 18h00 è atteso il discorso di Brainard (Fed)
  *Alle 18h00 è atteso il discorso di Mester (Fed)
  *Alle 18h00 è atteso il discorso di Nowotny (Bce)
  *Alle 21h55 è atteso il discorso di Daly (Fed)

		

 

lus/voc

(fine)

MF-DJ NEWS

2019:30 giu 2019

19:3020-06-2019
L'agenda di domani

MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e

politici piú rilevanti della settimana:

Venerdì 21 giugno

FINANZA

--

CDA

--

ASSEMBLEE

ROMA 11h00 Unione Petrolifera - Assemblea Annuale (Piazza della

Cancelleria). Apre Claudio Spinaci (Presidente Unione Petrolifera).

Tavola Rotonda con Antonio Tajani (Presidente Parlamento Europeo);

Gianni Girotto (Presidente Commissione Industria Senato); Giulio

Pedrollo (Vice Presidente Confindustria); Tommaso Foti (VIII

Commissione Camera); Francesco Zicchieri (IV Commissione Camera)

ECONOMIA POLITICA

MILANO Think Summit, IBM Studios apre ufficialmente a Milano e

si trasforma per una settimana nella Cittá della Tecnologia. Piazza Gae

Aulenti. Termina il 26 giugno

MILANO Seconda edizione di CeMI - Commodities Exchange Milano.

Presso il Palazzo del Ghiaccio, Porta Vittoria

ROMA 09h00 Plenum straordinario del CSM Presiede il Presidente

della Repubblica Sergio Mattarella. Palazzo dei Marescialli

MILANO 09h00 Convegno dal titolo 'Healthytude. Un nuovo concetto di

salute'. Tra i relatori Fabrizio Sala, Vice Presidente, Regione

Lombardia; Paolo Rotelli, Presidente, Gruppo San Donato; Sergio Dompè,

Vice Presidente, Assolombarda; Luca Bianchi, Presidente ATM; Michaela

Castelli, Presidente SEA; Pieluigi Antonelli, CEO Angelini Pharma;

Monica Poggio, CEO Bayer Italia; Federica Santini, Presidente Trenord;

Caterina Miscia, Direttore Generale FASI; Alberto Sorbini, Presidente e

AD Enervit; Andrea Quadrio Curzio, AD QC Terme. The Mall, Piazza Lina

Bo Bardi 1

ROMA 09h30 VII Seminario Eurosiatico di Roma. Tra i presenti

Antonio Fallico, Presidente Banca Intesa Russia, Presidente

Associazione Conoscere Eurasia; Francesco Forte, Console Generale

d'Italia a Mosca; Francesco Profumo, Presidente ACRI; Presidente

Compagnia di San Paolo; Filippo Fasulo, Direttore Centro Studi

Fondazione Italia Cina; Giovanni De Liso, AD di Greenrail Group. Sala

Galleria, Via delle Quattro Fontane, 20

ROMA 10h00 Celebrazione 245° Anniversario Fondazione Corpo Guardia

di Finanza alla presenza di Matteo Salvini, del Ministro dell'Economia

e delle Finanze Giovanni Tria, del Comandante Generale Giuseppe

Zafarana. c/o Centro Logistico Sportivo GdF via Castiglion Fiorentino

50

TORINO 11h00 'Leonardo Innovation Day crescendo Naturalia -

Artificialia': presentazione di un progetto innovativo di

collaborazione tra mondo accademico e industria. Benvenuto e

introduzione di Gianni De Gennaro, Presidente Leonardo. Saluti

istituzionali di Chiara Appendino, Sindaca Cittá di Torino; Alberto

Cirio, Presidente della Regione Piemonte. Conclusioni di Alessandro

Profumo, Amministratore Delegato Leonardo. C.so Castelfidardo 22

ROMA 14h00 Luiss - Sala delle Colonne Viale Pola 12 - Business &

Company Law incontra i protagonisti - Giulia Mayer Responsabile Affari

Legali e Societari. Segretario del CDA di Autostrade per l'Italia

S.p.A.

MILANO 14h20 Festival del Lavoro con intervento di Matteo Salvini.

c/o Auditorium MiCo Milano Congressi piazzale Carlo Magno 1

ECONOMIA INTERNAZIONALE

--

red/ds

(fine)

MF-DJ NEWS

2019:30 giu 2019

19:0420-06-2019
Wall Street: S&P 500 al nuovo massimo con ottimismo Fed

MILANO (MF-DJ)--Wall Street prosegue la seduta in rialzo, con l'S&P 500

che ha aggiornato il massimo storico intraday a 2,956,2 punti, dopo la

forte contrazione dell'indice Fed Filadelfia sull'attivitá manifatturiera

regionale.

La performance negativa dei dati macro, che abitualmente intimorisce il

mercato in quanto segnale di rallentamento economico, in questo caso

rappresenta un'ulteriore conferma delle aspettative di un imminente taglio

dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve.

Nella riunione che si è conclusa ieri, la Fed ha infatti segnalato

possibili riduzioni del costo del denaro nel caso in cui le prospettive

economiche non migliorino nel breve periodo.

Il Dow Jones avanza dello 0,48%, l'S&P 500 dello 0,46% e il Nasdaq

Composite dello 0,39%.

Nel dettaglio, l'indice è crollato a giugno a 0,3 punti, rispetto ai

16,6 di maggio. Il dato ha deluso il consenso degli economisti che

prevedeva una lettura a quota 12. Il sotto-indice dei nuovi ordini al

settore manifatturiero si è attestato a 8,3 punti dagli 11 di maggio,

mentre quello sull'occupazione è calato a 15,4 punti dai 18,2 del mese

precedente.

Tornando alla politica monetaria, la Banca centrale americana manterrá

il costo del denaro immutato per il momento, ma il suo Governatore, Jerome

Powell, ha segnalato la possibilitá che la politica monetaria subisca un

allentamento se le tensioni commerciali globali dovessero continuare a

frenare la crescita economica.

Secondo il capo economista di Union Bancaire Privee, Patrice Gautry, la

Fed ha aperto le porte a un taglio di almeno 25 punti base durante la

riunione di luglio, con una riduzione ancora piú aggressiva se la fiducia

sull'espansione economica americana si deteriorasse o se l'incontro tra

Donald Trump e Xi Jinping al vertice del G20 non dovesse attenuare le

tensioni tra Stati Uniti e Cina.

Assecondando le aspettative di mercato su futuri tagli dei tassi

d'interesse ed evitando un altro sell-off sull'azionario, il Governatore

della Fed "ha dato a Trump la responsabilitá di mantenere vivo l'ottimismo

degli operatori", rimarca Steven Blitz, chief Us economist di Ts Lombard.

"L'andamento del mercato appartiene ora al 100% a Trump e al risultato del

suo incontro" con il presidente Xi.

"Se i toni aggressivi o le azioni dell'amministrazione americana

dovessero surriscaldarsi, potremmo assistere a un allentamento della

politica della Fed giá da questa estate, ma se le tensioni commerciali

dovessero raffreddarsi, pensiamo che la Banca centrale attenderá di avere

un quadro chiaro sui dati e abbasserá i tassi dall'autunno in poi",

precisa Andrew Wilson di Goldman Sachs Asset Management.

Tuttavia, altri analisti sono piú cauti sulla probabilitá o la necessitá

di ridurre i tassi d'interesse a breve termine, sostenendo che il mercato

del lavoro è ancora in salute e la crescita del Pil americano è stata

solida nel primo trimestre dell'anno. "Non c'è nulla nel tono della Fed

che suggerisca che l'Istituto interverrá giá a luglio", precisa poi

Michael Hewson di Cmc Markets, mettendo in discussione la logica di tale

mossa prima della fine della riduzione del bilancio a settembre.

Gli economisti di Ubs ritengono invece che l'unico caso in cui la Banca

centrale potrebbe evitare un taglio dei tassi nella prossima riunione "è

se i dati macroeconomici tornassero ad essere solidi" e se le incertezze

relative al commercio diminuissero.

"La Federal Reserve non è tenuta a confermare le aspettative di mercato,

a meno che queste non siano in linea con il suo percorso di politica

monetaria", evidenzia ancora Blitz di Ts Lombard. Pertanto, "senza

un'emergenza economica -e al momento non ce n'è una- potremmo considerare

la maggiore apertura verso un taglio dei tassi d'interesse come una

semplice dichiarazione d'indipendenza della Fed", che si ritiene pronta a

intervenire in caso di necessitá "ma senza deludere gli investitori".

Sul fronte macroeconomico, le richieste settimanali di sussidi di

disoccupazione negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) sono calate di

6.000 unitá a quota 216.000 (220.000 unitá il consenso degli economisti

contattati dal Wsj). La media mobile nelle ultime quattro settimane,

considerata piú attendibile dal mercato perchè meno volatile, è a 218.750

unitá, in aumento di 1.000 unitá rispetto al dato di sette giorni fa,

rimasto invariato a quota 217.750.

Il cambio euro/usd tratta a 1,1287. Sull'obbligazionario, il rendimento

del T-Note a due anni è dell'1,722%, quello sul decennale è del 1,993%.

voc

(fine)

MF-DJ NEWS

2019:04 giu 2019

17:5420-06-2019
BORSA: commento di chiusura

MILANO (MF-DJ)--Giornata positiva per piazza Affari (+0,66%) e le altre Borse europee, spinte al rialzo dalla Federal Reserve che, se da una parte ha confermato i tassi, dall'altra ha lasciato aperta l'opzione di un taglio in futuro.

Rimanendo poi in tema di Banche Centrali, il Comitato di politica monetaria della Bank of England ha deciso di lasciare invariato il programma di allentamento quantitativo a 435 mld gbp e il portafoglio di corporate bond fino a 10 mld gbp. La BoE ha inoltre deciso, come da attese, di mantenere il bank rate allo 0,75%. Le decisioni sul QE sono state prese all'unanimitá, così come quella sui tassi di interesse.

Sul fronte macro, hanno nettamente deluso le attese i dati Usa, con l'indice sull'attivitá manifatturiera regionale elaborato dalla Fed di Filadelfia che è crollato a giugno a 0,3 punti, rispetto ai 16,6 di maggio (12 il consenso). Il sotto-indice dei nuovi ordini al settore manifatturiero, si è poi attestato a 8,3 punti dagli 11 di maggio, mentre quello sull'occupazione è calato a 15,4 punti dai 18,2 del mese precedente.

Il superindice degli Stati Uniti è rimasto invece invariato a livello mensile a maggio, una lettura inferiore al consenso degli economisti, che si aspettavano un incremento dello 0,1%. la componente coincident è poi cresciuta dello 0,2% mentre quella lagging è scesa dello 0,2%.

Per quanto riguarda, l'area euro, l'indice di fiducia dei consumatori, secondo la lettura preliminare, si è assestato a -7,2 punti a giugno, in peggioramento rispetto alla quota di -6,5 di aprile. Il dato è inferiore alle previsioni del consenso degli economisti (-7,0 punti).

Resta sullo sfondo la questione Brexit: sono stati annunciati i risultati del quarto turno di votazioni per la scelta del candidato che sostituirá la premier britannica, Theresa May, alla guida dei Tory e del Governo del Regno Unito. Si tratta dell'ex ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, in testa con 157 preferenze, seguito dal ministro dell'Ambiente, Michael Gove, (61) e dal ministro degli Esteri, Jeremy Hunt, (59). Un altro contendente per la leadership verrá poi eliminato questa sera nel quinto turno di votazioni.

A piazza Affari è salito il comparto oil e oil service in scia alle ultime tensioni tra Stati Uniti e Iran, dopo l'abbattimento di un drone militare americano nello stretto di Hormuz, che hanno dato una significativa spinta al prezzo del petrolio. Saipem chiude a +3,27%, insieme a Tenaris (+2,71%) ed Eni (+0,96%).

Bene poi tra i titoli industriali Stm (+2,46%), Ferrari (+2,29%), Pirelli (+2,16%) e Prysmian (+2,13%).

In calo i bancari: Bper -0,11%, Banco Bpm -0,64%, Unicredit -0,53%, Intesa Sanpaolo -0,86%, Ubi B. -1,62%. Segno meno tra le blue chip anche per Generali Ass. (-0,57%) e Unipol (-0,63%).

Sul resto del listino in evidenza Ovs (+13,95%) che nel primo trimestre 2019 ha registrato ricavi per 317,5 mln euro. Sull'Aim Italia infine chiude invariata nel giorno del debutto Gibus, la Pmi Innovativa con sede a Saccolongo (Padova) attiva nel settore outdoor design di alta gamma. Ancora rialzi invece per Eles che dopo il +99,47% di ieri ha archiviato la sessione odierna con un guadagno del 30,34%.

lpg

(fine)

MF-DJ NEWS

2017:54 giu 2019

17:0420-06-2019
WALL STREET: Fed entusiasma mercato, nuovo massimo per S&P 500

MILANO (MF-DJ)--Wall Street prosegue la seduta in rialzo, con l'S&P 500 che ha aggiornato il massimo storico intraday a 2,956,2 punti, dopo la forte contrazione dell'indice Fed Filadelfia sull'attivitá manifatturiera regionale.

La performance negativa dei dati macro, che abitualmente intimorisce il mercato in quanto segnale di rallentamento economico, in questo caso rappresenta un'ulteriore conferma delle aspettative di un imminente taglio dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve.

Nella riunione che si è conclusa ieri, la Fed ha infatti segnalato possibili riduzioni del costo del denaro nel caso in cui le prospettive economiche non migliorino nel breve periodo.

Il Dow Jones avanza dello 0,67%, l'S&P 500 dello 0,65% e il Nasdaq Composite dello 0,69%.

Nel dettaglio, l'indice è crollato a giugno a 0,3 punti, rispetto ai 16,6 di maggio. Il dato ha deluso il consenso degli economisti che prevedeva una lettura a quota 12. Il sotto-indice dei nuovi ordini al settore manifatturiero si è attestato a 8,3 punti dagli 11 di maggio, mentre quello sull'occupazione è calato a 15,4 punti dai 18,2 del mese precedente.

Tornando alla politica monetaria, la Banca centrale americana manterrá il costo del denaro immutato per il momento, ma il suo Governatore, Jerome Powell, ha segnalato la possibilitá che la politica monetaria subisca un allentamento se le tensioni commerciali globali dovessero continuare a frenare la crescita economica.

Secondo il capo economista di Union Bancaire Privee, Patrice Gautry, la Fed ha aperto le porte a un taglio di almeno 25 punti base durante la riunione di luglio, con una riduzione ancora piú aggressiva se la fiducia sull'espansione economica americana si deteriorasse o se l'incontro tra Donald Trump e Xi Jinping al vertice del G20 non dovesse attenuare le tensioni tra Stati Uniti e Cina.

Assecondando le aspettative di mercato su futuri tagli dei tassi d'interesse ed evitando un altro sell-off sull'azionario, il Governatore della Fed "ha dato a Trump la responsabilitá di mantenere vivo l'ottimismo degli operatori", rimarca Steven Blitz, chief Us economist di Ts Lombard. "L'andamento del mercato appartiene ora al 100% a Trump e al risultato del suo incontro" con il presidente Xi.

"Se i toni aggressivi o le azioni dell'amministrazione americana dovessero surriscaldarsi, potremmo assistere a un allentamento della politica della Fed giá da questa estate, ma se le tensioni commerciali dovessero raffreddarsi, pensiamo che la Banca centrale attenderá di avere un quadro chiaro sui dati e abbasserá i tassi dall'autunno in poi", precisa Andrew Wilson di Goldman Sachs Asset Management.

Tuttavia, altri analisti sono piú cauti sulla probabilitá o la necessitá di ridurre i tassi d'interesse a breve termine, sostenendo che il mercato del lavoro è ancora in salute e la crescita del Pil americano è stata solida nel primo trimestre dell'anno. "Non c'è nulla nel tono della Fed che suggerisca che l'Istituto interverrá giá a luglio", precisa poi Michael Hewson di Cmc Markets, mettendo in discussione la logica di tale mossa prima della fine della riduzione del bilancio a settembre.

Gli economisti di Ubs ritengono invece che l'unico caso in cui la Banca centrale potrebbe evitare un taglio dei tassi nella prossima riunione "è se i dati macroeconomici tornassero ad essere solidi" e se le incertezze relative al commercio diminuissero.

"La Federal Reserve non è tenuta a confermare le aspettative di mercato, a meno che queste non siano in linea con il suo percorso di politica monetaria", evidenzia ancora Blitz di Ts Lombard.

Pertanto, "senza un'emergenza economica -e al momento non ce n'è una- potremmo considerare la maggiore apertura verso un taglio dei tassi d'interesse come una semplice dichiarazione d'indipendenza della Fed", che si ritiene pronta a intervenire in caso di necessitá "ma senza deludere gli investitori".

Sul fronte macroeconomico, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) sono calate di 6.000 unitá a quota 216.000 (220.000 unitá il consenso degli economisti contattati dal Wsj). La media mobile nelle ultime quattro settimane, considerata piú attendibile dal mercato perchè meno volatile, è a 218.750 unitá, in aumento di 1.000 unitá rispetto al dato di sette giorni fa, rimasto invariato a quota 217.750.

Il cambio euro/usd tratta a 1,1292. Sull'obbligazionario, il rendimento del T-Note a due anni è dell'1,71%, quello sul decennale è del 1,985%.

voc

(fine)

MF-DJ NEWS

2017:04 giu 2019

16:3220-06-2019
BORSA: Ftse Mib +0,97%, positiva WS in avvio

MILANO (MF-DJ)--Le Borse europee restano positive dopo l'avvio a Wall Street: Milano +0,97%, Parigi +0,75%, Francoforte +0,82%, Londra +0,66%.

Partenza al rialzo per l'azionario americano (Dow Jones +0,93%), dopo l'esito della riunione del Fomc, braccio operativo della Federal Reserve, che ha mantenuto invariati i tassi d'interesse nel range 2,25%-2,5%, pur indicando un possibile tagliare il costo del denaro nei prossimi mesi se l'outlook macroeconomico non dovesse registrare miglioramenti.

Sul fronte macro, il superindice degli Stati Uniti è rimasto invariato a livello mensile a maggio, una lettura inferiore al consenso degli economisti, che si aspettavano un incremento dello 0,1%. la componente coincident è poi cresciuta dello 0,2% mentre quella lagging è scesa dello 0,2%.

L'indice di fiducia dei consumatori dell'area euro invece, secondo la lettura preliminare, si è attestato a -7,2 punti a giugno, in peggioramento rispetto alla quota di -6,5 di aprile. Il dato è inferiore alle previsioni del consenso degli economisti (-7,0 punti).

A piazza Affari in rialzo i titoli industriali con Ferrari che guadagna il 3,29%, seguita da Stm (+3,2%), Pirelli (+2,35%), e Leonardo Spa (+2,19%). Segno meno tra i bancari per Ubi B. (-1,04%), Intesa Sanpaolo (-0,44%) e Unicredit (-0,24%).

Sull'Aim Italia infine Eles è sospesa con un guadagno del 30,61%. Sale anche Sciuker F. (+12,32%) e Kolinpharma (+8,21%).

lpg

(fine)

MF-DJ NEWS

2016:32 giu 2019

15:5120-06-2019
Wall Street: Fed entusiasma mercato, nuovo massimo per S&P 500

MILANO (MF-DJ)--Wall Street ha aperto la seduta in rialzo, con l'S&P 500

che ha aggiornato il massimo storico intraday a 2,956,2 punti, dopo la

forte contrazione dell'indice Fed Filadelfia sull'attivitá manifatturiera

regionale.

La performance negativa dei dati macro, che abitualmente intimorisce il

mercato in quanto segnale di rallentamento economico, in questo caso

rappresenta un'ulteriore conferma delle aspettative di un imminente taglio

dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve.

Nella riunione che si è conclusa ieri, la Fed ha infatti segnalato

possibili riduzioni del costo del denaro nel caso in cui le prospettive

economiche non migliorino nel breve periodo.

Il Dow Jones avanza dello 0,86%, l'S&P 500 dello 0,87% e il Nasdaq

Composite dell'1,01%.

Nel dettaglio, l'indice è crollato a giugno a 0,3 punti, rispetto ai

16,6 di maggio. Il dato ha deluso il consenso degli economisti che

prevedeva una lettura a quota 12. Il sotto-indice dei nuovi ordini al

settore manifatturiero si è attestato a 8,3 punti dagli 11 di maggio,

mentre quello sull'occupazione è calato a 15,4 punti dai 18,2 del mese

precedente.

Tornando alla politica monetaria, la Banca centrale americana manterrá

il costo del denaro immutato per il momento, ma il suo Governatore, Jerome

Powell, ha segnalato la possibilitá che la politica monetaria subisca un

allentamento se le tensioni commerciali globali dovessero continuare a

frenare la crescita economica.

Secondo il capo economista di Union Bancaire Privee, Patrice Gautry, la

Fed ha aperto le porte a un taglio di almeno 25 punti base durante la

riunione di luglio, con una riduzione ancora piú aggressiva se la fiducia

sull'espansione economica americana si deteriorasse o se l'incontro tra

Donald Trump e Xi Jinping al vertice del G20 non dovesse attenuare le

tensioni tra Stati Uniti e Cina.

Assecondando le aspettative di mercato su futuri tagli dei tassi

d'interesse ed evitando un altro sell-off sull'azionario, il Governatore

della Fed "ha dato a Trump la responsabilitá di mantenere vivo l'ottimismo

degli operatori", rimarca Steven Blitz, chief Us economist di Ts Lombard.

"L'andamento del mercato appartiene ora al 100% a Trump e al risultato del

suo incontro" con il presidente Xi.

"Se i toni aggressivi o le azioni dell'amministrazione americana

dovessero surriscaldarsi, potremmo assistere a un allentamento della

politica della Fed giá da questa estate, ma se le tensioni commerciali

dovessero raffreddarsi, pensiamo che la Banca centrale attenderá di avere

un quadro chiaro sui dati e abbasserá i tassi dall'autunno in poi",

precisa Andrew Wilson di Goldman Sachs Asset Management.

Tuttavia, altri analisti sono piú cauti sulla probabilitá o la necessitá

di ridurre i tassi d'interesse a breve termine, sostenendo che il mercato

del lavoro è ancora in salute e la crescita del Pil americano è stata

solida nel primo trimestre dell'anno. "Non c'è nulla nel tono della Fed

che suggerisca che l'Istituto interverrá giá a luglio", precisa poi

Michael Hewson di Cmc Markets, mettendo in discussione la logica di tale

mossa prima della fine della riduzione del bilancio a settembre.

Gli economisti di Ubs ritengono invece che l'unico caso in cui la Banca

centrale potrebbe evitare un taglio dei tassi nella prossima riunione "è

se i dati macroeconomici tornassero ad essere solidi" e se le incertezze

relative al commercio diminuissero.

Sul fronte macroeconomico, le richieste settimanali di sussidi di

disoccupazione negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) sono calate di

6.000 unitá a quota 216.000 (220.000 unitá il consenso degli economisti

contattati dal Wsj). La media mobile nelle ultime quattro settimane,

considerata piú attendibile dal mercato perchè meno volatile, è a 218.750

unitá, in aumento di 1.000 unitá rispetto al dato di sette giorni fa,

rimasto invariato a quota 217.750.

Il cambio euro/usd tratta a 1,1298. Sull'obbligazionario, il rendimento

del T-Note a due anni è dell'1,718%, quello sul decennale è del 1,998%.

voc

(fine)

MF-DJ NEWS

2015:51 giu 2019

14:4920-06-2019
BORSA: p.Affari +0,73%, WS vista positiva in avvio

MILANO (MF-DJ)--Piazza Affari resta positiva prima dell'avvio a Wall Street con il Ftse Mib che segna un +0,73%, insieme al Dax (+0,74%), al Cac-40 (+0,67%) e al Dax (+0,66%).

I future sui listini azionari statunitensi indicano un'apertura in rialzo, grazie all'ottimismo degli operatori sui possibili tagli dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve nel caso in cui le prospettive economiche non dovessero migliorare nei prossimi mesi.

Hanno nettamente deluso le attese i dati macro Usa, con l'indice sull'attivitá manifatturiera regionale elaborato dalla Fed di Filadelfia che è crollato a giugno a 0,3 punti, rispetto ai 16,6 di maggio. Il dato ha deluso il consenso degli economisti che prevedeva una lettura a quota 12. Il sotto-indice dei nuovi ordini al settore manifatturiero, si legge nel comunicato della Fed di Filadelfia, si è attestato a 8,3 punti dagli 11 di maggio, mentre quello sull'occupazione è calato a 15,4 punti dai 18,2 del mese precedente.

Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti invece sono calate di 6.000 unitá a quota 216.000 (220.000 unitá il consenso degli economisti contattati dal Wsj). Il dato della scorsa settimana è rimasto invariato a 222.000 unità. La media mobile nelle ultime quattro settimane, considerata piú attendibile dal mercato perchè meno volatile, è a 218.750 unitá, in aumento di 1.000 unitá rispetto al dato di sette giorni fa, rimasto invariato a quota 217.750.

Sul tema Brexit sono stati annunciati i risultati del quarto turno di votazioni per la scelta del candidato che sostituirá la premier britannica, Theresa May, alla guida dei Tory e del Governo del Regno Unito. Si tratta dell'ex ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, in testa con 157 preferenze, seguito dal ministro dell'Ambiente, Michael Gove, (61) e dal ministro degli Esteri, Jeremy Hunt, (59).

A piazza Affari sale Stm (+3,34%), seguita dal comparto oil e oil service con Tenaris che segna un +3,03%; Saipem un +2,43%, e Eni un +1,43%.

Deboli i bancari: Ubi B. -0,96%, Banco Bpm -0,81%; Intesa Sanpaolo -0,68%, Unicredit -0,64%, Bper +0,31%. Poco mosse anche le utility con Snam che segna un -0,44%, insieme a Italgas +0,13%; Enel +0,16% e Terna +0,17%.

Sull'Aim Italia infine Grifal (+2,13%) e' stata premiata nell'ambito della prima edizione del Family Business Entrepreneurship, durante la Conferenza annuale Ifera 2019, dedicata alle aziende familiari.

lpg

(fine)

MF-DJ NEWS

2014:49 giu 2019

14:0820-06-2019
STORIE DI BORSA: Borsa festeggia Fed, ma non dimentichi economia

MILANO (MF-DJ)--Una Fed anche piú colomba del previsto spinge l'azionario europeo. Il Ftse Mib segna un +0,76%, il Dax un +0,81%, il Cac-40 un +0,66%, il Ftse-100 un +0,67%.

La Banca Centrale americana ha confermato i tassi, lasciando però aperta l'opzione di un taglio in futuro. La Fed ha detto che agirá in modo appropriato per sostenere l'espansione dell'economia, con un mercato del lavoro forte e un'inflazione vicina all'obiettivo del 2%, e che monitorerá attentamente le implicazioni dei dati in arrivo per l'outlook economico. La Fed ha dunque rimosso l'aggettivo 'paziente' dal comunicato diffuso al termine della riunione di ieri.

Michael Hewson, Chief Market Analyst di Cmc Markets, evidenzia come, in linea con le attese, la Fed abbia confermato i tassi, modificando però al ribasso le attese sull'inflazione. "Il comunicato è stato molto piú 'colomba' nel suo outlook, con la Banca che ha citato le crescenti incertezze". Resta da vedere, prosegue l'esperto, "se, come si attendono i mercati, avremo un taglio dei tassi giá a luglio. Le probabilitá sembrano aumentate dopo ieri".

Per nota Konstantinos Anthis, responsabile della ricerca di Adss, "ha senso che l'azionario salga in un contesto di tassi attesi piú bassi, ma quello che sarebbe importante per gli investitori sarebbe anche ponderare che questo è un segnale che l'economia non può piú sostenere il suo tasso di crescita".

L'esperto nota come "ovviamente nessuno si aspettasse che la Fed tagliasse i tassi nel meeting di questo mese, ma la speculazione era su una mossa potenziale a luglio o settembre. I policymaker Usa sono andati anche oltre: un membro del Fomc ha votato per un taglio dei tassi ieri, 8 vedono la necessitá di tassi piú bassi entro la fine dell'anno e 7 di questi otto vedono addirittura due tagli nel 2019 come una reazione di policy appropriata".

Per Anthis, dunque, "è evidente che la Fed abbia notato il deterioramento dei dati domestici, abbinato ai persistenti rischi geopolitici ancora all'orizzonte".

"Una moderata prospettiva di crescita interna, unita al rallentamento della domanda esterna e a dinamiche strutturali, come l'incertezza sul tasso neutrale, potrebbero anche portare all'adozione di politiche piú accomodanti, sovrapponendo l'economia alla politica, con l'incertezza legata alle politiche commerciali che implica ulteriori sfide al ribasso per le prospettive di crescita", commenta Andrew Wilson, Ceo Emea e responsabile globale Fixed Income di Goldman Sachs Asset Management.

Rimanendo poi in tema di Banche Centrali, il Comitato di politica monetaria della Bank of England ha deciso di lasciare invariato il programma di allentamento quantitativo a 435 mld gbp e il portafoglio di corporate bond fino a 10 mld gbp. La BoE ha inoltre deciso, come da attese, di mantenere il bank rate allo 0,75%. Le decisioni sul QE sono state prese all'unanimitá, così come quella sui tassi di interesse.

pl/lpg

(Fine)

MF-DJ NEWS

2014:08 giu 2019

13:0920-06-2019
BORSA: Milano resta positiva a metà seduta

MILANO (MF-DJ)--Piazza Affari resta positiva a metà seduta segnando un +0,7%, insieme al Dax (+0,8%) al Cac-40 (+0,59%) e al Ftse-100 (+0,48%).

Si segnala che il Comitato di politica monetaria della Bank of England ha deciso di lasciare invariato il programma di allentamento quantitativo a 435 mld gbp e il portafoglio di corporate bond fino a 10 mld gbp.

La BoE ha inoltre deciso, come da attese, di mantenere il bank rate allo 0,75%. Le decisioni sul QE sono state prese all'unanimitá, così come quella sui tassi di interesse.

Per quanto riguarda i dati macro in agenda, alle 14h30 sono previste le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Usa e alle 16h00 il leading indicator americano e la fiducia dei consumatori in Europa.

A piazza Affari sale Stm (+3,14%), seguita da Amplifon (+2,42%) e da Poste I. (+2,37%). Tra i bancari è positiva Bper (+0,58%), mentre sono negative Intesa Sanpaolo (-0,72%), Unicredit (-0,79%), Banco Bpm -1,06%), Ubi B. -1,33%.

Sul resto del listino sale ancora Ovs che segna un +10,37%. Sull'Aim Italia bene Maps (+3,75%), con Kos che ha affidato a Artexe, societá del gruppo, l'implementazione di un sistema informativo automatizzato che ha come obiettivo la gestione dell'accoglienza multimediale dei pazienti.

lpg

(fine)

MF-DJ NEWS

2013:09 giu 2019

11:0820-06-2019
BORSA: Milano migliore in Ue in tarda mattinata

MILANO (MF-DJ)--Piazza Affari registra la migliore performance del

Vecchio Continente guadagnando un +1,11%. Positive anche Francoforte

(+0,98%) e Parigi (+0,74%), mentre è debole Londra (+0,32%).

Nel frattempo lo spread sul decennale Btp/Bund è sceso a quota 233 punti

base (240 pb in chiusura ieri).

Sul fronte macro, le vendite al dettaglio della Gran Bretagna sono

calate dello 0,5% a livello mensile a maggio, dal valore invariato di

aprile, e sono aumentate del 2,3% su base annuale, nettamente inferiore al

+5,2% del mese precedente. Il dato è migliore del consenso su base

mensile, al -0,7% e peggiore a livello tendenziale, al 2,4%.

Si attende inoltre alle 13h00 la decisione sui tassi da parte della Bank

of England.

In rialzo a piazza Affari i titoli industriali con Stm che guadagna il

2,66%, insieme a Ferrari (+2,25%), Leonardo Spa (+2,1%) e Prysmian

(+1,93%). Contrastati i bancari: Bper +1,94%, Unicredit +0,26%, Intesa

Sanpaolo -0,1%, Banco Bpm -0,14%, Ubi B. -0,75%.

Sul resto del listino sale Ovs (+9,53%), con i risultati del primo

trimestre che hanno mostrato ricavi a 317,5 mln euro. Sull'Aim Italia

infine sale dell'8,39% Cft che ha stipulato con Naddeo Technologies un

accordo di partnership nell'ambito della commercializzazione e

distribuzione di macchinari e/o linee per la lavorazione di prodotti

freschi da destinare ai clienti finali.

lpg

(fine)

MF-DJ NEWS

2011:08 giu 2019

10:5520-06-2019
RATING: aggiornamento titoli Borsa Italiana

MILANO (MF-DJ)--Tabella degli aggiornamenti di rating e target price odierni sui titoli di Piazza Affari (tra parentesi i giudizi e i prezzi obiettivo precedenti).


		
SOCIETA'        BROKER            RATING  (PREC)         TP  (PREC)

		
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =
Antares V.      Equita Sim       avvio copertura buy     12,8 euro

		
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =
Fca             Morgan Stanley   overweight              19 euro (21)       

		
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =

		

 

lpg

(fine)

MF-DJ NEWS

2010:55 giu 2019

10:4420-06-2019
STORIE DI BORSA: equity festeggia Fed, ma non dimentichi economia

MILANO (MF-DJ)--Una Fed anche piu' colomba del previsto spinge

l'azionario europeo. Il Ftse Mib segna un +0,9%, il Dax un +84%, il Cac-40

un +59%, il Ftse-100 un +0,19%.

La Banca Centrale americana ha confermato i tassi, lasciando pero'

aperta l'opzione di un taglio in futuro. La Fed ha detto che agirà in modo

appropriato per sostenere l'espansione dell'economia, con un mercato del

lavoro forte e un'inflazione vicina all'obiettivo del 2%, e che monitorerà

attentamente le implicazioni dei dati in arrivo per l'outlook economico.

La Fed ha dunque rimosso l'aggettivo "paziente" dal comunicato diffuso al

termine della riunione di ieri.

Michael Hewson, Chief Market Analyst di CMC Markets, evidenzia come, in

linea con le attese, la Fed abbia confermato i tassi, modificando pero' al

ribasso le attese sull'inflazione. "Il comunicato e' stato molto piu'

'colomba' nel suo outlook, con la Banca che ha citato le crescenti

incertezze". Resta da vedere, prosegue l'esperto, "se, come si attendono i

mercati, avremo un taglio dei tassi gia' a luglio. Le probabilita'

sembrano aumentate dopo ieri".

Per nota Konstantinos Anthis, responsabile della ricerca di ADSS, "ha

senso che l'azionario salga in un contesto di tassi attesi piu' bassi, ma

quello che sarebbe importante per gli investitori sarebbe anche ponderare

che questo e' un segnale che l'economia non puo' piu' sostenere il suo

tasso di crescita".

L'esperto nota come "ovviamente nessuno si aspettasse che la Fed

tagliasse i tassi nel meeting di questo mese, ma la speculazione era su

una mossa potenziale a luglio o settembre. I policymaker Usa sono andati

anche oltre: un membro del Fomc ha votato per un taglio dei tassi ieri, 8

vedono la necessita' di tassi piu' bassi entro la fine dell'anno e 7 di

questi 8 vedono addirittura due tagli nel 2019 come una reazione di policy

appropriata".

Per Anthis, dunque, "e' evidente che la Fed abbia notato il

deterioramento dei dati domestici, abbinato ai persistenti rischi

geopolitici ancora all'orizzonte".

Alle 13h00 e' attesa invece la decisione sui tassi da parte della Bank

of England. Per quanto riguarda i dati macro in agenda, alle 14h30 sono

previste le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Usa e

alle 16h00 il leading indicator americano e la fiducia dei consumatori in

Europa.

pl

(Fine)

MF-DJ NEWS

2010:44 giu 2019

16:2520-06-2019
*Slack Technologies: indicazione iniziale prezzo Ipo 30-34 usd

(segue)

MF-DJ NEWS

2016:25 giu 2019

09:2620-06-2019
BORSA: partenza al rialzo per equity Ue

MILANO (MF-DJ)--Partenza al rialzo per le Borse europee con piazza Affari che segna un +0,88%. In salita anche Londra (+0,47%), Francoforte (+0,97%) e Parigi (+0,7%).

In linea con le attese, la Fed ha mantenuto invariati i tassi d'interesse nel range 2,25%-2,5%, pur suggerendo con decisione che potrebbe tagliare il costo del denaro nei prossimi mesi se l'outlook economico, penalizzato dall'incertezza commerciale, non dovesse registrare miglioramenti.

Si attende ora per le 13h00 la decisione sui tassi da parte della Bank of England.

Sul fronte macro, alle 14h30 sono previste le richieste settimanali di sussidi disoccupazione negli Usa e alle 16h00 il leading indicator americano e la fiducia dei consumatori in Europa.

A piazza Affari in luce Prysmian (+2,1%) e Stm (+1,92%). Bene anche il comparto oil con Eni e Saipem che guadagnano rispettivamente l'1,81% e l'1,74%. Positivi i bancari: Unicredit +1,26%, Banco Bpm +0,99%, Intesa Sanpaolo +1%, Bper +0,92%, Ubi B. +0,83%.

Nessuna blue chip è al momento negativa.

Sull'Aim Italia infine debutto per Gibus (+1,67%), la Pmi Innovativa con sede a Saccolongo (Padova) attiva nel settore outdoor design di alta gamma.

lpg

(fine)

MF-DJ NEWS

2009:26 giu 2019

09:0320-06-2019
EUROBORSE: aperture di Francoforte, Londra, Parigi e Madrid

MILANO (MF-DJ)--Questi i valori degli indici principali delle Borse di

Francoforte, Londra, Parigi e Madrid dopo i primi scambi:


		
  - Francoforte   Dax          12.408,84   punti  (+0,82%)
  - Londra        Ftse 100      7.443,29   punti  (+0,53%)
  - Parigi        Cac 40        5.555,08   punti  (+0,66%)
  - Madrid        Ibex-35       9.289,50   punti  (+0,61%)

		

 

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2009:03 giu 2019

08:3420-06-2019
BORSE USA: Powell colomba spinge gli indici, massimi vicini

MILANO (MF-DJ)--Wall Street ha chiuso la seduta in rialzo, con gli investitori rassicurati dai segnali accomodanti inviati dalla

Federal Reserve americana, che aumentano ulteriormente le probabilitá di

tagli dei tassi nei prossimi mesi.

"Sorprendentemente, il Fomc è riuscito a essere piú colomba rispetto ad attese giá piuttosto elevate, pur senza spaventare il mercato con l'ipotesi di una recessione", commenta Stephen Innes, Managing Partner di Vanguard Markets.

L'azionario americano, che aveva scambiato poco sotto la paritá fino a quel punto, ha accelerato dopo il Fomc, chiudendo la seduta a poca distanza dai massimi storici.

A tenere a freno il rialzo è stato il comparto bancario, penalizzato dalla prospettiva di tassi più bassi.

Il Dow Jones è salito dello 0,15%, l'S&P 500 dello 0,3% e il

Nasdaq Composite dello 0,42%.

Questi i titoli del Nasdaq piú attivi:


		
                                                   usd          var

		
  Melinta Therapeutics, Inc.                      6,41      +223,74
  Advanced Micro Devices, Inc.                   30,50        +0,16
  Invesco QQQ Trust, Series 1                   187,11        +0,38
  Microsoft Corporation                         135,69        +0,39
  Cisco Systems, Inc.                            56,13        +0,14
  Credit Suisse AG                               18,87        -6,31
  Facebook, Inc.                                187,48        -0,53
  Apple Inc.                                    197,87        -0,29
  Micron Technology, Inc.                        33,94        -1,02
  Sirius XM Holdings Inc.                         5,68        -0,35

		

		

Questi titoli del Nyse piú attivi:


		
                                                   usd          var

		
  Bank of America Corporation                    28,32        -1,05
  General Electric Company                       10,34        -0,77
  NIO Inc.                                        2,74        +8,30
  Oracle Corporation                             52,68        -0,42
  Ambev S.A.	                                     4,75        +1,28
  Ford Motor Company                             10,04        -0,59
  VALE S.A.                                      13,54        +0,59
  Snap Inc.                                      14,67        -1,28
  United States Steel Corporation                15,17        +4,05
  Sprint Corporation                              7,45        +3,04

		

 

lus

(fine)

MF-DJ NEWS

2008:34 giu 2019

08:3220-06-2019
BORSE UE: partenza vista in leggero rialzo

MILANO (MF-DJ)--Partenza vista in leggero rialzo per le Borse europee dopo la decisione della Fed.

I future indicano un avvio dello 0,32% per il Dax e dello 0,39% per il Ftse-100.

I membri del board della Federal Reserve hanno mantenuto invariati i tassi d'interesse nel range 2,25%-2,5%, pur indicando che potrebbero tagliare il costo del denaro nei prossimi mesi se l'outlook macroeconomico non dovesse registrare miglioramenti.

Stabile ieri la chiusura a Wall Street con il Dow Jones che ha registrato un +0,15%.

lpg

lucia.pierangeli@mfdowjones.it

(fine)

MF-DJ NEWS

2008:32 giu 2019

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<giugno 2019>
lmmgvsd
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
  • adobestock_54500550_hp
    icosportw
    15
15 giugno 2019 - intera giornata
XXX Coppa Banca Euromobiliare
Evento sportivo

Banca Euromobiliare organizza anche quest’anno il consueto...


> Vai all'evento

La Pinetina Golf Club - Via al Golf, 4 - 22070, Località Pinetina, Appiano Gentile CO
Credem: Fitch conferma il rating a lungo termine a ‘BBB’
04 giugno 2019

Fitch Ratings (Fitch) ha confermato il rating...

Credem risultati al 31.03.2019
17 maggio 2019

Credem, risultati primo trimestre 2019: la raccolta aumenta del 1.2%...

Credem, approvato il bilancio 2018, utile a 186,7 MLN
02 maggio 2019

L’Assemblea degli Azionisti di Credem, presieduta...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

schermata 2019 05 15 alle 12.54.21
Real Estate
schermata 2019 06 11 alle 12.53.36
Banca Euromobiliare
schermata 2019 04 17 alle 12.27.12
Ambiente, società e buon governo d’impresa

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Corporate Finance Advisory

Supporto in tema di strategie di sviluppo, crescita tramite acquisizioni, rafforzamento ed allargamento dell’azionariato.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Chiusura in crescita a Piazza Affari
Acquisti sul titolo Saipem

Banca Euromobiliare è una boutique finanziaria
specializzata nella consulenza finanziaria per la gestione
integrata del patrimonio e nei servizi di corporate finance
per gruppi nazionali ed esteri, aziende famigliari
ed investitori finanziari.

"Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa."